Fat Bike in Alta Badia: pedalare sulla neve nel cuore delle Dolomiti

Vivere la montagna d’inverno con la propria bici è una esperienza che vi consigliamo. Poi se siete appassionati della neve e vi trovate nel comprensorio Dolomiti Superski, l’esperienza è davvero unica. In Alta Badia, oltre allo sci ed attività invernali di vario genere è possibile pedalare in piena sicurezza lungo i sentieri tracciati dai maestri di sci e guide cicloturistiche. A fare da cornice sono le spettacolari Dolomiti settentrionali, dichiarate patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 2009.   

Il progetto nasce dalle scuole dell’Alta Badia in collaborazione con gli impianti di risalita La Crusc/Santa Croce grazie ai quali si raggiungono i vari sentieri battuti in single trail. I percorsi si trovano lontano dalle piste da sci poiché è severamente vietato pedalare tra gli sciatori. L’attività di fat bike è abbastanza semplice e accessibile a tutti: famiglie, ragazzi, adulti esperti e non esperti di bici.

Oggi con noi, c’è Peter, maestro sci e guida, che ci racconta come affrontare al meglio questa avventura. Siamo saliti a bordo della fat bike messa a disposizione dalla società La Crusc/Santa Croce con l’abbigliamento da neve Colmar. La bici è leggera, non elettrica ed adatta per questa avventura con pneumatici molto grandi (gomme da 26’ x 4,70) e morbide in grado scorrere al meglio con le basse temperature di stagione. I pedali flat consentono l’utilizzo di qualsiasi scarpa (consigliamo calda e waterproof). Il cambio con doppia corona davanti e dieci dietro consente una pedalata agile in modo da agevolare gli utenti per affrontare al meglio le poche salite presenti.

Grazie alla collaborazione con Colmar abbiamo sperimentato due capi molto utili anche sulle piste da Sci. Si tratta della tuta Puffy trapuntata in velluto a coste strech con relativa salopette in tessuto impermeabile e traspirante, in grado di accompagnarti nelle rigide temperature invernali e proteggerti da cadute data la consistenza della piuma interna nella parte alta. Abbiamo pedalato anche con uno speciale capo adatto alle temperature primaverili. Sopra composto da due capi: un morbidissimo capo interno molto termico, impermeabile e traspirante in parte in softshell e con piuma naturale; all’esterno una giacca shell in tessuto 3L totalmente termosaldato dotato di riflettore Recco. Sotto abbiamo mantenuto il pantalone verde. Abbinabile anche un pantalone da sci in softshell con ghetta, traspirante e con trattamento idrorepellente ecosostenibile Teflon EcoElite. Tutti questi capi sono stati oggetto di test di cui puoi trovare qui la recensione.

La giornata in biking in neve fresca ha un costo di 88 euro. Maggiori informazioni sul sito www.altabadia.org e  www.scuolascibadia.it




Leave a Reply