Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Presentato il percorso della decima edizione de Le Strade di San Francesco

Ponte San Giovanni (Perugia) – Pedalare in un set cinematografico, è questa la sensazione che proveranno i partecipanti alla decima edizione de Le Strade di San Francesco in programma mercoledì 1 maggio a Ponte San Giovanni (Perugia).  Centoundici chilometri di gara che racchiudono un atlante delle emozioni, da scoprire attraverso le storie e i ricordi di questa piccola regione.

Emozioni da vivere anche attraverso la televisione, recentemente è andata in onda la prima puntata della fiction “Il nome della Rosa” ispirata all’intricata vicenda narrata da Umberto Eco nell’omonimo libro, di cui diverse scende sono state girate a Perugia, in Piazza IV Novembre, nella chiesa di Montelabate e nel borgo di Bevagna.

Piaceri divini, come il cioccolato, la torta al testo e una cucina basata essenzialmente sulla carne e i prodotti della terra contribuiranno a rendere unico questo viaggio nella storia. Ponte San Giovanni, frazione più popolosa della città del Bacio, che dista soltanto sette chilometri dal centro storico perugino

Dopo i primi dieci chilometri che non presentano particolari difficoltà altimetriche i partecipanti affronteranno la salita, che da località Colombella conduce a Belvedere. Dietro ogni tornante si potranno ammirare scorci straordinari sulla città di Perugia, Assisi che diede i natali a San Francesco e Gubbio incastonate sotto i monti Tezio, Subasio e Ingino, quest’ultimo famoso per ospitare la struttura permanente dell’albero di Natale più grande al mondo. A fare da sfondo la catena degli appennini dominata dai Monti Catria, Cucco e Sibillini.

La città eugubina è strettamente legata alla storia di san Francesco, in particolar modo ad un evento della sua vita citato nel XXI capitolo dei Fioretti di San Francesco, cioè l’incontro di conversione con il Lupo avvenuto nei pressi della chiesa di Santa Maria della Vittoria, detta della Vittorina. Inoltre Gubbio diede i natali al condottiero, capitano di ventura e famoso signore rinascimentale Federico da Montefeltro.

La discesa verso Ponte D’Assi e Padule, permetterà ai ciclisti di recuperare lo sforzo prodotto in precedenza, ma attenzione a non abbassare la guardia anche se il fondo stradale è in buone condizioni. Dopo aver raggiunto le cementerie Colacem, i partecipanti torneranno a salire verso Colpalombo dove è situato il G.P.M. prima di affrontare l’ultima asperità della giornata quella che conduce a Carbonesca. Saranno i primi sessanta chilometri a caratterizzare la decima edizione dell’evento organizzato dalla Team Bike Ponte.

La discesa che da Casacastalda conduce fino a Valfabbrica e Pianello costringerà i partecipanti a pedalare per tenere un ritmo elevato e raggiungere il territorio assisano. L’imponente Basilica di San Francesco è ben visibile ai ciclisti al passaggio in località Petrignano d’Assisi e Bastiola. Gli ultimi venti chilometri presentano due salite corte (Brufa e Sant’Enea), ma da non sottovalutare, che potrebbero rappresentare il trampolino di lancio per quei ciclisti che avranno conservato le forze per tentare l’arrivo l’allungo vincente nel finale.

Tra le due asperità si attraverserà Deruta città della Ceramica che insieme a quella eugubina rappresenta una delle eccellenze di questa terra. L’arrivo posto lungo Strada dei Loggi, dinanzi allo stabilimento SACI, premierà coloro che hanno scelto di partecipare a questa manifestazione.

Le iscrizioni si possono effettuare attraverso il portale del timing KronoService. La quota d’iscrizione promozionale individuale è di euro 20 per le donne e euro 25 per gli uomini. Mentre le società ciclistiche che effettueranno l’iscrizione cumulativa riceveranno una gratuità ogni dieci tesserati paganti.

Iscrizione individuale uomini

Euro 25,00 entro il 28.02.2019 23:59 
Euro 30,00 entro il 21.04.2019 23:59 
Euro 35,00 entro il 29.04.2019 12:30

Iscrizione individuale donne

Euro 20,00 entro il 28.02.2019 23:59 
Euro 25,00 entro il 21.04.2019 23:59 
Euro 30,00 entro il 29.04.2019 12:30

Leave a Reply