Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

T°Red presenta la nuova Aracnide AR 03

Si dice non ci sia il due senza il tre, ed ecco arrivare “03” nome abbreviato per Aracnide A03RD, ovvero il “restiling” numero tre della bici più conosciuta di T°RED BIKES.

Ripercorrendo la storia, è del 2015 la presentazione della prima Aracnide con i freni a disco nella versione A02RD VEDOVANERA, presentata poi al NAHBS 2016 con freni a disco flat mount, forcella perno passante a cavi
interni e movimento centrale filettato T47 e acclamata da Road Bike Action come “XXI Century beast made of titanium”.

Quello che più stupì allora e che ancora è inalterato nella versione presentata oggi è che T°RED non usa semilavorati industriali ma tubazioni realizzate negli USA in diverse leghe di titanio su proprie specifiche e parti
ricavate da pieno realizzate in Italia da CFR su disegno esclusivo.
La progettazione di ogni telaio è sviluppata con un software proprietario (chiamato LeHonard®) da Romolo Stanco che dirige TOOT Engineering. Quest’ultimo è il centro progettazione e design che ha ideato e sviluppato i
contenuti di Aracnide e di tutte le bici T°RED, dal sistema brevettato di trasferimento attivo di carico ERS® al sistema di attenuazione delle vibrazioni SMAAVS® utilizzato sulle bici fuoristrada del marchio gardesano.

A questo approccio di sperimentazione, che vede idee, progetto e sperimentazione a monte del processo produttivo, si associa una costruzione completamente artigianale (e italiana Made in T°RED) dei semilavorati.

Nel tempo infatti T°RED ha sviluppato processi di lavorazione esclusivi che conciliano tecnologia e artigianalità non lanciando la sfida all’ ”handmade” made in Italy – di cui T°RED è alleata – ma ai colossi industriali del mondo
“bike” e alla standardizzazione spinta cui i grandi marchi necessariamente tendono nell’ottimizzare nuovi modelli anno dopo anno.

“Non si tratta di una sfida contro nemici, al contrario il mondo ‘bike’ industriale ha ormai un altissimo standard – ci tiene a precisare il CEO di T°RED Erica Marson – ma di un modo diverso di approcciarsi al rapporto con lo sport del ciclismo e a cosa rappresenta per l’appassionato la sua bicicletta.

Passione. E con la passione, la NOSTRA passione, abbiamo scelto di non accettare compromessi. Per noi resta sempre valido il concetto che ci ha portato a realizzare la prima bici per Giairo Ermeti, poi per Letizia Paternoster, Alex Buttazzoni, Benjamin Thomas, Juan Ignacio Curuchet, Facundo Lezica e per centinaia di appassionati che hanno scelto Aracnide
o ogni altra bici TRED: Un ciclista, una bici”.

Nomi importanti che hanno corso, corrono e vincono a livello internazionale con bici T°RED fatte apposta per loro su pista e su strada e appassionati del ciclismo e della bici hanno il medesimo trattamento per T°RED.

Ognuno ha esigenze, necessità, tipo di utilizzo e aspettative che non possono racchiudersi in un “modello” e dunque la gamma T°RED continua a evolversi, a innovare, a mutare mantenendo sempre fede alla promessa
iniziale.

E in questo “A03” mantiene tutte le promesse offrendo le caratteristiche di grande versatilità e trasversalità della “02”, grazie alla progettazione molto raffinata delle geometrie, delle sezioni e degli spessori dei tubi e delle parti
CNC (con l’impiego di quattro differenti leghe di titanio) insieme a un comportamento performante che al comfort mette sul medesimo piano prestazioni da purosangue da corsa nata per vincere gare.

Dopo la presentazione di CRAB, pensata per l’ottimizzazione delle prestazioni in salita, la guidabilità e le esigenze del “grimpeur” accanito con l’integrazione e la scomparsa totale dei cavi grazie a uno sterzo ricavato da pieno in titanio CNC 6Al4V (per uno sterzo da 180 grammi si parte da una barra piena da 6Kg…) e la serie sterzo/manubri TICR® integrati, anche la nuova Aracnide vuole poter (attenzione è una scelta, un’opzione non
un obbligo) nascondere i cavi ma mantenendo la sua identità di “ragno titanico”, mutando, evolvendo e non snaturandosi o prendendo in prestito soluzioni da una “sorella” della stessa scuderia.

La soluzione adottata nella “03” consente di mantenere la forma dello sterzo conico inalterata rispetto alla “02”, ma grazie alla collaborazione con Dedacciai e Dedaelementi trasferisce alla nuova forcella T20 e alla serie sterzo DCR® l’onere del passaggio cavi con una fluidità del movimento di sterzo che lascia sbalorditi pensando al ridotto spazio in cui i cavi freno passano.

Già proprio di cavi parliamo perché seppur con i freni a disco, T°RED tiene fede, in questo modello presentato, alla sua predilezione per il comando del freno tradizionale a cavo – per motivi ergonomici e di sensibilità di
controllo – affidando la frenata alle potenti pinze brevettate dalla giapponese Yokozuna e concesse in licenza a JuinTech: pinze idrauliche sigillate a 4 pistoncini proprio come quelle delle MTB da downhill con dischi Ashima da 160mm. La soluzione “full hydraulic” è comunque possibile senza alcuna modifica.

Nel modello presentato in anteprima denominato “VENTI” per “cercare di portare qualcosa di buono in questo bastardo e crudele 2020” ha commentato nella diretta streaming di presentazione sui canali social Romolo Stanco, anche l’allestimento è da segnalare.

Il gruppo SRAM Force AXS è infatti montato in modo estremamente particolare con una guarnitura Rotor Aldhu Aero Mas e power meter, corone Rotor 52-36 (o 54-42) e cassetta 11-29 (o 11-32 e 12-29 tutte monoblocco sotto i 180 grammi!).

Questo insolito montaggio, sperimentato con successo per tutta la stagione dal team T°REM FACTORY RACING, è proposto come soluzione alternativa alla “classica” SRAM 48-35 con cassetta 10-28 forse anche grazie all’arrivo
nel “team” di T°RED dell’ex professionista della Trek Segafredo Eugenio Alafaci compagno di squadra di quel Mats Pedersen Campione del Mondo su strada nel 2019 proprio con un gruppo SRAM AXS e corona da 54 che la
casa americana non commercializza ma dedica solo a alcuni professionisti.
Anche in queste sperimentazioni sta lo spirito di T°RED BIKES e la collaborazione stretta e continua con TOOT Engineering cui va anche la realizzazione dei cerchi in carbonio 3K “twill” (come le migliori ruote di qualche anno fa) con profilo da 51mm tubeless ready, raggiate da Pippowheels con mozzi TOOT RaceProven con cuscinetti Enduro e raggi Sapim “speciali”.

La “03 VENTI” è equipaggiata con componentistica Dedaelementi di primo livello con il manubrio integrato Alanera e il reggisella in carbonio. La pulley oversize e i copertoni Vittoria corsa Graphene 2.0 completano questa Aracnide “evoluzione” che trova anche una nuova veste grafica nel restyling di logo e artwork.

Anche la “03” come tutte le bici T°RED viene realizzata su progetto parametrico sulle misure del ciclista acquisite con un sistema di scanning laser per realizzare bici uniche per ogni cliente.

Resta comunque chiaro che “VENTI” è una proposta di allestimento di T°RED ma che nello spirito del marchio ogni ciclista può richiedere una configurazione preferita della bici con il supporto diretto dei tecnici del Custom Shop T°RED.

Per questa ragione T°RED ha scelto di presentare e commercializzare questa bici come tutti gli altri modelli esclusivamente presso i negozi monomarca di Roma (diretto dal pluricampione italiano paralimpico Claudio Campi) e di Milano (diretto dall’ ex-pro Eugenio Alafaci) e nel nuovo Flagship Store di Montichiari (a due passi dal Velodromo, la seconda “casa” di T°RED) dove sarà possibile anche incontrare i responsabili dell’azienda per un incontro personale, un test con gli atleti del team e una configurazione “a la carte” della propria bici.

Quelli di T°RED BIKES restano sempre “venti” di innovazione che spingono il “made in Italy” a conquistare nuove frontiere con nuove vittorie in gara e nuove soddisfazioni di chi della propria passione non può fare a
meno neanche in questo “venti” maledetto.

T°RED lancia la “A03” in questa esclusiva edizione “VENTI” con una proposta speciale: per venti giorni sarà possibile acquistarla al prezzo di 9.920 euro*.

Ogni altra configurazione o allestimento della “03” può essere comunque richiesto da oggi.

Bici completa con gruppo meccanico a partire da 6.890 euro.
Un’ultima notizia che farà piacere a chi ha già scelto Aracnide e ne sta attendendo la consegna è che tutti verranno contattati per avere la possibilità di ricevere la “A03” senza alcun sovrapprezzo.

Un Black Friday in anticipo perché questo 2020 finisca un po’ meno in nero.

Leave a Reply