BMW HERO Südtirol Dolomites: da grandi gare derivano grandi responsabilità

Sabato 16 giugno ritornerà a Selva di Val Gardena la nona edizione di BMW HERO Südtirol Dolomites, dagli addetti al settore ritenuta la gara di mountain bike più dura al mondo: una competizione capace di incrementare, anno dopo anno, il numero dei biker che decidono di sfidarsi sulle ripide salite del Gruppo del Sella tanto che per l’edizione 2018 sono attesi al via 4.018 partecipanti. 
Un evento capace di mobilitare un così alto numero di persone, al quale si uniscono

accompagnatori, fornitori e volontari, implica alcune riflessioni sull’impatto turistico e ambientale per il territorio delle Dolomiti, tanto più che la gara si inserisce all’interno di BMW HERO Bike Festival, un intenso weekend dedicato al mondo mountain bike in programma dal 14 al 17 giugno 2018.

«Avere un evento come la HERO è una cosa davvero eccezionale – sottolinea Günther Prinoth, gestore dell’Hotel Piccolo a Selva Val Gardena – grazie alla gara, infatti, un’attività specializzata sulle mountain bike come la nostra ha la possibilità di aprire la stagione con due settimane di anticipo e con un alto numero di presenze già a partire da metà giugno, ma il grande valore di HERO è che nel periodo successivo alla gara riscontriamo una buona affluenza di appassionati».

Image

LA HERO E LA RICADUTA ECONOMICA SUL TERRITORIO

Nell’analisi di una manifestazione come BMW HERO Südtirol Dolomites si possono distinguere tre diversi ambiti di sostenibilità: la prima è senza dubbio quella economica il cui impatto è stato valutato per l’edizione 2017 in 4 milioni di Euro, generati da 8.500 arrivi per un totale di 23.00 presenze turistiche nella settimana dell’evento, con persone provenienti da 45 Nazioni di cinque continenti.

«La nostra manifestazione genera anche un valore occupazionale e di reddito per collaboratori e fornitori – commenta Gerhard Vanzi ideatore della HERO – oltre a creare un gettito fiscale, derivante dall‘evento calcolato solo sulle presenze turistiche, pari 805.000 Euro».

Ma c’è di più, la BMW HERO Südtirol Dolomites contribuisce a rendere e a far conoscere le Dolomiti come destinazione ideale per il turismo su due ruote diffondendone l‘immagine attraverso una visibilità televisiva che tocca 70 Paesi nel mondo, sul web e sui media, per un valore di comunicazione pari a 1,2 miliardi di Euro. L’offerta turistica specializzata della bici, infatti, si è sviluppata in Val Gardena e nelle valli intorno al Gruppo del Sella fin dalla

prima edizione nel 2010, stimolando la nascita di 30 negozi e numerosi noleggi bici, alcuni di questi rappresentano il naturale proseguo in estate del noleggio sci durante l’inverno. A questi valori vanno aggiunte le oltre 100 persone che lavorano come Guide di Mountain Bike, figure professionali che si sono formate in questi anni nelle quattro vallate che insistono sul Gruppo del Sella (oltre alla Val Gardena, anche Alta Badia, Arabba Fodom e Val di Fassa) e che rappresentano un segno di continuità con l’impiego del Maestro di Sci.

Image

INVESTIMENTI NEL TURISMO DELLA MOUNTAIN BIKE

Image

Ultimo, ma non certo per importanza, la pratica della mountain bike ha portato diverse società private e amministrazioni locali a investire nella costruzione di nuovi e specifici percorsi off-road dedicati agli ospiti che vogliono pedalare, utilizzando anche gli impianti di risalita nati per la pratica dello sci, ed evitando così la problematica coabitazione tra biker e amanti del trekking sullo stesso sentiero di montagna.
«La HERO è sicuramente un evento molto importante per la Val Gardena perché, oltre

ad essere ben organizzato e ad aprire la stagione, contribuisce a fare del nostro territorio una meta ideale per il gli amanti della bicicletta e in modo particolare per il mondo della mountain bike – sottolinea Judith Schenk, nel suo ruolo di rappresentante dell‘Associazione Albergatori della Val Gardena – e la manifestazione ha un impatto più che positivo per la nostra valle».

UN EVENTO ‘GREEN ALTO ADIGE’

Il secondo aspetto è invece quello legato alla sostenibilità ambientale con alcuni fattori che rendono minimo l‘impatto dell‘evento sul territorio naturale, tanto che per lo svolgimento della BMW HERO Südtirol Dolomites vengono utilizzati sentieri e percorsi esistenti senza il bisogno di altri interventi sul paesaggio. Inoltre, una volta terminata la competizione, viene attivata un’opera di ripristino degli eventuali danni ai tracciati e di raccolta dei rifiuti lungo il tragitto di gara. Proprio a seguito di queste e di altre accortezze, la gara è certificata “green Alto Adige”, una classificazione ottenuta attraverso il rispetto dell’ambiente in tutti i processi di organizzazione, nel diffuso utilizzo di materiali ecologici e biodegradabili e di un impegno in favore del risparmio energetico. Bisogna inoltre sottolineare come l’evento non provochi traffico automobilistico e produca una quantità di rifiuti inferiore rispetto a una settimana di alta stagione estiva. Tutti elementi che fanno della gara un evento a basso impatto ambientale.

 LO SPIRITO DI AGGREGAZIONE GENERATO DA HERO

L’ultimo indicatore è quello sociale che unisce il forte effetto di soddisfazione nelle 10.000

Image

persone partecipanti fra concorrenti, familiari e amici ai valori di accettazione, identificazione e coinvolgimento della popolazione residente. Infatti, sono oltre 500 i volontari impegnati annualmente a sostegno del weekend che si configura come un momento di condivisione sociale e scambio di relazioni ed esperienze fra le quattro valli ladine. Forte è anche la partecipazione dei residenti delle tre province di Bolzano, Trento e Belluno con 186 concorrenti alla HERO Marathon e 150 bambini alla HERO Kids.

«Crediamo che la BMW HERO Südtirol Dolomites sia una manifestazione che dimostri quanto sia possibile acquisire nuovi turisti in modo sostenibile – conclude Gerhard Vanzi – grazie a un evento che, oltre alla gara, prevede anche numerose iniziative collaterali che rafforzano il posizionamento di questa destinazione turistica nel mercato internazionale del turismo attivo».

Considerazioni che confermano come la popolazione residente auspichi la ripetizione dell‘evento anche negli anni futuri, e ne condivida lo spirito fondante, ovvero vivere le Dolomiti in un modo alternativo e sostenibile come la mountain bike.

 

Click to comment

A Vinadio si assegnano i titoli regionali FCI Marathon 2018

Domenica 10 giugno la Promenado Bike Marathon dei Forti Albertini assegnerà il primo dei due titoli in palio nelle prove del circuito Marathon Bike Cup Specialized il challenge a #AMISURADIBIKER con la nuova formula #NONSOLOMARATHON.

Ai piedi del Forte Albertino, uno degli esempi di architettura militare più significativi dell’intero arco alpino, saranno consegnate le maglie di campione regionale Marathon FCI ai ciclisti piemontesi tesserati dalla Federazione Ciclistica Italiana che coglieranno il miglior piazzamento nelle rispettive categorie pedalando sul tracciato della Marathon che misura 60 chilometri e presenta ben 2350 metri di dislivello.

