Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

T°RED FACTORY RACING: cinque vittorie e undici podi per il team di Montichiari al 79° GP Framar UCI di Praga

Dopo l’ottima prestazione di squadra a Prostejov nei due eventi di Classe 2 e Classe 1 in cui il T°RED FACTORY RACING ha conquistato sei podi la squadra gardesana si sposta a Praga per il tradizionale evento del GP FRAMAR nello splendido velodromo della capitale.

Programma ricco e molte nazionali in gara soprattutto per gli ultimi punti disponibili per qualificarsi per i mondiali di Roubaix. 

DAY 1.
INDIVIDUAL PURSUIT MEN: Si parte con l’inseguimento individuale maschile, disciplina nella quale nell’ultimo anno i ricercatori di TOOT Engineering hanno lavorato tantissimo.

La struttura di R&D che supporta il team in blu ma che è consulente aerodinamico e tecnico di molti altri atleti grazie a esperienze e competenze in settori differenti dall’aerospaziale all’automotive lavora con tecnologie proprietarie e all’avanguardia che spesso non sono neppure appannaggio dei team nazionali.
E infatti il T°RED FACTORY RACING piazza la doppietta con Marcos Mendez primo e Facundo Lezica secondo. Al terzo posto si piazza il polacco Bartolomiej Sanak davanti al connazionali Krzysztof WAWRZYNIAK.  Bici e assetti completamente diversi per i due argentini che hanno provato posizioni e componenti diversi con sistemi di rilevazione live del CdA per acquisire più dati possibili per le prossime gare. 

1° Marcos Omar MENDEZ – T°RED FACTORY RACING (ARG)
2° Facundo Gabriel LEZICA – T°RED FACTORY RACING (ARG)

3° Bartolomiej SANAK (POL)


OMNIUM W: Si apre con una vittoria e un secondo posto che lancia l’omnium femminile con Francesca Selva e Giulia Affaticati. Buona la gara delle due atlete in blu con un 4° e un 8° posto nella scratch vinta dall’italiana Rachele Barbieri che promette un buon percorso che dopo l’eliminazione (in cui Francesca Selva chiude seconda dietro a Alžběta Bačíková) vede cinque atlete in sei punti: Barbieri, Machačová, Bačíková, Selva e  Ševčíková. La corsa a punti finale è dominata dalla Barbieri che fa sue la maggior parte delle volate mentre Francesca Selva deve cedere l’ultima volata per un niente a Alžběta Bačíková che per quegli ultimi quattro punti sale sul podio lasciando la veneziana fuori dal podio. Ottima la prestazione di Giulia affaticati in continuo crescendo che chiude al nono posto a pari punti con l’olandese Maaike Brandwagt. 

1° Rachele Barbieri (ITA)
2° Jarmilla Machačová (CZE)
3° Alžběta Bačíková (SVK)
4° Francesca Selva T°RED FACTORY RACING (ITA)

MADISON MEN: Con la nazionale ungherese guidata dall’esperto Krisztián Lovassy e il collaudatissimo team di casa del Dukla Praha Kelemen/Pietrula si apre per i Lezica e Mendez una madison molto tattica in cui la strategia del Campione Nazionale Argentino Facundo Lezica si fa spazio con continuità imponendo superiorità in volata e in controllo di gara. La coppia del T°RED FACTORY RACING conquista la vittoria con 32 punti contro i 24 del team DUKLA PRAHA

1° LEZICA/MENDEZ – T°RED FACTORY RACING (ARG)

2° KELEMEN/PIETRULA – CZE
3° LOVASSY/GERGO (HUN)

DAY 2.

OMNIUM MEN: Mendez parte volendo migliorare il quarto posto di Prostejov mentre Lezica cerca la vittoria che gli manca da troppo tempo. Nella scratch è proprio il giovane Marcos Mendez a prendersi con autorità la vittoria con Lezica 5° e Pavel Kelemen e l’austriaco Tim Walfer (vice campione Europeo scratch Junior nel 2019) a chiudere le prime tre posizioni. 

