Giro delle Dolomiti: nella terza tappa si impongono Donado e Meyer

Nella terza tappa del 45° Giro delle Dolomiti le cicliste e i ciclisti provenienti da 23 Paesi hanno affrontato il Passo delle Erbe. La tappa di 174 chilometri con un dislivello complessivo di 2199 metri è stata una delle più impegnative della manifestazione ed è stata vinta dal colombiano Antonio Donado e dalla tedesca Janine Meyer. Dopo un giorno di pausa, il Giro delle Dolomiti proseguirà giovedì 28 luglio con la quarta tappa a Valdurna.

Bolzano – I partecipanti al Giro delle Dolomiti martedì si sono cimentati con una delle prove più impegnative e belle dell’intera settimana: la salita al Passo delle Erbe. Da Bolzano le cicliste e i ciclisti hanno raggiunto Bressanone, dove hanno potuto ricaricare le energie in vista del resto della tappa. Dalla città vescovile hanno raggiunto la Valle di Luson e sono saliti verso il Passo delle Erbe. Dopo una breve pausa al passo, i partecipanti hanno proseguito il giro e si sono diretti in Val Badia e in Val Pusteria. Dopo una sosta a Vandoies per il pranzo, la carovana ha fatto ritorno a Bolzano passando per la Val d’Isarco.

In tarda mattinata, nei 10,7 chilometri in salita tra Pezzè e il Passo delle Erbe (867 metri di dislivello) si è svolta la prova cronometrata in montagna. Ad affermarsi in campo maschile è stato Antonio Donado. Come nei giorni scorsi, il ciclista colombiano è stato nuovamente impegnato in una sfida avvincente con l’altoatesino Thomas Gnitzscher. A differenza delle prime due tappe, l’esito della tappa di martedì è stato favorevole a Donado, che ha raggiunto il traguardo in 34’50”58. “La gara di oggi è stata molto bella, forse una delle più belle che abbia mai fatto. All’inizio è stata molto dura e ripida, ma poi la salita si è un po’ addolcita. Ho continuato a dare gas assieme a Tom (Thomas Gschnitzer, N.d.R.). In alcune occasioni ho cercato di spingere, di accelerare, ma era sempre con me”, ha osservato Donaldo al traguardo. “Sono davvero contento di questa bella giornata, le condizioni erano ideali e questa vista al traguardo è straordinaria”, ha commentato il vincitore della tappa.

Poco più di un secondo dopo ha raggiunto il traguardo il vipitenese Gschnitzer (51”74), che è ugualmente riuscito a portare a casa un ottimo risultato confermandosi leader della classifica maschile con più di sei secondi di vantaggio su Donado. “Oggi, come previsto, è stata una crono impegnativa e molto ripida. Con Antonio, il mio avversario, la competizione è equilibrata. In alcuni tratti è più veloce lui e in altri io”, ha dichiarato Gschnitzer al traguardo. “Partecipo sempre molto volentieri al Giro delle Dolomiti, perché mi piace questo formato, non è stressante, non è pericoloso e ci si può intrattenere con gli altri partecipanti.” In terza posizione si è classificato lo spagnolo Iraitz Goñi Diaz (37’01”59), che si è portato al terzo posto della classifica superando gli altoatesini Raphael Tiziani ed Eduard Rizzi, rispettivamente quarto e quinto al traguardo di giornata.

Eccezionale prestazione di Janine Meyer

In campo femminile Janine Meyer non ha avuto rivali e, dopo aver vinto le prime due tappe, ha trionfato anche nella terza. Dodicesima assoluta nella crono in montagna di giornata, la ciclista tedesca ha raggiunto il traguardo in 41’17”70, staccando in modo netto tutte le avversarie. Così facendo si è confermata leader della classifica generale e ha guadagnando minuti preziosi per le prossime giornate di gare. “La crono di oggi è stata molto ripida all’inizio, ma lo sapevo. La gara è stata molto bella, anche le temperature erano migliori di ieri (lunedì, N.d.R.), più adatte per pedalare”, ha affermato, soddisfatta, Meyer al traguardo.

Al secondo posto si è classificata Julia Jedelhauser: la vincitrice della scorsa edizione ha tagliato il traguardo in 47’48”48. Riuscendo a salire sul secondo gradino del podio per la terza volta al Giro delle Dolomiti 2022, Jedelhauser ha consolidato il suo secondo posto in classifica generale. Un minuto e mezzo dopo, al Passo delle Erbe è arrivata un’altra ciclista tedesca: Ursula Armbruster (49’18”91), che si è classificata terza e ha guadagnato un posto in classifica generale.

Nella giornata di mercoledì 27 luglio il Giro delle Dolomiti farà una pausa. La manifestazione riprenderà giovedì 28 luglio con la quarta tappa. Affrontando 75 chilometri con un dislivello complessivo di 1583 metri, i partecipanti raggiungeranno il lago di Valdurna nell’omonima valle, una delle valli laterali della Val Sarentino, da dove torneranno a Bolzano. La crono in montagna ai fini della classifica generale si svolgerà nel tratto tra Campolasta e il lago di Valdurna (10,4 chilometri, 514 metri di dislivello).

Giro delle Dolomiti 2022: Tappa 3 – Passo Erbe powered by Q36.5

Classifica maschile

1. Antonio Donado COL 34’50”58

2. Thomas Gschnitzer ITA / Polisportiva A.V.I. Bike Team Sterzing 34’51”74

3. Iraitz Goñi Diaz ESP / Baxurde T.E. 37’01”59

4. Raphael Tiziani ITA / Team Mentecorpo by Biemme 38’46”56

5. Eduard Wilhelm Rizzi ITA / Sportler Team 39’28”00

Femminile

1. Janine Meyer GER / FC LeXXi Speedbike 41’17”70

2. Julia Jedelhauser GER / St. Vinzenz Klinik Pfronten 47’48”48

3. Ursula Armbruster GER 49’18”91

4. Franziska Hollmig GER 53’51”40

5. Johanna van Hattum NED 53’58”33

Tutti i risultati: https://www.winningtime.it/web/results.php?item=5853&from=all

Classifica generale

Maschile

1. Thomas Gschnitzer ITA / Polisportiva A.V.I. Bike Team Sterzing 1h34’30”42

2. Antonio Donado COL 1h34’36”78

3. Iraitz Goñi Diaz ESP / Baxurde T.E. 1h41’54”63

4. Raphael Tiziani ITA / Team Mentecorpo by Biemme 1h42’31”85

5. Eduard Wilhelm Rizzi ITA / Sportler Team 1h43’48”80

Femminile

1. Janine Meyer GER / FC LeXXi Speedbike 1h49’47”25

2. Julia Jedelhauser GER / St. Vinzenz Klinik Pfronten 1h57’50”59

3. Ursula Armbruster GER 2h10’33”64

4. Johanna van Hattum NED 2h22’49”89

5. Franziska Hollmig GER 2h22’53”79




Leave a Reply