Bike Festival della Nocciola: Lorenzini e Prato i camosci dell’Alta Langa

Santo Stefano Belbo da dove arrivano e partono i personaggi delle opere di Cesare Pavese ha ospitato la terza edizione del Bike Festival della Nocciola che ha permesso ai 270 corridori iscritti di scoprire il paesaggio che si apre tra le colline che ne circondano l’abitato, da cui si aprono gli spettacolari anfiteatri del moscato stretti a terrazze di pietra attorcigliati nelle curve tortuose delle chine scoscese. Panorami mai uguali che rapinano lo sguardo dei protagonisti immersi nel “mare” verde che ricopre le colline dell’Alta Langa e ispirò le opere di Cesare Pavese e Beppe Fenoglio.

L’evento voluto dall’Unione Montana Alta Langa e organizzato dal Team Ciclismo DiVino si è aperto sabato con Pedala con il Campione, pedalata in compagnia di Claudio Chiappucci per scoprire il tracciato della nuova ascesa dei Campioni dedicata al Diablo.

Domenica la partenza da Piazza Umberto Primo della Granfondo della Nocciola Alta Langa, il format dell’evento che prevedeva un mix di cicloturismo ed agonismo con tre tratti cronometrati dedicati ad altrettanti campioni del ciclismo che hanno decretato le classifiche finali: al termine delle Salite dei Campioni dedicate a Fignon, Koblet e Bugno i due giovani scalatori si sono imposti facendo segnare i nuovi record della manifestazione langarola, con tempi di assoluto rilievo considerando lo spessore tecnico delle salite affrontate.

Da sottolineare l’incremento della partecipazione rispetto alle scorse edizioni e la presenza di alcuni corridori che durante la stagione partecipano alle granfondo agonistiche e hanno scelto questa manifestazione per pedalare in tutta sicurezza nella straordinaria cornice naturale del territorio dell’Alta Langa.

I primi chilometri di gara sono condotti ad andatura libera affrontando le colline ricoperte dai vigneti di Moscato che fanno di questo territorio il cuore della zona del Moscato d’Asti, che poi lasciano spazio alle pregiate Nocciole dell’Alta Langa.

La Tonda Gentile delle Langhe IGP è la regina delle nocciole prodotte a Cortemilia e annuncia la prima salita quella dedicata al campione francese Laurent Fignon. Piero Lorenzini (Argon 18 Hicari Stemax) è il più veloce a scalare l’ascesa chiudendo la prima fatica in 14′ 03″, mentre la prima donna è Annalisa Prato (Team De Rosa Santini) che impiega 17′ 49″.
Terminata la prima scalata i corridori hanno avuto l’opportunità di ammirare lo splendido scorcio sulla Valle Bormida, mentre l’austero castello di Prunetto annunciava la seconda scalata. La salita Hugo Koblet, 6,5 chilometri con pendenza media del 7,5%. La salita che da Gorzegno conduce a Niella Belbo vede imporsi ancora Piero Lorenzini (Argon 18 Hicari Stemax) che fa segnare il tempo di 20′ 20″. Mentre Annalisa Prato (Team De Rosa Santini) si conferma tra le donne (26′ 55″).

San Benedetto Belbo, il paese amato e luogo d’ispirazione per Beppe Fenoglio, è attraversato dai partecipanti prima di raggiungere Bossolasco, il paese delle rose. Autentici nastri d’asfalto che si inerpicano lungo le verdeggianti colline per raggiungere le panoramiche crete guidano il gruppo verso la terza ed ultima ascesa che da Rocchetta Belbo conduce a Sant’Elena.

Anche lungo questa terza salita sono Piero Lorenzini (Argon 18 Hicari Stemax) e Annalisa Prato (Team De Rosa Santini) a far segnare il miglior tempo e a conquistare il successo assoluto. Mentre il primo ciclista a terminare la gara è il ventottenne cuneese Marco Cavazzutti.

La classifica dell’evento

Classifica generale dell’evento (somma tempi impiegati da ciascun ciclista per coprire i tre tratti cronometrati)

1°) Lorenzini Piero (Argon 18 Hicari Stemax) 47′ 54″

2°) Prandi Stefano (Bicistore Cycling Team) 50′ 54″ a 2′ 55″

3°) Rosso Fulvio (Roero Speed Bike) 50′ 50″ a 2′ 56″

4°) Capra Simone (Bicistore Cycling Team) 51′ 13″ a 3′ 19″

5°) Nobili Enrico (Argon 18 Hicari Stemax) 51′ 29″ a 3′ 55″

6°) Rinaldi Riccardo (PPR Cycling) 53′ 31″ a 5′ 37″

7°) Grappeja Massimo (Team Bike Pancalieri) 53′ 56″ a 6′ 02″

8°) Zunino Massimo (Bicistore Cycling Team) 54′ 12″ a 6′ 19″

9°) Manassero Davide (GSR Ferrero) 54′ 16″ a 6′ 22″

10°) Dovana Marco (Vigili del Fuoco Godioz) 54′ 21″ a 6′ 27″

Categoria Donne generale

1°) Prato Annalisa (Team De Rosa Santini) 1ora 02′ 05″

2°) Cora Monica Daniela (Team Marchisio Bike) 1ora 07′ 55″

3°) Ponzo Silvia (Bike Cherasco Team) 1ora 09′ 23″

4°) Orlando Maria (Atelier della Bici) 1ora 11′ 59

5°) Calderone Attilia (Uà Cycling Team) 1ora 12′ 15″

Leave a Reply