Settimo Everesting per Paolo Massenti

Nuova sfida estrema del biker guasilese Paolo Massenti che Venerdì 17 luglio alle ore 17:05 è partito in sella alla sua bici dall’abitato di Segariu per compiere la bellezza di 132 ascese della salita che dalla strada provinciale porta all’ingresso della cava.

L’ascesa agli 8848 metri di questa sfida chiamata Everesting, ha portato ancora una volta Paolo Massenti a “spostare l’asticella” ancora più in alto, come confermato da lui, in una delle tante dirette che ha pubblicato sul proprio profilo FB durante la notte.

Infatti la particolarità di questa sua nuova impresa è stata proprio nel fatto che ha compiuto la scalata durante il tramonto di Venerdì 17 e l’alba del 18 di sabato. Il tutto, coprendo in 14 ore e 26 minuti 162 km e ben 9.130 mt di dislivello.

Rispetto alle precedenti imprese ciclistiche a cui oramai ci ha abituato, in questa insolita occasione ha percorso lo stesso dislivello in addirittura la metà dei km rispetto per esempio al suo ultimo everesting compiuto a S.Andrea Frius il 02 giugno scorso, percorrendo 358 km con 8896 metri di dislivello in 57 salite.

Tutto ciò qualifica ancor di più l’impegno fisico e mentale che questa ultima sfida portata a termine con successo ha richiesto.

Per chi mastica di ciclismo e di numeri la salita rinominata “The Cave” è una rampa di appena 600 mt ma con un dislivello medio del 11,3 %, che si concretizza in un’ascesa di appena 68 metri.

Una bastonata mentale dovendola affrontare per 130 volte e dover raggiungere gli 8848 metri di dsl della sfida.

Per fare un paragone, la salita dello Zoncolan (12,2% pendenza media) salita definita tra le più dure del ciclismo europeo, ha una percentuale di poco superiore. Ovviamente le due salite sono nella loro natura totalmente differenti, ma bisogna valutarne la difficoltà nel dover ritrovare il corretto ritmo nel ripartire ogni volta dal fondo valle per scalare nuovamente la salita.

Credit Testo e foto https://www.latrexentaonline.it

Leave a Reply