Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Prosecco Cycling pedala verso i 1500 iscritti

Già una decina le nazioni rappresentate nell’evento che il 3 ottobre si svilupperà per 100,4 km nel cuore delle colline del Prosecco, toccando 13 dei 15 Comuni della Docg. Il successo di un format originale che sembra non risentire dell’emergenza sanitaria    

Nel 2020 è stato uno dei pochissimi eventi internazionali a disputarsi nonostante l’emergenza sanitaria. E anche nel 2021 il fascino di una domenica a pedalare nel cuore delle colline del Prosecco, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, sembra più forte di ogni timore legato alla pandemia.

A meno di un mese dal 3 ottobre, giorno dell’edizione numero 18 della Prosecco Cycling, l’evento di Valdobbiadene annuncia di essere ormai prossimo al raggiungimento dei 1500 iscritti. Un numero di tutto rispetto, considerando le limitazioni agli spostamenti indotte dalla situazione sanitaria, e un dato in controtendenza rispetto alla maggioranza degli eventi sportivi di massa, ancora penalizzati dall’incertezza del periodo. Se pur con un segno meno rispetto al 2019, Prosecco Cycling registra una netta crescita degli iscritti rispetto al 2020, cosa che non si è verificata per molti altri eventi di livello internazionale.

Gli iscritti arrivano già da una decina di nazioni – spiega Massimo Stefani, responsabile organizzativo della Prosecco Cycling – l’Europa è ben rappresentata, ma non mancano gli americani.  Abbiamo abbondantemente superato il risultato dell’anno scorso, quando le iscrizioni erano state 1.145. E, in un quadro generale ancora poco favorevole agli spostamenti, ci confermiamo evento di richiamo internazionale. Merito anche delle splendide colline del Prosecco, sempre più metà apprezzata dagli appassionati di ciclismo di tutto il mondo”. 

Nonostante tutto, Stefani resta ottimista: “Il primissimo bilancio dell’edizione 2021 è senz’altro positivo. Oltre agli ottimi numeri di partecipazione che si stanno profilando, registriamo l’adesione di nuovi sponsor, anche d’alto livello, a dimostrazione che la voglia di investire non manca e che gli imprenditori non hanno timore di affrontare nuove sfide”.                     

Tra i motivi alla base del successo della Prosecco Cycling c’è l’originale format di classifica proposto da alcune stagioni, che valorizza un agonismo di qualità e lontano da ogni esasperazione, tanto che la partecipazione sarà consentita anche alle bici con pedalata assistita.

L’edizione 2021 della Prosecco Cycling sarà  caratterizzata da una grande novità: una speciale classifica, la 4.10 “Maglia Nera Luigi Malabrocca”, premierà  le squadre più lente sulle tre salite cronometrate – Ca’ del Poggio, Via dei Colli e Collalto – previste lungo i 100,4 km di tracciato tra i vigneti. La squadra che si imporrà in questa graduatoria, risultando la peggiore nella somma delle medie realizzate dai suoi 10 ciclisti più lenti sulle tre salite, riceverà in premio anche la Maglia Nera, icona della lentezza. 

Confermate poi le altre due classifiche a squadre che ormai rappresentano un “must” della Prosecco Cycling. Una premierà i team capaci di piazzare sul traguardo il più alto numero di ciclisti (minimo dieci) nell’arco di 30”, valorizzando al massimo la compattezza di squadra. L’altra, denominata Fun Team, premierà la squadra che realizzerà il miglior tempo sull’intero percorso di gara. Con una particolarità: il gruppo dovrà essere composto da almeno cinque partecipanti, che dovranno transitare sul traguardo nell’arco di 30’’ (il tempo sarà preso sul quinto concorrente).

Il cronometraggio delle salite determinerà infine anche la classifica individuale, che considererà la somma dei tempi impiegati per scalare Ca’ del Poggio, Via dei Colli e Collalto. Ben 12 le categorie che, tra un brindisi e l’altro, saranno premiate in Piazza Marconi a Valdobbiadene. Insomma, divertimento garantito. Ma, tra una sfida e l’altra, guai a perdere di vista gli splendidi paesaggi delle colline più belle del mondo. 

Leave a Reply