La Ciclostorica “La Furiosa” ha aperto la due giorni estense dedicata al ciclismo amatoriale

Ferrara – Successo della Ciclostorica La Furiosa che questa mattina ha visto al via ottanta appassionati del ciclismo eroico che hanno pedalato per cinquantacinque chilometri tra le campagne e le Delizie degli Estensi, prima di concludere la loro fatica in Piazza Trento e Trieste, in cui si affacciano numerosi negozi ed eleganti boutique, che ha sempre rappresentato il luogo più vitale della città dal punto di vista economico, sociale, religioso e civile.

L’arrivo dei partecipanti a La Furiosa 2019 che hanno concluso la loro prova all’ombra del Castello Estense

Prima della partenza de La Furiosa, si è svolta una crono passerella rievocativa che ha visto coinvolti i partecipanti alla Ciclostorica, per ricordare la prima cronometro inserita nel Giro d’Italia del 1933 che prevedeva l’arrivo proprio a Faenza. Era il 22 maggio 1933 la tredicesima tappa del Giro d’Italia, cronometro individuale di 62 chilometri, prendeva il via da Bologna per chiudersi a Ferrara, vinse la maglia rosa Alfredo Binda che conquistò anche il successo finale in quella edizione della corsa rosa.

L’ingresso dei partecipanti in Piazza Trento e Trieste cuore della città
Altri “arrivi” in Piazza Trento e Trieste. La manifestazione non è agonistica
La soddisfazione dei partecipanti espressa al microfono
L’ultimo timbro di controllo prima del meritato pasto all’ interno degli imbarcaderi del Castello
La soddisfazione di coloro che hanno portato a termine La Furiosa
L’eleganza in stile epico degli organizzatori dell’evento
Il piacere di pedalare insieme agli amici

Leave a Reply