Mentre coloro che opteranno per il percorso Granfondo, dovranno percorrere 45 chilometri e 1850 metri di dislivello. Un percorso rinnovato che vedrà i bikers che sceglieranno di misurarsi sul tracciato più corto di non affrontare la prima salita, quella che conduce a Neraisa Inferiore, che verrà scalata dopo 5,5 chilometri dalla partenza. Il fondo è asfaltato e la salita presenta in alcuni tratti pendenze che sfiorano il 14%.  Pra dla Sala e Pirone sono i due gran premi della montagna comuni ad entrambi i percorsi.

Le partenze delle due prove saranno differenziate, la prova regina, la Marathon prenderà il via alle ore 9,30, mentre i partecipanti alla Granfondo partiranno un’ora più tardi.

La Promenado Bike Marathon dei Forti Albertini non è soltanto un evento sportivo, ma rappresenta l’occasione ideale per trascorrere un week end all’insegna della sana attività outdoor e offre l’opportunità di scoprire un territorio incontaminato in cui sorgono le Fonti di Vinadio e il Santuario di Sant’Anna.

Mentre continuano ad arrivare le adesioni alla manifestazione cuneese, Lucio Simon organizzatore dell’evento ringrazia gli abbonati al circuito Marathon Bike Cup Specialized: “Voglio ringraziare gli oltre 300 biker che hanno sottoscritto l’abbonamento al circuito e hanno creduto nel nostro progetto sin dalla presentazione. Questo ci ha permesso di crescere e proporre alcune novità per la stagione 2018, Quella di Vinadio sarà soprattutto una festa per tutti”

 

Click to comment

Frossasco Bike Night 2018: appuntamento giovedi’ 17 maggio a Frossasco

Frossasco (Torino) – Il fascino di una competizione notturna in MTB a coppie, l’emozione di pedalare per una ora più un giro lungo le vie cittadine e un tratto in sterrato e di condividere lo sforzo con un amico o compagno di squadra. Tutto questo è Frossasco Bike Night 2018, la manifestazione organizzata dal G.S.R. Alpina con la collaborazione dell’amministrazione comunale e di diverse associazioni locali come la Filarmonica Pinerolese, Gruppo Alpini Frossasco, Squadra Anticendio, Avis Frossasco e Proloco Frossasco, valida quale quinta tappa della XC Piemonte Cup che si terrà giovedì 17 maggio.

La manifestazione prenderà il via alle ore 20,30 dinanzi al Museo dell’emigrazione e dei Piemontesi nel Mondo che si propone di favorire, da un lato, la promozione della conoscenza del fenomeno migratorio piemontese attraverso il reperimento e la conservazione di testimonianze e, dall’altro, di stimolare ogni iniziativa utile al coinvolgimento dei cittadini sul tema della migrazione. Questi due aspetti consentono una più adeguata e completa interpretazione della storia delle migrazioni piemontesi ed arricchiscono, al contempo, il carattere del Museo che è luogo della memoria, di incontro e di scambio tra le generazioni passate e presenti e palestra del pensiero.

I partecipanti si misureranno lungo il tracciato di 2,4 chilometri dando vita a diverse sfide nella suggestiva sfida per la conquista del successo assoluto. Infatti coloro che partecipano potranno ambire anche al successo in una delle sette categorie Under 40 (età della coppia inferiore a 40 anni), Under 80 (somma dell’età della coppia inferiore a 80 anni), Over 80, categoria individuale uomini. Lui e Lei, Lei e Lei (categoria unica al raggiungimento delle tre coppie) e individuale donna (categoria unica al raggiungimento delle tre coppie).

Le iscrizioni su possono effettuare online sul portale www.real-time.it. La quota è di 20 euro per l’iscrizione della coppa, 15 per iscrizione individuale. Per chi si iscrive il giorno della gara è prevista una maggiorazione di 3 euro.

Click to comment

La MTB al centro di Hero Bike Festival 2018

L’appuntamento è per sabato 16 giugno 2018 a Selva Val Gardena, quando si svolgerà la nona edizione di HERO Südtirol Dolomites e, in occasione della maratona di mountain bike più dura al mondo, scatterà un lungo weekend di festa e divertimento all’insegna dell’off-road e delle montagne dolomitiche.  Dal 14 al 17 giugno 2018 andrà quindi in scena l’HERO Bike Festival, quattro giorni dedicati all’attività sportiva e alla mountain bike con diversi eventi collaterali che accompagneranno atleti, tifosi e accompagnatori nei giorni che precedono e seguono la maratona.

Image

LA MOUNTAIN BIKE AL CENTRO…
Protagonisti di HERO Bike Festival saranno ovviamente la mountain bike e le lunghe pedalate. Si inizierà a pedalare giovedì 14 giugno 2018 con la “scoperta” del percorso di gara. In questa giornata, e in quella successiva, gli appassionati avranno quindi la possibilità di esplorare i percorsi di gara in compagnia di guide che li accompagneranno lungo alcuni tratti dei due tracciati di 60 e 86 chilometri.

Image

La mountain bike sarà ovviamente la protagonista assoluta di sabato 16 giugno 2018 quando, alle ore 07.10, i 4018 concorrenti si sfideranno nella marathon di mountain bike. E per quanto riguarda le sfide, alle ore 15.00 di venerdì 15 giugno anche i più piccoli – dai 4 ai 12 anni – avranno l’opportunità di pedalare sui due percorsi non impegnativi lungo le vie del paese durante l’HERO Kids.

Sempre i più piccini potranno inoltre divertirsi con tatuaggi e il Face Painting presso l’area ove è allestita la Women’s Longue. Domenica 17 giugno 2018 ci sarà invece il Dolomites Bike Day, un evento cicloturistico con partenza da Corvara e Arabba, che permetterà a tutti gli amanti delle due ruote di percorrere in totale libertà gli storici passi dolomitici di Campolongo, Falzarego e Valparola che, per l’occasione, saranno chiusi al traffico dalle ore 10.00 della mattina sino alle ore 15.00 del pomeriggio.
Image

LO SPETTACOLO RUOTA ATTORNO ALLA MOUNTAIN BIKE

Da giovedì 14 a sabato 16 giugno, il centro di Selva Val Gardena vedrà anche l’allestimento dell’HERO Village dove saranno esposte le ultime novità inerenti il mondo della mountain bike, dalle biciclette agli accessori, la Bianchi Café & Cycles nonché la HERO Women’s Lounge, un’area dedicata interamente alle donne dove avranno l’opportunità di provare in prima persona alcune delle attività a loro dedicate, dalla colorazione delle unghie sino all’hairstyling.

Image

Novità che sfileranno anche la sera di giovedì 14 giugno 2018 durante la HERO Charity Fashion Night, un vero e proprio evento modaiolo durante il quale ci sarà l’occasione di esprimere tutta la propria solidarietà a favore di Sporthilfe Alto Adige per sostenere le giovani promesse dello sport. Imperdibile, infine, l’HERO Great Finale!, evento clou di HERO Bike Festival che avrà luogo a Medal Plaza nella serata di sabato 16 giugno 2018 durante il quale saranno premiati i vincitori della gara di mountain bike.

