Logo_CPC-profilo-blu

LaMontBlanc: pedalare sul Tetto d’Europa

Courmayeur (Aosta) – “Terra di frontiera, terra di fortificazioni”. Una vocazione, quella della Valle d’Aosta. Il passaggio di truppe rappresentano una costante nella storia di questa regione, data la sua strategica posizione. La necessità di impedire, o almeno ostacolare, l’accesso di eserciti nemici e di controllare il passaggio di quelli potenzialmente ostili, produsse la costruzione di numerose fortezze.

Una regione alpina circondata da una cintura di montagne quasi costantemente al di sopra dei 3.000 m: il Monte Bianco, Monte Rosa, Cervino e Gran Paradiso. Un terzo del suo territorio è costituito da aree protette: parchi, riserve naturali e zone di protezione. E’ il paradiso del wilderness, terreno ideale per l’alpinismo, l’escursionismo e tutte le attività all’aperto.

E’ il paradiso degli appassionati di ciclismo che domenica 25 giugno avranno l’opportunità di scoprire questa incantevole regione partecipando a LaMontBlanc La Granfondo sul Tetto d’Europa . Un evento ricco di manifestazioni collaterali che proietteranno il ciclista nel cuore pulsante della movida di Courmayeur, della località termale di Pré-Saint-Didier, di La Salle porta d’ingresso della Valdigne.

Un week end indimenticabile all’ombra del massiccio del Monte Bianco, che grazie alla partnership con L’Associazione Albergatori di Courmayeur, i protagonisti del mondo delle due ruote potranno vivere un giorno in più. Infatti prenotando almeno due notti nelle strutture LaMontBlanc Friendly Hotelriceveranno in omaggio la terza notte da poter sfruttare giovedì 22 giugno o domenica 25, all’insegna della calorosa ospitalità locale per gustare le specialità gastronomiche.

Percorsi. Sono tre i percorsi di gara in cui potranno misurarsi gli agonisti. La prova regina, granfondo, si terrà sulla distanza di 120 chilometri e 2924 metri di dislivello. Il tracciato della mediofondo misura 95 chilometri e 2100 metri di dislivello. 48 chilometri e 1269 metri di dislivello per la novità della stagione 2017, il percorso corto. E la passeggiata all’insegna dell’enogastronomia valdostana aperto a tutti, un piccolo tour per scoprire paesaggi, profumi e sapori unici di questa regione sul Tetto d’Europa

Leave a Reply