dipa

Cross Cup CSI: Mercuri, Moronci e Zacconi si impongono nella sesta prova

Altidona – La salita ‘Sciucca Panza è ormai terminata quando da entrambi i lati del nastro d’asfalto che conduce a Altidona, spuntano i vigneti de Le Senate Winery che Giulio Visi trasforma in cinque prelibati vini Scirocco da Mare, ‘Sciucca Panza, Cacinello, Blu Velluto Spento e Barbula. Nomi che legano indissolubilmente questi vini al terreno della collina litoranea affacciata sul mare Adriatico (Cacinello riferito alla qualità del terreno e Blu Velluto Spento il colore che assume una delle uve prima della vinificazione), all’ambiente in cui viene coltivata la vite (Scirocco da Mare il vento di scirocco che soffia da mare) e ad aspetti storico naturalistici che hanno segnato la storia di questo lembo di terra fermano (‘Sciucca Panza prende il nome dalla salita che viene affrontata da Marina di Altidona per salire sino ad Altidona e Barbula legato alla storia della Contrada Barbolano di Altidona che comprende i vigneti della Le Senate Winery.

La collina pettinata dai lunghi filari di vite, nasconde gran parte dei 1700 metri del percorso di gara, gli ostacoli artificiali e naturali. Il gelido vento rende ancor più impegnativa la prova, soprattutto quando i partecipanti entrano nel lungo rettilineo finale.

Dopo la partenza il gruppo multicolori scompare tra i vigneti affrontando i dislivelli che presenta questo tratto di collina, i colori dominanti sono il verde dell’erba e il marrone delle viti contornati dall’azzurro mare, il sudore dei ciclisti si dissolvere nella terra, mescolandosi a quello di coloro che da diversi anni continuano a lavorare duramente su questi terreni per produrre poi il prelibato nettare di Bacco.

La prima gara vede misurarsi i ciclisti delle categorie Master 5 – 6 – 7 – 8 e Donne, suddivisi in due partenze. Nella prima partenza (Master 5 e 6) Mauro Mercuri (Xtreme Bike Team) si porta subito al comando e cerca di selezionare subito il gruppo. Massimo Viozzi (New Mario Pupilli) e Carlo Tudico (Pro Life No Doping) non si arrendono e vanno a comporre il terzetto al comando.

Nella seconda partenza (Master 7 – 8 e donne), Paolo Pirani (New Mario Pupilli) riesce a fare il vuoto, mentre a guidare la prova rosa è Cinzia Zacconi (New Mario Pupilli). Dopo venti dei quaranta minuti di gara, a cui va aggiunto l’ultimo giro, Mercuri rompe gli indugi e allunga. Massimo Viozzi resta solitario all’inseguimento del battistrada e Carlo Tudico, primo della categoria Master 6 gestisce il terzo posto assoluto.

La gara è valida quale sesta prova del circuito Cross Cup CSI e assegna punti per la classifica del challenge che non prevede premiazione di tappa, ma la premiazione finale che si terrà al termine dell’ultima prova, Sabato 19 Febbraio al Bike Park di Fermo.

Mauro Mercuri (Xtreme Bike Team) conquista il successo assolto e la vittoria tra i Master 5 davanti a Massimo Viozzi (New Mario Pupilli) e Carlo Tudico (Pro Life No Doping), terzo assoluto, vincitore della categoria Master 6.

Tra i corridori della seconda partenza successo di Paolo Pirani (New Mario Pupilli) che chiude la gara al quarto posto assoluto e vince la categoria Master 7. Adamo Re (Bike Racing Team) centra il successo di categoria tra i Master 8 e Cinzia Zacconi (New Mario Pupilli) tra le donne.

Più combattuta la seconda gara gara. Partecipanti suddivisi in due partenze, Master 3 e 4 la prima, Elite Sport, Junior Sport, Master 1 e 2.

Subito dopo il via, Rocco Valloscuro (Infinity Bike) allunga e si porta al comando della prima partenza, mentre Alessandro Diletti (Casteltrosino) e Gianluca Censi (Abitacolo Sport Team) si lanciano all’inseguimento del battistrada.

Durante il quarto giro Valloscuro viene raggiunto dagli inseguitori e paga lo sforzo compiuto in precedenza non riuscendo a rispondere all’azione di Alessandro Diletti che si porta al comando.

Intanto Claudio Maronci (Team Cingolani), che aveva preso il via nella seconda partenza in quanto Master 2, forza il suo ritmo di gara con il chiaro tentativo di raggiungere il battistrada. Censi si porta prima a ruota del battistrada Diletti, poi riesce ad allungare.

Maronci è incontenibile e raggiunge in testa il portacolori della Abitacolo Sport Team. Nel finale, Censi prova ad allungare, ma Maronci resiste. Volata finale a due, che vede prevalere Maronci.

Successi di categoria per Gianluca Censi (Master 3), Alessandro Diletti (Master 4), Claudio Moronci (Master 2), Andrea Tudico (Master 1), Gabriele Viozzi (Elite Sport) e Giacomo Viozzi (Junior Sport).




Leave a Reply