dipa

Trofeo Loabikers: tutto nuovo per il 2022

Cambia la formula del Trofeo, che diventa un abbonamento con un forte sconto. Classifiche sia per i singoli sia per i team, ma andranno a premio solo le società. Cinque le prove. Iscrizioni già aperte.

Tante sono le novità per il 2022 del circuito ligure organizzato dal GS Loabikers, sodalizio loanese capeggiato da Piernicola Pesce. Innanzi tutto, il numero delle prove scende a cinque.

Il battesimo si avrà domenica 6 febbraio a Loano (Sv), come di consueto con la Granfondo Città di Loano. Due settimane di pausa per giungere al 20 febbraio quando si andrà in provincia di Imperia, con la Granfondo Diano Marina. Si va invece ad aprile con la Granfondo El Diablo che prenderà il via domenica 10 aprile da Ceriale (Sv).
Si salterà quindi a fine estate quando, domenica 11 settembre, sarà la cittadina di Albenga (Sv) a dare il benvenuto alla Granfondo Albenga. Grande epilogo il 25 settembre a Pietra Ligure (Sv) con la Pietra Ligure Cycling Marathon.

Altra novità è la quota di abbonamento alle cinque gare, che resta fissa a 175 euro fino al 4 febbraio. Niente più corse contro il tempo, lasciando ai ciclisti la possibilità di valutare il loro stato di forma dopo la preparazione invernale.

Ultima novità saranno le premiazioni, che saranno limitate alle sole società. Sebbene ci sarà una classifica “virtuale” dei singoli atleti, non vi sarà, invece, alcuna premiazione individuale; le premiazioni, infatti, saranno dedicate alle società numerose, che porteranno, sia con gli abbonati sia con i concorrenti di giornata, più partenti alle singole granfondo.

Inoltre, le società potranno godere del vantaggio di una gratuità ogni dieci abbonati; quindi, ogni dieci iscritti l’undicesimo sarà omaggio.

Tutti i dettagli si trovano nella pagina dedicata del sito del Gs Loabikers.

CALENDARIO 2022

6 febbraio: Granfondo Città di Loano
20 febbraio: Granfondo Diano Marina
10 aprile: Granfondo El Diablo
11 settembre: Granfondo Albenga
25 settembre: Pietra Ligure Cycling Marathon




Leave a Reply