Un vero e proprio momento di festa, a suon di musica, per tutti i numerosi tifosi, gli accompagnatori, ma soprattutto loro, i 4018 partecipanti della HERO Südtirol Dolomites, i 4018 HERO.

Click to comment

Presentata la nuova maglia di leader del circuito 2018. Ancora quattro giorni per sottoscrivere l’abbonamento

E’ il colore della Natura, del mondo vegetale, è vita, crescita, fortuna, gioventù, primavera, fertilità e religione. E’ il colore delle forze equilibrate, il colore dell’evoluzione della mente e del corpo. E’ il colore verde che domina la nuova maglia di leader del Marathon Bike Cup Specialized, il circuito #amisuradibiker che grazie alla nuova formula #nonsolomarathon continua a catalizzare l’attenzione degli appassionati delle ruote grasse.

Il capo realizzato dalla Alka Sport, è griffato con il logo del circuito e degli sponsor che sostengono lo sforzo organizzativo tra i quali spicca l’azienda statunitense di biciclette Specialized che è anche name sponsor del challenge.

Vieni a pedalare lungo i tracciati delle quattro prove in programma: Granfondo Monte San Giorgio, Promenado Bike Marathon, La Via del Sale e l’Assietta Legend …e sogna la maglia di leader del prestigioso circuito piemontese.

Non perdere l’opportunità di iscriverti al più importante challenge mtb del Piemonte: il Marathon Bike Cup Specialized.

Soltanto coloro che sottoscriveranno l’abbonamento avranno l’opportunità di essere inseriti nelle due classifiche del circuito. Bike Cup classifica individuale riservata agli atleti e Team Cup, la classifica riservata alle società.

Gli abbonati alla Marathon Bike Cup Specialized avranno diritto ad accedere alle griglie degli iscritti cumulativi in base alla data d’iscrizione.

L’abbonamento al challenge offre inoltre l’opportunità di iscriversi alla prestigiosa Capolivieri Legend Cup in programma il 12 maggio 2018 al costo addizionale di € 25,00 anziché € 40,00 dell’iscrizione ordinaria.

L’abbonamento alle quattro gare del challenge prevede la seguente quota:

€ 110,00 fino al 15 Aprile 2018

Per tutti gli iscritti un super gadget: la magnifica felpa firmata Marathon Bike Cup

Ti aspettiamo sui campi di gara del Marathon Bike Cup-Specialized.

Click to comment

Iron Bike: oltre 600 iscritti alla Mediofondo MTB Bosco Difesa Grande

GRAVINA IN PUGLIA – In men che non si dica il numero degli iscritti ha frantumato il muro del fatidico numero 600. Stanno giungendo da ogni regione del Sud Italia, infatti, le richieste di partecipazione alla 5^ Mediofondo di Mountain Bike Bosco Difesa Grande – 3^ tappa dell’Iron Bike 2018. Probabilmente la gara più conosciuta del campionato, sicuramente la più amata per il suo percorso suggestivo e carico di adrenalina, si svolgerà a Gravina in Puglia domenica 8 aprile, organizzata dallo storico sodalizio locale AmicinBici Losacco Bike.
Sarà a tutti gli effetti una special edition per tutti gli amanti della mountain bike e del ciclismo in fuoristrada: tratti di bosco fitto si alterneranno a guadi di impetuosi ruscelli, salite spezza gambe faranno il pari con discese adrenaliniche, il tutto condito da abbondanti dosi di paesaggio mozzafiato.

UN PERCORSO SUGGESTIVO – Numerose e radicali, infatti, le novità dell’edizione 2018, tra cui il passaggio all’interno del “Canyon La Gravina”, elemento suggestivo fortemente voluto per lasciare gli atleti a bocca aperta e per rimarcare il viscerale legame della mountain Bike con il territorio, che permette una simbiosi atleta-natura impensabile per altri sport. Si tratta di una novità assoluta per la mountain bike in Puglia: uno scenario unico per il ciclismo e sino ad oggi del tutto inedito. 42 km e 1050 metri di dislivello: questi i dati dell’impegnativo percorso agonististico, già testato in massa nella prova percorso svoltasi la mattina del sabato Santo. Una trentina scarsa i chilometri per il tracciato non agonistico, dedicato ai cicloturisti.

Percorso estremamente divertente, con tutte le componenti del fuoristrada attive, ma anche di difficile interpretazione, a causa della presenza di numerosi “muri”, corte ma impervie salite mozzafiato sulle quali sarà necessario dosare bene le forze. Punti di forza del tracciato il guado di due ruscelli e la possibilità di pedalare accanto agli insediamenti rupestri nel paleolitico. Storicamente molto apprezzata la sezione storica nel bosco Difesa Grande, che seppur ferito dagli incendi di agosto 2017, è sempre pronto a far divertire i ciclisti nei suoi sentieri ricoperti di foglie di quercia.

L’APPUNTAMENTO – Ore 7.00 / 9.00 ritrovo, verifica licenze, Consegna numero di gara, consegna CHIP presso l’area panoramica di Capotenda a ridosso del canyon (via Madonna della Stella nei pressi del passaggio a livello). Ore 9:30 partenza ufficiale. Premiazione a partire dalle 12:30: saranno premiati i primi 3 assoluti ed i primi 5 di ogni categoria. Previsti 15 premi speciali a sorteggio. Confermata la prova per le E-BIKE, biciclette a pedalata assistita. La partenza della gara dedicata avrà luogo 10 minuti prima della corsa ufficiale.

GLI ORGANIZZATORI: ASD AMICINBICI LOSACCO BIKE – Composta da giovanissimi, esordienti, allievi e amatori, la storica associazione di Gravina fa perno sul direttore sportivo Franco Losacco, uno dei più longevi commercianti e meccanici di biciclette nella città murgiana. Dal 2015 l’ASD Amicinbici ha aperto una scuola di ciclismo riconosciuta dalla Federazione Ciclistica Italiana a livello nazionale.

Storica organizzatrice del Giro-Vista Torre Belmonte, tecnica gara di cross country, da cinque anni si cimenta con successo con la Mediofondo Bosco Difesa Grande, nel calendario dell’Iron Bike sin dalla prima edizione. Le precedenti edizioni della Mediofondo sono risultate essere sempre le più partecipate del circuito Iron Bike, con 552 partecipanti nel 2015, 650 nel 2016 e 550 nel 2017.

ISCRIZIONI – Le iscrizioni sono aperte a questo link sul portale dei cronometristi Icron.it. Inoltre tutti gli atleti tesserati presso la FCI, Federazione Ciclistica Italiana, sono tenuti tassativamente (pena l’esclusione dall’elenco dei partenti) ad effettuare l’iscrizione sul portale federale “Fattore K”. Tale obbligo vale sia per i cicloamatori che per gli agonisti.

ID GARA: 143944 – Codice Gara: F010 – Organizzatore: 14U1716.
La quota di iscrizione, per i soli cicloamatori, è fissata in € 25,00 a cui aggiungere il costo del chip di cronometraggio (€ 5,00 da versare in loco).

Click to comment

Abruzzo Mtb Cup: il 31 marzo ultimo giorno utile per abbonarsi

L’Abruzzo Mtb Cup 2018 si presenta ai blocchi di partenza con il massimo dell’impegno profuso in ambito organizzativo, l’entusiasmo e con tutte le forze in campo attraverso otto manifestazioni di grande spessore organizzativo.

Per abbonarsi, la quota di iscrizione è di 170 euro fino a sabato 31 marzo mentre sono possibili anche gli abbonamenti cumulativi con una formula molto vantaggiosa: per dieci atleti iscritti, l’undicesimo è gratis.

Oltre alla classifica individuale per le categorie agonistiche (esordienti, allievi, juniores ed open) ed amatoriali (élite sport, master 1-2-3-4-5-6over e le donne in un’unica categoria), è prevista una graduatoria per società a partecipazione oltre quella a punteggio con conseguente premiazione finale a Collarmele tenendo conto della maggior partecipazione anziché il livello delle stesse società.

Per il secondo anno consecutivo si comincia da Moscufo con il Tour degli Ulivi-Memorial Matteo Santucci (organizzazione Asd Bikenergy) il 15 aprile, a seguire Avezzano con la Granfondo La Via dei Marsi-Sport Avventura il 20 maggio (Avezzano Cycling Team), Scanno con la Marathon degli Stazzi il 3 giugno (Mtb Scanno), Campo di Giove con l’omonima granfondo il 10 giugno (Bike Shock Team), Rivisondoli con l’omonima marathon il 24 giugno (Functional Fit Chieti), Castel del Monte con la Gran Sasso Marathon il 1°luglio (Bike Team Bucchianico), Pescasseroli con la Granfondo Mtb del Parco Nazionale d’Abruzzo il 2 settembre (Asd Pescasseroli) e Collarmele con la Marathon I Sentieri dei Lupi (Asd Collarmele Mtb) il 30 settembre come prova conclusiva.

Il versamento deve essere fatto attraverso una ricarica sulla seguente carta Postepay nr. 5333 1710 5729 2746 intestata a PAOLO FESTA C.F. FSTPLA75E17C632I, trasmettendo a mezzo mail la ricevuta di tale pagamento all’indirizzo mail paolof75@gmail.com con la causale di pagamento abbonamenti circuito Abruzzo Mtb Cup 2018 oppure tramite bonifico bancario IBAN IT36F0760105138278090478091 intestato a PAOLO FESTA C.F. FSTPLA75E17C632I.

Click to comment

Granfondo Mari e Monti a tariffa agevolata sino al 31 marzo

Una grande opportunità per tutti coloro che vogliono vivere la Granfondo Mare e Monti, evento capace di attirare tantissimi bikers provenienti da tutta Italia e che da quest’anno sarà ancora più importante in quanto è stata inserita nel calendario del Prestigio di Mtb Magazine: tutti coloro che si iscriveranno fino al 31 marzo avranno la possibilità di partecipare al costo di 25 euro, mentre dal giorno seguente la tariffa si alzerà a 30 euro.

Sarà un’occasione importante per tutti coloro che vogliono pedalare dal mare di Civitavecchia fino ai monti della Tolfa, con la possibilità di scegliere tra i vari percorsi proposti dal Team Bike Race Mountain Civitavecchia, società organizzatrice della corsa.

Per aderire alla corsa è possibile visitare il sito Kronoservice 

La gara appartiene al Circuito Mtb Tour Toscana, per il quale si correrà l’8 aprile la Marathon Val di Merse, a Rosia, e al Circuito Mtb della Maremma Tosco Laziale, la cui decima edizione ha preso il via domenica scorsa all’Argentario. In questa prima tappa il Team Bike Civitavecchia ha conquistato la dodicesima posizione assoluta e la seconda di categoria con Angelo Guiducci; sul podio di categoria salgono anche Andrea Pezzotti e Mariano Zoco, rispettivamente 2/o e 3/o M4, insieme a Marco Crescentini, primo degli M8, e a Claudia Cantoni, seconda delle W2. Nella top 10 di categoria W1 c’è Veronica Fico, nona.

Molto ampia è stata la partecipazione di tutti i corridori del Team Bike Race Mountain Civitavecchia. Questi tutti gli altri risultati: Vladimiro Tarallo 17/o M3, Emanuele Rossi 27/o M3, Massimo Egidi 18/o M4, Diego Cherubini 30/o M3, Luigi Quintiero 24/o Elmt, Federico Santini 20/o M1, Marco Boccialoni 26/o M2, Mirko Deiana 32/o Elmt, Marco Panfili 50/o M3, Damiano Ilari 38/o M2, Fabrizio Nunzi 17/o M6, Luigi Trasarti 55/o M4, Gianluca Belli 56/o M4, Egidio Priante 19/o M6, Simone Bertolotti 83/o M3, Angelo Iuliano 56/o M5, Fabrizio Sanna 82/o M4, Matteo Torrioni 43/o Elmt, Fabio Ottavianelli 76/o M5, Mauro Tarantino 124/o M4, Diego Salerni 98/o M5. Hanno preso parte alla gara anche Ludovico Cristini e Roberto Tamiri.

Click to comment

Marathon Bike Cup Specialized: nasce la classifica Granfondo Cup

La storia del circuito Marathon Bike Cup Specialized non è un senso unico, è un challenge #nonsolomarathon.

Il challenge #amisuradibiker vuole premiare anche la passione dei biker che scelgono di partecipare agli eventi in programma sulle distanze meno impegnative e divertirsi nelle quattro regine dell’off road piemontese.

Al fianco della classifica Bike Cup nasce così la classifica Granfondo Cup a cui concorreranno i bikers che prenderanno parte a tutte le quattro prove granfondo del challenge (Granfondo Monte San Giorgio e La Via del Sale oltre alle prove Granfondo degli eventi Promenado Bike e Assietta Legend).

In occasione delle premiazioni finali del circuito verrà consegnato un premio speciale ai vincitori della classifica a punti di ciascuna categoria: il riconoscimento dell’impegno dei migliori bikers piemontesi che si sono misurati nelle prove granfondo con una maglia di leader di classifica a loro dedicata.

Il Marathon Bike Cup Specialized si conferma dunque il challenge che premia la passione di tutti i bikers, con due classifiche a punti per quattro grandi gare nelle quali si assegneranno il titolo di Campione Italiano e Campione Regionale XCM.

Che cose aspetti ad iscriverti? Tra cinque giorni, il 31 marzo, scade la quota regolare a 96 euro per la sottoscrizione dell’abbonamento. Non attendere ancora sottoscrivi il tagliando e risparmia subito 14 euro

L’abbonamento al challenge offre inoltre l’opportunità di iscriversi alla prestigiosa Capolivieri Legend Cup in programma il 12 maggio 2018 al costo addizionale di € 25,00 anziché € 40,00 dell’iscrizione ordinaria.

L’abbonamento alle quattro gare del challenge prevede la seguente quota:

€ 96,00 fino al 31 Marzo 2018

€ 110,00 fino al 15 Aprile 2018

Per tutti gli iscritti un super gadget: la magnifica felpa firmata Marathon Bike Cup

Click to comment

Mountain Bike: domenica tutta la Puglia a Corato per il Memorial Del Vecchio

CORATO (BA) – Torna sulla scia della tradizione della prima ora l’appuntamento con il Memorial Giuseppe Del Vecchio di mountain bike. La domenica delle Palme si correrà nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia presso il circuito del Bosco del Pedale, in agro di Corato, con partenza e arrivo all’interno dell’agriturismo Torre Sansanello. E sarà una cross country, ovvero la disciplina olimpica per eccellenza della mountain bike. Accantonato, di fatto, l’esperimento della corsa in linea testato l’anno scorso.

Un percorso altamente tecnico, simbolo storico della mountain bike a Corato (BA), quello che si snoda intorno all’altura di Serra Cecibizzo, vera e propria porta di accesso al Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Il tracciato passa nel fitto bosco di conifere e poi si lancia sul canale principale dell’Acquedotto Pugliese. È l’unica gara di mountain bike prevista sul territorio coratino per il 2018, 5,5 km circa da ripetere cinque volte per le categorie maggiori e due volte per le categorie giovanili.

L’evento, giunto alla quarta edizione, è organizzato dal vice presidente del comitato Bari-Bat della Federazione Ciclistica Italiana, Mimmo del Vecchio, in memoria di suo padre (e primo tifoso) Giuseppe. La tappa segna l’apertura del circuito di gare regionali di mountain bike cross country “Puglia in Tour” organizzato dalla Federazione Ciclistica e dedicato in particolar modo agli agonisti e alle categorie giovanili.

Si è infatti registrato un boom di iscrizioni proprio nelle categorie giovanili, che hanno superato quota 100 unità. Circa 80, invece, i cicloamatori. Per i ragazzi esordienti, allievi e juniores le cross country rappresentano il terreno ideale di confronto e di crescita, poiché disciplina olimpica.

5,580 km di un tracciato velocissimo con insidie tecniche dietro l’angolo, specialmente se la breccia dovesse risultare umida (come lasciano intendere le piogge di questi giorni) e le conche diventare pozzanghere (come già sono da una settimana). Terreno duro, pietre sporgenti tipiche del panorama carsico, canale principale dell’acquedotto pugliese e boschi di querce. Sono questi gli aspetti salienti del percorso dell’edizione 2018 del Memorial Del Vecchio, unica competizione in mountain-bike attualmente prevista sul territorio coratino. Prima della partenza saranno ricordati due ciclisti e biker coratini recentemente scomparsi per malattia, Peppino Cipri e Cataldo Livrieri.

BICI E TRADIZIONI – Come da tradizione il Memorial non si limiterà all’aspetto meramente agonistico: la festa andrà avanti ben oltre la linea d’arrivo, con una prelibatezza casereccia: il pane casereccio con la sponsalata, una ricetta storica della signora Del Vecchio, la giusta simbiosi tra sport, territorio e tradizione.

MOTIVAZIONI AFFETTIVE – «Ho scelto la Murgia perché mio padre era agricoltore, mi portava spesso nei luoghi più nascosti delle nostre alture, specialmente per funghi, quando la Murgia era veramente selvatica e lontana dal turbinio delle città – spiega Mimmo del Vecchio – ringrazio quindi tutti gli sponsor che mi hanno sostenuto, i proprietari di Torre Sansanello, ma anche e soprattutto la mia famiglia e gli amici del Team Eurobike, che anche quest’anno condivideranno con me le fatiche necessarie a vedere il sorriso sul volto di tutti a fine gara. Il legame di mio padre con la terra era viscerale, imprescindibile e lo ha trasmesso, integro, nel mio DNA. É vero che seguiva il ciclismo su strada da grande appassionato: io avrei anche potuto organizzare una corsa su strada – aggiunge Del Vecchio – ma sono sicuro che non sarebbe la stessa cosa dal punto di vista affettivo». Un legame speciale quello che ha unito i Del Vecchio padre e figlio, rafforzato dal tifo e dagli incoraggiamenti, che in famiglia non sono mai mancati: «Quanto rimpiango ancora quelle volte in cui mio padre mi accompagnava fin sulle gare, come quando correvo a Canosa. Sono emozioni che mi mancano; a mio padre devo tutta la mia trentennale carriera ciclistica».

IL PROGRAMMA – Ritrovo, iscrizioni e verifica licenze dalle 8:0 alle 9:00. Riunione tecnica per tutte le categorie alle 9:15. Prima partenza (max 75 minuti di gara) alle 9:30. Seconda partenza (max 40 minuti di gara) alle 11:00. La prima gara è destinata alle categorie over 17 anni, la seconda alle sole categorie agonistiche giovanili Allievi ed Esordienti, dai 13 ai 16 anni, probabilmente la gara più attesa visto il parterre di iscritti, tra i quali figurano diversi campioni italiani del ciclocross. Al termine delle gare rinfresco e premiazioni, mentre per il pranzo è possibile prenotare presso l’Agriturismo a prezzo convenzionato.

LE ISCRIZIONI – I cicloamatori non della FCI possono seguire la procedura sul portale Icron, mentre tutti i tesserati della Federazione Ciclistica Italiana devono accedere al Fattore K (ID GARA: 143609). Quota di iscrizione di € 15,00 per i cicloamatori. Gratuita, come da consuetudine, per gli agonisti.

IL CIRCUITO PUGLIA IN TOUR – Nato nel 1999 ha cambiato più volte nome e modalità, intervallando periodi di attività a periodi si sosta. Ora, spinto dai federali Onofrio Nardelli e Massimo Cassano torna in grande stile, proponendosi come l’unico circuito regionale di cross country per le categorie agonistiche ed amatoriali in seno alla Federazione Ciclistica. 13 tappe da marzo ad ottobre, da Corato a Foggia a Maglie, tutte valevoli per l’assegnazione del titolo regionale di Cross Country Olimpico. Premiazione finale con premi /premi in natura/montepremi in danaro per agonisti oltre a buoni acquisto per amatori per un valore di € 1000,00. Info su www.pugliaintour.eu.

AGGIORNAMENTO SULLE CONDIZIONI DI COLUCCI – Fonti vicine alla sua società sportiva hanno reso noto che Leonardo Colucci, vittima di una caduta domenica scorsa a Castel del Monte, è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico per la riduzione dell’emorragia cranica. L’intervento è tecnicamente riuscito e ora è fondamentale la sua reazione nella fase post operatoria. Le sue condizioni, critiche, seppur stabili, hanno mostrato lievissimi segni di miglioramento. Tuttavia non lo si può ancora considerare fuori pericolo. Dalle analisi cliniche emergerebbe che l’incidente sia stato causato dalla perdita dei sensi per un malore. Con buona probabilità un aneurisma, il che porta ad escludere le cause agonistiche. «Forza Leonardo, devi arrivare in cima a questa salita, noi faremo il tifo per te sino al GPM!» si legge in rete tra gli sportivi del settore.

Click to comment

Sarà un Marathon Bike Cup Specialized grandi firme quello che si apre a Piossasco il 6 maggio

Ancora dieci giorni per abbonarsi al circuito Marathon Bike Cup Specialized 2018 usufruendo della quota regolare a 96 euro che offre l’opportunità di partecipare alle quattro prove della kermesse #AMISURADIBIKER, un circuito che si aggiorna e propone la nuova formula #NONSOLOMARATHON.

In questo momento non c’è niente di meglio della fantasia per anticipare i tempi e scatenare l’immaginazione sulla nuova stagione che vedrà il circuito assegnare ben due titoli: il primo luglio in occasione della Assietta Legend in programma a Sestriere verranno infatti assegnati i titoli nazionali XCM FCI, mentre, novità di queste ore, il 10 giugno la Promenado Bike Marathon dei Forti Albertini che si svolge a Vinadio (Cuneo) sarà valida come prova unica per l’assegnazione del campionato regionale XCM 2018.

Mentre continuano ad arrivare le adesioni al circuito, va evidenziata l’adesione della formazione mtb elite UCI Team Giant LIV Polimedical guidata dalla Team Manager Loredana Manzoni e dal Direttore Tecnico Gianfranco Bechis, il cui obiettivo primario è quello di conquistare diversi successi nelle Marathon, ovvero le gare che superano i sessanta chilometri di e hanno un dislivello medio di duemila metri in positivo.

A tingere con i colori dell’iride la scena piemontese sarà l’ex campione del mondo Marathon 2012 e più volte campione greco Ilias Periklis, che può vantare anche diverse vittorie di altissimo livello sulle lunghe distanze, insieme all’esperto colombiano Hector Leonardo Paez Leon che lo scorso anno conquistò un successo in Belgio e diversi piazzamenti inoltre nelle stagioni 2008 e 2012 ha partecipato alle olimpiadi estive, Diego Alfonso Arias Cuervo e la torinese Costanza Fasolis che non fa mistero di prediligere i tracciati delle gare piemontesi e ligure e dunque sarà tra le sicure protagoniste del Marathon Bike Cup Specialized.

Numerosa anche la presenza degli appassionati delle ruote artigliate piemontesi amatoriali, tra cui spicca l’associazione Pedale Leynicese capitanata da Cristiano Borgo con ben 26 abbonati e la Master Team del presidente Cristiano Azeglio che di tagliandi ne ha sottoscritti 25.

Lotta aperta, quella che si combatterà a colpi di pedale lungo i circuiti delle quattro affascinati prove del Marathon Bike Specialized

L’abbonamento al challenge offre inoltre l’opportunità di iscriversi alla prestigiosa Capolivieri Legend Cup in programma il 12 maggio 2018 al costo addizionale di € 25,00 anziché € 40,00 dell’iscrizione ordinaria.

L’abbonamento alle quattro gare del challenge prevede la seguente quota:

€ 96,00 fino al 31 Marzo 2018

€ 110,00 fino al 15 Aprile 2018

Per tutti gli iscritti un super gadget: la magnifica felpa firmata Marathon Bike Cup

Click to comment

Iron Bike: festa triste a Castel del Monte

CASTEL DEL MONTE (Andria) – Gli ingredienti per una doppia festa, se non tripla, c’erano tutti. L’ottimo numero di partenti (ben 400) e la vittoria di CapitanCarrer (Maurizio Luigi) nel giorno del suo 49° compleanno, il quinto nelle vesti di organizzatore e coordinatore del campionato di corse ciclistiche in fuoristrada “Iron Bike”. Ma il cielo, azzurro e terso sin dalle prime luci del mattino, si è improvvisamente incupito quando intorno al km 10 di gara un grave incidente è occorso a uno dei più stimati atleti di tutto il panorama ciclistico pugliese.

L’INCIDENTE – In discesa, lungo uno dei tratti più suggestivi dell’intero tracciato e nel cuore del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Leonardo Colucci, 37 anni di Alberobello, è stato vittima di una rocambolesca e violenta caduta. È attualmente al policlinico di Bari e la prognosi è riservata. Le sue condizioni sono apparse sin da subito critiche e in tanti, tra i corridori, si sono fermati a prestare i primi soccorsi, abbandonando di fatto la gara.

Successivamente all’intervento del presidio medico del percorso (autoambulanza con personale medico), Leonardo è stato trasferito all’ospedale Bonomo di Andria e di lì al Policlinico di Bari, dov’è attualmente ricoverato. Ad assisterlo la famiglia e i compagni di squadra della ASD New Cycling Team.

Non appena disponibili notizie certe e/o bollettini medici questa news sarà integrata, con l’accorato augurio di dover raccontare solo miglioramenti. Nel frattempo ogni festeggiamento post tappa è sospeso.

LA GARA – Denominata “V Mediofondo Castel del Monte”, la competizione ciclistica dedicata alle mountain bike si è svolta sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana con partenza e arrivo presso il C.A.T. nei pressi del ristorante “L’Imperatore”. L’evento pè stato patrocinato dal Parco Nazionale dell’Alta Murgia e del comune di Andria e rappresenta una delle più importanti “classiche” ciclistiche della regione Puglia.

«Resisti, guerriero. Ti stiamo aspettando – si legge nel comunicato stampa congiunto New Bike Andria (organizzatrice della gara) e Iron Bike – Abbiamo da poco appreso che le condizioni dell’atleta coinvolto nella caduta di oggi restano gravi. Le classifiche, lo spumante, le nuove maglie assegnate sono cosa irrisoria rispetto a quanto successo e quindi tutti gli aspetti ludici sono sospesi. Forza Leonardo, tutto il circuito è con te».

Caloroso il ringraziamento ai primi soccorritori: «Tra i primi che si sono fermati c’erano anche dei ciclisti che nella vita di tutti i giorni svolgono la professione, anzi la missione, di medico. Con loro sono stati tanti gli atleti che hanno sospeso la gara (dalla classifica finale si evince che sono circa un quarto del totale) e i messaggi di incoraggiamento e pronta guarigione che in questi minuti stanno pervenendo sui nostri canali social vanno ben oltre la semplice sportività. Tutto questo calore vorremmo che arrivi, intatto, a Leonardo»

Click to comment

Iron Bike 2018: la carica dei 400 a Castel del Monte

CASTEL DEL MONTE (Andria) – Sale vertiginosamente con l’ansia dell’attesa il numero degli iscritti alla seconda prova dell’Iron Bike 2018. Il muro dei 400 ciclisti è stato abbattuto questa mattina mentre in casa New Bike Andria fervono i preparativi per curare gli ultimi dettagli della gara ciclistica in mountain bike ai piedi del Castel del Monte.

Quella di domenica 18 sarà infatti una classicissima del calendario di mountain bike della regione Puglia, presente, sotto diverse forse, sin dagli albori di questa disciplina sportiva nei primi anni ’90. È senz’ombra di dubbio il fascino del maniero federiciano a richiamare in massa il popolo della bicicletta, ma anche la peculiarità del percorso disegnato nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia, denso di passaggi tecnici in cui scaricare tutta l’adrenalina e di scorci paesaggistici capaci di togliere il fiato (quasi) quanto le salite della seconda parte.

SCOPRIRE LA MURGIA PEDALANDO – Un percorso, quello tracciato dai ragazzi della New Bike Andria, che sa coniugare gli aspetti puramente agonistici con quelli più ludici, sui quali potranno divertirsi an che i meno esperti e i cicloturisti. Ben due, infatti, i percorsi previsti. Il primo, di 47 km e 870 metri di dislivello destinato ad agonisti e cicloamatori, ovvero quello “competitivo”, e il secondo, 30 km più agevoli destinato ai cicloturisti che concorrono senza agonismo. 15 km in meno, dunque, per il percorso non competitivo, che non ha nulla da invidiare al fratello maggiore, potendo anzi vantare l’esclusione della lunga ed impegnativa salita finale. Un’occasione imperdibile per pedalare in sicurezza nelle bellezze del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

SINERGIA CON IL PARCO NAZIONALE – Ad abbassare la bandiera a scacchi sarà il vice presidente vicario del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, dott. Cesareo Troia. L’evento, patrocinato dall’Ente Parco Nazionale, rappresenta una sinergia tra area protetta e fruitori, nell’ottica europea delle linee guida per un turismo sostenibile, di cui senz’ombra di dubbio la bicicletta è un mezzo d’elezione.

L’APPUNTAMENTO – Domenica mattina ritrovo a partire dalle ore 7:30 presso il C.A.T. di Giovanni Basile (SS 170 Km 0,065 Dir. A). La partenza ufficiale è prevista alle 9:30. Operazioni logistiche e dopogara presso il ristorante L’Imperatore, nei cui spazi avverrà la premiazione e sarà offerto un rinfresco a tutti i partecipanti. Confermata la prova per le E-BIKE, biciclette a pedalata assistita, la cui partenza avrà luogo 10 minuti prima della corsa ufficiale.

VERIFICA TESSERE – La punzonatura, verifica tessere e consegna dei pettorali di gara potrà essere effettuata già dal pomeriggio di sabato 17 marzo presso i locali della New Bike allestiti nel punto vendita “Cicli Lalluccio” in via Vittor Pisani 58 (Andria) dalle ore 16:00 alle ore 19:00. La quota di iscrizione è di € 25,00 più 5,00 € per il chip del cronometraggio. Garantiti ristori sul percorso, assistenza medica e rinfresco post gara, mentre le convenzioni per il pranzo sono disponibili su www.ironbikepuglia.it.

I RINGRAZIAMENTI – «Sono ore frenetiche per noi – spiegano in casa New Bike – ma stiamo lavorando per garantirvi una domenica all’insegna del divertimento, curando ogni dettaglio. Per questo è doveroso, da parte nostra, ringraziare le istituzioni che ci stanno vicine, il comune di Andria con l’assessore allo sport Michele Lopetuso e il Parco con Cesareo Troia». Doveroso anche il ringraziamento ai partner dell’evento, «Tutte aziende del territorio che credono nella mountain-bike come veicolo di promozione dei loro prodotti, e cioè: Allianz Attimonelli e Volturno, Cicli Lalluccio, Conversano Costruzioni, 958 Santero, Inchingolo Domenico SRL, Zen Cafè, 2G, Fm Ascensori».

Click to comment

Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini: nuovo trionfo di Gianfranco Mariuzzo alla Veneto Cup

Ancora un fine settimana di ottimi risultati per la Mtb Santa Marinella-Cicli Montanini impegnata sul duplice fronte mountain bike e strada.

A Vidor il Trofeo Eclisse-Gran Premio Sogno Veneto, prova di Veneto Cup della specialità cross country, ha sorriso a Gianfranco Mariuzzo, al secondo successo consecutivo nella sua categoria master 5 di stretta misura su Paolo Alverà con il quale ha condiviso a lungo la testa della gara.

A Medole, in Lombardia, prima gara della stagione 2018 in mountain bike per Lorenzo Bedegoni alla Southgarda Bike Marathon dove si è reso protagonista tra i 750 bikers partenti in una giornata da tregenda tra pioggia e freddo.

La Orvieto Wine Marathon, in Umbria, ha fatto registrare le presenze dello juniores Giacomo Ragonesi, del master 2 Francesco Farinato e del master 3 Mauro Iacobini.

Stradisti impegnati alla Granfondo Città di Cerveteri, apertura del circuito Fantabici: nonostante il cattivo tempo, onorevole partecipazione per Pierluigi Stefanini (quarto di categoria tra i master 5 nel percorso corto di 85 chilometri) e Diego Antimi (ottavo tra i master 1 nel percorso lungo di 127 chilometri).

 

Click to comment

Francigena MTB Cup: sabato la prova d’apertura a Senna Lodigiana

La Via Francigena rappresenta un modo di viaggiare lento e meditativo, che permette di conoscere luoghi e persone con il giusto tempo, alla maniera profonda degli antichi che conoscevano il valore della fatica e dell’ospitalità, l’importanza del cammino e dell’incontro tra i popoli.

La Francigena MTB Cup è invece l’evento sportivo dedicato alle ruote grasse articolato in undici prove, promosso dal comitato provinciale CSAIn di Lodi in collaborazione con federazione ed enti convenzionati, che offre agli appassionati di questa disciplina l’opportunità di pedalare e confrontarsi all’insegna di un sano agonismo, scoprire percorsi straordinari e il valore della fatica, socializzazione e condivisione.

Sabato 17 marzo, la settima edizione della Senna Superbike Race, segnerà la partenza del lungo viaggio che porterà i bikers a scoprire angoli incontaminati delle regioni Lombardia ed Emilia Romagna, in cui la mountain bike è compagna fedele nella ricerca di nuove emozioni da condividere non solo all’insegna dell’agonismo.

Dirigenti e appassionati dell’associazione Sport Frog Senna guidati da Fabio Idini e Luigi Mascherpa, hanno disegnato un circuito che non presenta particolari dislivelli altimetrici, terreno ideale per coloro che vogliono iniziare a praticare attività agonistica, coloro che non sono riusciti a raggiungere un livello di preparazione ottimale e naturalmente anche gli agonisti che per conquistare l’ambito traguardo dovranno cercare di imporre un elevato ritmo di gara.

I partecipanti si misureranno lungo un percorso di gara di dodici chilometri, da ripetere tre volte, tracciato all’interno del Parco Golena del Po’, in cui tratti in sterrato si alternano a single track e strade bianche.

Un evento che coinvolge anche la famiglia, offrendo l’opportunità di scoprire il tratto della Via Francigena a Corte di S. Andrea e il Parco Golena del Po’.

Le iscrizioni si terranno dalle 13:00 alle 14:30 presso l’oratorio della frazione Guzzafame di Senna Lodigiana. Sarà possibile agevolare le operazioni di consegna numeri Inoltrando un’email di preiscrizione all’indirizzo tageventi@virgilio.it fornendo tutti i dati del partecipante. Tale procedura permetterà ad atleta di Iscriversi ad un prezzo agevolato che sarà comunque da pagarsi in loco il giorno della gara.

“Vorrei ringraziare le autorità locali, le responsabili del bar dell’oratorio – sottolinea uno degli organizzatori – i proprietari terrieri e tutti i volontari che nella giornata di sabato grazie alla loro opera permetteranno il regolare svolgimento dell’evento e offriranno i servizi a biker e accompagnatori”

 

 

Credit photo: Fulvio Tonali, Sara Sangalli, Gabriele Tosi

 

Click to comment

SOUTHGARDABIKE sfida la pioggia : il risultato è una domenica piena di emozioni

Oltre 1100 partecipanti per celebrare l’evento che ha coniugato, in grande stile, agonismo divertimento  e promozione del territorio. Il toscano Failli cala il Tris e la Lituana Sosna vince per la seconda volta .

Medole  Grigio in cielo, il sole nel cuore. E’ l’emozione di una domenica sotto la pioggia a pedalare tra le colline ricamate dai vigneti .

Uno Start dalle grandi occasioni con tutti i migliori professionisti del settore pronti ad entrare nell’albo dell’oro della Southgardabike . Una prova che nei suoi 12 anni è diventata Monumento del calendario della Mountain bike Nazionale  e si è visto non solo dalle presenze dei Grandi nomi del settore ma dagli oltre 1000 appassionati che hanno sfidato pioggia e vento e tagliare il traguardo emozionanti dell’impresa stampata in volto .

Un’immagine che resterà indelebile nella memoria degli organizzatori gratificati dalla bella riuscita dell’evento . Una Southgardabike spettacolare, parla Palvarini Tazio Presidente del c.o. : un’edizione indimenticabile ,penso la più emozionante ,vedere oltre 1000 partecipanti non rinunciare ed essere in griglia alla mattina ,hanno dimostrato fiducia nella nostra organizzazione e abbiamo messo in campo tutte le nostre forze per non deluderli .Voglio ringraziare oltre i partecipanti gli oltre 500 volontari ,forze dell’ordine ,amministrazione , sponsor che si sono coesi per questo grande risultato .

Vice Sindaco di Medole  Comparetti Salvatore , ci tengo a ribadirlo: Questa Southgardabike è senza dubbio un grande successo – ci racconta – Non mi aspettavo tanta partecipazione ed entusiasmo con un meteo cosi terribile , è stata senza dubbio una grande giornata  ,ho letto giornali dichiarare l’evento una Classica del Panorama Nazionale , è sicuramente un lustro  per un paese di quattromila abitanti  poter dare visibilità e portare sul nostro territorio appassionati  da tutta Italia e oltre ,questo ci permette di far conoscere la nostra economia locale e promuoverla.

Qui non troviamo solamente l’amministrazione comunale di Medole, anche tutti i comuni delle Colline Moreniche e  quindi i privati in primis l’azienda Franzini Main sponsor dell’evento che con il loro sostegno hanno permesso la realizzazione della manifestazione e poi le associazioni, il vero braccio dell’attivissima macchina organizzativa.

La Granfondo Southgardabike cala così il sipario su quella che è già stata definita “una vittoria di squadra”! l’amministrazione di Medole nell’accogliere e promuovere l’iniziativa , poi le associazioni tutte dai volontari all’Associazione nazionale Carabinieri, dalle 6 amministrazioni comunali interessate dall’evento alle associazioni di Medole che hanno dato vita ai servizi.

Ma per quanto grande e ben riuscito questo non è ancora visto come un traguardo già raggiunto, bensì come un solido punto di partenza sul quale costruire una nuova sfida targata 2019.

 

Click to comment

Le novità de La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme

“Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare” – Winston Churchill. “La Vecia Ferovia dela Val de Fiemme” del 5 agosto è uno degli appuntamenti storici di Trentino MTB e rimane una classica delle ruote grasse, ma non significa che una manifestazione collaudata non possa riservare anche delle sontuose novità ai propri appassionati.

Nel dettaglio del percorso del prossimo agosto “spariranno” 5 chilometri di pianura, affrontando subito la salita dopo la partenza da Ora (BZ), ed arrivati a Molina di Fiemme in Località Presepio ci sarà la deviazione fra i percorsi “classic” e “short”, già, perché da quest’anno i tracciati della competizione trentina saranno ben due. Da qui al secondo GPM il passo è breve, prima di scendere in località Cascata rientrando a Molina sulla ciclabile e giungendo a Piazzol, mentre il percorso “short” dalla deviazione si immetterà direttamente verso il traguardo. La “Vecia Ferovia” leva un tratto di pianura per aumentare il pathos, ricordando che e-bike ed escursionisti partiranno al medesimo orario, con le prime obbligate a svolgere l’itinerario tradizionale mentre i secondi potranno scegliere tra “classic” e “short” specificandolo al momento dell’iscrizione.

La prossima sfilata agonistica messa in scena dalla ASD Polisportiva Molina di Fiemme riserva dunque un allettante menù, il “classic” si comporrà infatti di 47 km e 1.549 metri di dislivello, mentre lo “short” dedicato agli escursionisti metterà a disposizione 36 km e 1.056 metri di dislivello, alla volta di una 22.a edizione che si prospetta densa di piccoli ma grandi cambiamenti.

I poco più di trenta chilometri e circa mille metri di dislivello sono affrontabili per chiunque, anche dai bikers che non hanno “macinato” molti sterrati prima di allora, permettendo anche a chi non ha molta affinità con le ruote grasse di salire in sella e concedersi una passeggiata turistica sulla via dell’antico trenino che collegava le due province.

Possibilità di scelta percorso riservata anche ad escursionisti (km 47 o 36) ed E-Bike (47 km).

A soli 30 euro entro il 22 luglio ci si potrà così portare a casa una delle competizioni più partecipate dello stivale su ruote artigliate. Trentino MTB non è mai stato così a portata di pedale.

Click to comment

Abruzzo Mtb Cup: primavera sui pedali a Moscufo e ad Avezzano

L’Abruzzo Mtb Cup prosegue la sua marcia di avvicinamento alla sesta edizione: otto prove in calendario, un lavoro davvero straordinario imbastito dagli organizzatori del circuito per la crescita del fuoristrada abruzzese, per migliorare la qualità dei servizi offerti e a beneficio dei territori attraversati dal lungo serpentone di atleti in sella a una mountain bike tra stradine sterrate in collina, i boschi e le montagne simbolo della regione come la Majella, il Gran Sasso e il Velino Sirente. Domenica 15 aprile si riparte di nuovo a Moscufo con il Tour degli Ulivi-Memorial Matteo Santucci: la regia organizzativa è a cura dell’Asd Bikenergy che si dedica con passione alla mountain bike e che fa di questa gara il suo principale punto di forza della propria attività.

Il Tour degli Ulivi è la gara di mountain bike più longeva nel panorama fuoristradistico e che quest’anno presenta un percorso di 20 chilometri da ripetere due volte tra le dolci colline dell’entroterra pescarese. In calendario domenica 20 maggio ad Avezzano la Granfondo La Via dei Marsi-Memorial Tiziano Masci a cura dell’Avezzano Cycling Team che ripropone il giro lungo di 45 chilometri con 1370 metri di dislivello prevalentemente disegnato nel territorio del Parco Regionale Velino-Sirente ed anche il cicloturistico di 28 chilometri per i meno allenati. La manifestazione marsicana si propone invariata nella struttura e nella logistica (Centro Merci della Marsica sede della Croce Rossa), forte del successo e dei consensi ottenuti negli anni precedenti anche dai bikers fuori regione.

Per abbonarsi al circuito 2018, la quota di iscrizione è di 170 euro fino al 31 marzo mentre sono possibili anche gli abbonamenti cumulativi con una formula molto vantaggiosa: per dieci atleti iscritti, l’undicesimo è gratis.

 

Click to comment

To Top