Bruciati in pochi minuti i pettorali “only one”, Castelli24h si prepara a festeggiare i 20 anni anche con un team dall’Olanda

Sono bastati pochi minuti per veder volatilizzati i 30 posti per partecipare come singolo alla 24 ore di Feltre, Castelli24h 2020.

Il 12 e 13 giugno la maratona di ciclismo di Feltre spegne le 20 candeline e si prepara a farlo con il “botto”. I 30 pettorali per partecipare da singolo come “only One” sono andati bruciati in pochissimi minuti domani dalle 13 saranno resi noti i nomi dei 30 ultramaratoneti che pedaleranno da soli per 24 ore nel circuito completamente chiuso al traffico lungo 1.850mt attorno alle mura cinquecentesche di Feltre, nel cuore della città.

Dalla stessa ora verrà aperta la lista d’attesa da cui saranno poi attinti gli eventuali sostituti degli only one che con il passare del tempo potrebbero rinunciare, per vari motivi, alla loro partecipazione liberando quindi un pettorale.

Più tranquillo l’andamento delle iscrizioni delle squadre, anche se il numero resta chiuso per motivi di sicurezza ad un massimo di 100 team ammessi.

Renzo Rosso, patron dell’azienda Diesel e presidente della Fondazione Only The Brave che nel 2018 era charity partner ufficiale della 24 ore, ha già fatto sapere di voler riorganizzare una squadra tutta sua sull’onda dell’entusiasmo della sua prima partecipazione. Il suo entusiasmo è ben visibile nel video ufficiale della manifestazione che da ieri è nel sito e nei social. E non ci sarà da stupirsi se porterà a Feltre qualche personaggio famoso. Bisognerà vedere, poi, se l’imprenditore Matteo Marzotto vorrà provare a battere se stesso tornando a Feltre per la terza volta abbattendo quota 600 giri. 

Molti altri campioni si stanno affacciando alla manifestazione sulla scia del suo entusiasmo. E potrebbe esserci anche qualche ritorno importante.

Alcune aziende, invece, hanno deciso di “usare” la partecipazione alla 24 ore come strumento di aggregazione dei propri dipendenti.

Poi ci sono gli stranieri che da qualche anno, grazie alla collaborazione con l’azienda Castelli, si sono avvicinati alla 24ore con grande entusiasmo. Nei giorni scorsi l’organizzazione è stata avvicinata anche da un team olandese appassionato di gare di endurance simili a quella di Feltre come quella di Le Mans Nurburgring, Zandvoort, Zolder and BrandsHatch. Sarebbe la prima squadra olandese della Castelli24h, dopo Germania, Inghilterra, Austria e Spagna. 

 Come ogni anno, il comitato organizzatore del Pedale Feltrino guidato da Ivan Piol aggiunge qualche tassello nuovo. “Quest’anno abbiamo deciso di istituire un servizio di assistenza meccanica a ridosso del circuito per chiunque avesse bisogno nel corso dell’evento – spiega Piol –  sarà disponibile il venerdì fino ad una certa ora e poi il sabato”. 

Leave a Reply