Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Renon, vacanze a basso impatto

L’importanza delle api raccontata da chi ne ha fatta una ragione di vita, la riscoperta di varietà di grano locali, i primi rudimenti di erboristeria e lunghe passeggiate nei boschi: sull’altipiano del Renon si sono inventati una vacanza per chi vuole essere “naturalmente” green (e l’automobile può restare a casa grazie alla RittenCard)

Collalbo (BZ) – Secondo uno studio del 2018 della rivista scientifica Nature Climate Change, l’industria del turismo sarebbe responsabile dell’8% di emissioni di gas serra a livello globale. Per vacanze meno impattanti, le strade che si possono seguire sono diverse, e una di queste porta dritta sull’altipiano del Renon: dalla possibilità di arrivarci senza auto (è raggiungibile in meno di dodici minuti da Bolzano con la Funivia del Renon, la stazione di partenza si trova a pochi minuti a piedi dalla stazione ferroviaria del capoluogo altoatesino) fino ai pacchetti-vacanza proposti dall’associazione turistica, molti pensati proprio per essere in armonia con la natura e il territorio alpino.
 
In particolare, per la primavera 2020, stanno per arrivare le settimane “Rifiorire sull’altipiano del sole”: prenotando il pacchetto, valido dal 4 aprile al 27 giugno, gli ospiti avranno l’opportunità di scoprire il Renon grazie a una serie di attività guidate, sempre seguiti da esperti. Compresa nell’offerta, ad esempio, l’esperienza “Miele, api e aria alveare” presso l’hotel Rinner: in compagnia dell’apicoltore biologico Paul Rinner, i partecipanti potranno provare in prima persona i benefici dell’antica tradizione di inalare la speciale aria degli alveari, ricca di sostanze utili a combattere affezioni respiratorie, allergie e dare sollievo a stress e mal di testa. Non possono naturalmente mancare le attività escursionistiche in mezzo alla natura, lunghe passeggiate tra prati e boschi con il supporto di una guida, con cui approfondire la storia dell’altipiano e le tradizioni della popolazione locale. E poi ancora “Dal grano al pane”, insieme al contadino-panettiere Konrad che condurrà gli ospiti ai coltivi dei masi dove ancora maturano i grani autoctoni di montagna, con le cui farine viene poi impastato, infornato e degustato un pane dall’aroma intenso e unico; e infine “Alla ricerca delle erbe”, per andare alla scoperta delle essenze selvatiche e delle loro straordinarie proprietà, accompagnati da un’esperta di erbe medicinali che darà anche alcuni rudimenti di erboristeria (al termine della gita saranno preparati tisane e formaggi alle erbe). Il costo? Sette pernottamenti, in un albergo o appartamento a scelta tra quelli che aderiscono all’iniziativa, a partire da 245 € per persona, incluse tutte le attività, con in più i vantaggi della RittenCard (per ulteriori informazioni https://www.ritten.com/it/alloggi-e-offerte/offerte/14-rifiorire-sullaltipiano-del-sole.html).

E-bike, tiro con l’arco, equitazione e il 6 giugno appuntamento con la “Pedonata”
L’altipiano del Renon si trova proprio al centro della rete di piste e percorsi ciclabili dell’Alto Adige, qui adatti a tutte le capacità, dai principianti agli esperti. Il tutto accompagnato da panorami dolomitici davvero incomparabili e dall’opportunità di soste in uno degli innumerevoli posti di ristoro.
Da non perdere, da maggio a ottobre, la possibilità di prendere parte ai tour guidati sul Renon in e-bike, organizzati due volte alla settimana con la guida Hannes Lang. Due alternative: un percorso di 22 km, durata 3 ore) al costo di 35 € a persona (30 € con RittenCard) con e-bike propria, e un percorso più impegnativo di 38 km, durata 5 ore, con sosta pranzo, sempre a 35 € a persona (30 € con RittenCard). Partecipando a un tour guidato (o soggiornando in una delle strutture che aderiscono alle proposte e-bike) è anche possibile noleggiare la bici elettrica. Da non dimenticare, infine, che da Soprabolzano si può anche scendere a Bolzano in funivia con bici al seguito (al costo di 7 €, biglietto giornaliero).
Altra emozionante esperienza, ideale per combinare vacanza e natura, è il tiro con l’arco tradizionale: esercizio adatto a tutte le età il cui obiettivo principale non è tanto quello di centrare un bersaglio bensì di gestire correttamente un attrezzo senza l’ausilio di mirino e stabilizzatori, stimolando la coordinazione mano-occhio.  Viene praticato su percorsi di tiro immersi nella meravigliosa natura del Renon mirando a sagome di animali 3D, ciò che permette di simulare una battuta di caccia. La locale Associazione sportiva Arcieri tradizionali Rainbow offre, su richiesta, corsi per principianti per gruppi di almeno quattro persone.
L’altipiano e il suo incantevole paesaggio sono poi ideali per chi ama cavalcare, con tutta una serie di panoramiche randonnée a cavallo: un diverso punto di vista per conoscere il Renon appoggiandosi a diverse scuderie e maneggi sul territorio. Informazioni al link: www.ritten.com/it/vacanze-altoadige/estate/equitazione.html.
Per i più piccoli da non dimenticare la possibilità di effettuare le prime esperienze di arrampicata sportiva su roccia presso la località Stella, proposta dall’Associazione Turistica Renon nel programma bambini dei Family Hotel.
E infine un appuntamento per tutti i camminatori: sabato 6 giugno torna la Pedonata del Renon, una tranquilla camminata per tutti senza cronometraggi e ordini d’arrivo lungo il percorso Bolzano-Soprabolzano-Collalbo. La partenza è prevista alle 8.30 a Bolzano, Prati Talvera, o dalle 10 a Soprabolzano, Piazza della Stazione. Al termine, grande festa sportiva all’Arena Ritten di Collalbo. La tassa di iscrizione è di 12 € a persona a partire da 14 anni, 25 € a famiglia (2 adulti e max 2 bambini fino a 14 anni), 6 € fino a 14 anni.

Leave a Reply