MTB: otto maglie tricolori in cerca d’autore al Ciocco

Manca davvero poco, domani al Ciocco, in Toscana, si accenderanno i riflettori sulla prima giornata dei due week-end dedicati ai Campionati Italiani di MTB cross country.

Al Ciocco Bike Circle gli organizzatori stanno mettendo a fuoco gli ultimi dettagli, domani i 538 bikers, esordienti ed allievi, avranno la pista tutta per loro. Prove dalle 14 alle 18, verifiche e riunioni tecniche. Le gare, invece, inizieranno domenica alle 8.30 e sarà bagarre fino alle 16, ci sarà da fare un’abbuffata di mtb.

In un periodo in cui Covid-19 sta ancora aleggiando, avere grandi numeri in gara non è scontato. Al via ci saranno giovani atleti provenienti da tutta Italia, dalle Alpi alla Sicilia, in quello che per molti è il week-end prima del rientro a scuola.

I percorsi del Ciocco piacciono, gli apprezzamenti sono tanti, ora saranno al vaglio degli esordienti e allievi che gareggeranno per gran parte sui tracciati degli elite, in gara il prossimo week-end.

Significativa anche la risposta dei giovani bikers toscani, una quarantina, con Lucca a fare da capofila schierando 10 rappresentanti della SC Garfagnana MTB, ma ci sono portacolori anche delle province di Arezzo, Livorno, Pisa, Prato e Siena.

Nel frattempo si infittiscono anche le adesioni per le competizioni del 18 (e-mtb), 19 (elite-under23-junior) e 20 settembre (master). Marco Aurelio Fontana ha confermato che ci sarà, punta senza mezzi termini al primo titolo e-mtb assegnato dalla FCI, tra gli elite c’è molta attesa anche perché grandi confronti internazionali non ce ne sono stati, e raramente i nostri migliori atleti quest’anno hanno gareggiato assieme.

È fuori dubbio che Gerhard Kerschbaumer partirà da favorito, in una gara che il CT Mirko Celestino ha definito ‘vecchio stampo’ e adatta al corridore altoatesino. Ma i fratelli Braidot non staranno certo a guardare e da loro ci si aspetta una prova tutta in attacco. Peccato per Bertolini costretto all’inattività, ma pretendenti al podio ce ne sono davvero molti. Tra le donne a mettere in palio la maglia è la valdostana Martina Berta la quale, pur essendo under23, anche lo scorso anno aveva chiesto il passaggio di categoria. Si troverà a combattere con Eva Lechner, in buona forma in questa fase di stagione, e Greta Seiwald, che contava di gareggiare nella sua Val Casies. Nelle categorie under23 e junior sono in tanti a sgomitare per salire sul podio, sicuramente saranno gare combattute sia al maschile che al femminile. Le iscrizioni sono ovviamente ancora aperte, anche per i master.

A grandi eventi si accompagnano sempre partner importanti, così per i Campionati Italiani XCO del Ciocco ecco il supporto di Scott, