La 100 km dei Forti che infiamma l’Alpe. Parata di stelle alla Mitica in MTB

Sabato e domenica c’è la 100 Km dei Forti da Parco Palù a Lavarone Gionghi. In gara Ragnoli, Dutto, Righettini, Peretti, Depaul, Mandelli, Mensi, Pietrovito, Risatti. Il campione su strada e MTB Gilberto Simoni è l’ospite d’onore della 28.a edizione. Fra 1000Grobbe Bike Challenge, Marathon e Classic la 100 Km è anche 4ALL

Ci siamo: è tempo di vivere le emozioni della 100 Km dei Forti, mix incredibile di sport, storia e leggenda sulle ruote grasse in Trentino, sull’Alpe Cimbra. Sabato 8 la Nosellari Bike apre le danze con 33,7 km da Nosellari a Lavarone Gionghi, mentre la giornata di domenica 9 sarà animata dai tracciati Marathon (94,86 km) e Classic (52,39 km).

Una vera parata di stelle della mountain bike quella pronta a schierarsi in griglia di partenza alla 28.a edizione della 100 Km dei Forti. Primo su tutti il tre volte campione italiano MTB Marathon Juri Ragnoli che alla gara dell’Alpe Cimbra vanta già quattro vittorie (2019, 2015, 2014 e 2012) e tre secondi posti (2018, 2017 e 2013). Sarà una sfida accesa quella fra il bresciano Ragnoli e il cuneese ormai trapiantato in Trentino Pietro Dutto, anche lui abile conoscitore della “100 Km” che dopo le due vittorie consecutive alla combinata 1000Grobbe Bike Challenge (2022 e 2023) è pronto a cimentarsi sul tracciato Marathon.

Riflettori puntati anche sui neo-campioni italiani di categoria Luca Accordi (M1) e Gabriele Depaul (M2), oltre a Chiara Mandelli (W5) che dopo tre piazzamenti a podio va a caccia della vittoria, e Claudia Peretti (DE) forte della vittoria nella combinata della passata edizione. In campo femminile potrà dire la sua anche la giovane e promettente classe 2003 Vittoria Petrovito, mentre le talentuose Chiara Burato (Mentecorpo Cicli Drigani Team) e Debora Piana (Team Cingolani Specialized) si terranno occupate durante tutto il weekend con il 1000Grobbe Bike Challenge e infuocando la sfida per la vittoria della prestigiosa combinata. Senza dimenticare che ad arricchire il parterre dei “big” ci penseranno il campione iridato greco Ilias Periklis, Andrea Righettini, già 2° nella Marathon del 2021, Christian Pallaoro (Team Cingolani Specialized), Daniele Mensi vincitore nel 2014 del 1000Grobbe Bike Challenge, Nicola Risatti, già conquistatore del circuito Trentino MTB, e Omar Zampese, vincitore del Prestigio MTB, blasonate rassegne in cui la 100 Km dei Forti rientra in pianta stabile con l’Easy Cup MTB, il DJ Cup MTB e il Trek ZeroWind MTB Challenge.

A rispondere presente per l’appuntamento con la 100 Km dei Forti anche gli attuali leader delle classifiche provvisorie dell’Easy Cup MTB: Simona Ongari (W2) e la già citata Chiara Mandelli (W5), Lorenzo Salghetti (ELMT), Mattia Finazzi (M1), Mattia Dellavite (M2), Simone Arici (M3), Michele Faccioli (M4), Claudio Segata (M5), Fabio Belotti (M6), Angiolino Paroletti (M7) e Leonardo Arici (M8). Da segnalare la buona partecipazione della categoria Junior, anche grazie alla nascita del circuito parallelo dell’Easy Cup MTB, quello del DJ Cup MTB riservato ai giovani talenti che possono così prendere dimestichezza con le gare Marathon. Saranno infatti al via, fra molti altri, Sophie Bindoni, Silvia Tossi e Martina Gris, con Gabriele Canali, Mattia Pandolfi ed Eugenio Calcina, gli attuali bikers al comando della classifica provvisoria del DJ Cup MTB.

Ospite d’onore della manifestazione sarà Gilberto Simoni, il due volte vincitore del Giro d’Italia, conquistatore di tappe in tutti i Grandi Giri e pure campione Italiano MTB Marathon che non mancherà di assistere allo spettacolo della 28.a edizione della 100 Km dei Forti.

C’è fermento nel comitato organizzatore dell’SC Millegrobbe di Lavarone che alla vigilia della 28.a edizione si prepara a curare gli ultimi dettagli di una manifestazione che, oltre ad aver stretto un’interessante partnership con la Marathon dell’Altopiano, proporrà anche l’apprezzata iniziativa della “100 Km 4ALL”, portata avanti grazie alla fruttuosa collaborazione con la Scuola Sci Scie di Passione che darà la possibilità di percorrere parte del prestigioso tracciato della “100” a persone in hand bike e tandem.

E poi tutti sintonizzati su Rai Sport, con il principale canale di informazione sportiva del servizio pubblico pronto a mandare in onda la sintesi della gara.




Leave a Reply