Giro d’Italia di Handbike: terza tappa a Vittorio Podestà

Milano – Nella splendida cornice delle montagne valtellinesi ancora innevate, a Tirano si è svolta il 1° maggio 2019 la terza tappa della decima edizione del Giro d’Italia di Handbike.

Sotto un cielo terso d’azzurro e uno splendente e caldo sole di maggio, a dare il via ai circa 80 atleti sulla linea di partenza il sindaco di Tirano Franco Spada e l’assessore alla cultura Sonia Bombardieri che emozionati ringraziano il comitato organizzatore del Giro Handbike per aver scelto ancora una volta la città di Tirano come tappa e tutta la popolazione che ha accolto numerosa l’invito a fare il tifo ai #campionidivita.

“Splendida giornata metereologica a coronare una manifestazione molto significativa nel panorama ciclistico italiano e paralimpico” così Renato Di Rocco Presidente della Federazione ciclistica italiana (Fci) che ha onorato della sua presenza la terza tappa del Giro d’Italia di Handbike 2019.

Taglia il traguardo per primo Vittorio Podestà (MH3) dopo dieci giri e con un bel distacco rispetto al gruppetto di testa che ha dato il ritmo ai primi giri della gara.
Tutti gli atleti concordano che il circuito (4 chilometri e 600 metri per la precisione) è duro, tecnico, ricco di strappi ma altrettanto suggestivo con panorami mozzafiato tra stradine selciate strette del centro e vigneti coltivati a terrazze come si usa in Valtellina.
Partenza e arrivo dal bellissimo viale alberato in pieno centro cittadino che porta al Santuario di Tirano. Una numerosa folla di tifosi, appassionati e curiosi ha sostenuto gli atleti con applausi fino all’ultimo arrivato.
In chiave valtellinese anche il pasta party con i famosi pizzoccheri e il gustoso pacco gara con i prodotti tipici e i grissini Valbuzzi.
Nella festa della premiazione maglia rosa (TELEFLEX) sulle spalle di Conti Andrea MH1, Rizzato Omar MH2, Brigo Roberto MH3, Giagnoni Christian MH4, Bove Fabrizio MH5, Glisoni Alberto MHO; Beliaeva Natalia WH1, Amadeo Roberta WH2, Porcellato Francesca WH3, Pan Silke WH4, Aere Katia WH5. A Chagas Da Conceicao Maicon MH4 la maglia bianca (STARTUPTREE) e a Battagliola Angelica WH2 la maglia nera (PMP) che festeggiano anche con una magnum di ASTORIA Wines. La classifica Fast time vede in testa la società Anmil Sport Italia che si aggiudica la maglia rossa (DA MORENO).
“Ringraziamo di cuore la città di Tirano che ci ha accolto anche in modo efficiente garantendo il miglior svolgimento della gara in sicurezza per tutti i nostri handbikers con la presenza sul circuito delle forze dell’ordine e dei volontari delle associazioni cittadine e della croce rossa italiana – dice il Cav. Andrea Leoni Patron del Giro d’Italia di Handbike – e ci auguriamo che la tappa in Valtellina possa essere una gradita consuetudine anche per le prossime edizioni del Giro Handbike”.
“I miei complimenti per l’ottimo lavoro di squadra anche ai volontari del Comitato organizzatore del GIHB  – così Fabio Pennella Presidente – garanzia di grande successo perché ognuno ha contribuito dando il massimo. Sono andate a ruba anche le nostre bellissime maglie e il libro Fili di Rugiada di Maria Francesca Mosca che a fine maggio sbarcherà a New York al Bea”.

La decima edizione del Giro d’Italia di Handbike prosegue la sua corsa in Piemonte a Chivasso, domenica 16 giugno 2019 dove sono già in atto i preparativi per far vivere nuove e grandi emozioni. 

Leave a Reply