Lezica però da letteralmente spettacolo nella tempo race vincendo sul compagno Mendez e rinsaldando in prima e seconda posizione. 

1° Facundo Gabriel LEZICA – T°RED FACTORY RACING (ARG)

2° Marcos Omar MENDEZ – T°RED FACTORY RACING (ARG)

3° Krisztián LOVASSY (HUN)

MADISON W: Il Dukla Praga decide di destinare la sua campionessa nazionale ed ex campionessa del mondo della corsa a punti alla supercoppia già vincente a Prostejov Machačová/Bačíková facendo rivivere l’antica Cecoslovacchia ma mantenendo anche una coppia nera/oro con Ševčíková/Hejalovà Selva e Affaticati e Barbieri Panzeri difendono i colori italiani mentre la nazionale ungherese fa affidamento sulla velocità di Johanna Borissza. La gara è controllata dalla coppia Ceco/Slovacca con le due coppie Italiane a marcarsi stretto e Rachele Barbieri a  incaricarsi di tutte le volate.
Nonostante l’ottima gara delle due “blu” grazie all’ultima volata Machačová/Bačíková fanno loro la gara lasciando a Barbieri/Panzeri il secondo posto e Selfa/Affaticati il terzo che conferma comunque che le ragazze del T°RED FACTORY RACING sono sempre sul podio in tutte le americane disputate in Repubblica Ceca con un secondo e due terzi posti. 

1° MACHACOVA/BACICOVA (CZE/SVK)
2° BARBIERI/PANZERI (ITA)

3° SELVA/AFFATICATI T°RED FACTORY RACING (ITA)

DAY 3.

SCRATCH MEN: Gara molto tattica e veloce con il tentativo di caccia di Lezica ripreso a due giri dalla fine che concede al gruppo il ricongiungimento e la volata finale.

1° Martin CHREN – (SVK)

2° Marcos Omar MENDEZ – T°RED FACTORY RACING (ARG)

3° Pavel KELEMN (CZE)

POINT RACE MEN: Ultima gara maschile dl programma con Lezica che veste il body di Campione Nazionale della specialità e inizia a condurr a gara con autorità. Con la volata finale Marcos Mendez si avvicina al compagno sottolineando la grande forma del duo argentino del T°RED FACTORY RACING e conquista il secondo posto. Lovassy prende ancora il podio replicando l’Omnium davanti a Pietrula, Rugovac, il vincitore della scratch Chren e all’austriaco Wafler.

1° Facundo Gabriel LEZICA – T°RED FACTORY RACING (ARG)

2° Marcos Omar MENDEZ – T°RED FACTORY RACING (ARG)

3° Krisztián LOVASSY (HUN)

INDIVIDUAL PURSUIT WOMEN: 
La prestazione di Francesca Selva risulta la migliore (ripetendo il successo del 2019) davanti alla compagna Giulia Affaticati (che di questa specialità era stata Campionessa Italiana nelle categorie giovanili. Al terzo posto la padrona di casa Klara Filipova. 

1° Francesca Selva T°RED FACTORY RACING (ITA)
2° Giulia Affaticati T°RED FACTORY RACING (ITA)

3° Klara FILIPOVA (CZE)

Queste le parole di Romolo Stanco, Team Principal del Team: “E’ a volte molto difficile gestire un team pista a questo livello con l’approccio “Factory” che ci caratterizza. Non portiamo a correre atleti ma proviamo bici, telai, soluzioni, componenti, soluzioni di profonda innovazione per migliorare ogni dettaglio. Il livello di Lezica e Mendez rispetto al panorama sudamericano è dovuto a un confronto continuo con la “creme” del ciclismo su pista mondiale ma anche alla ricerca dei dettagli più importanti per ottenere il meglio da loro. Il settore femminile porta comunque successi all’italia quando la nazionale non c’è facendo crescere ragazze che potrebbero essere anche grazie alle soluzioni tecniche e alle modalità di lavoro del nostro team delle risorse importanti per ltalia.” 

Leave a Reply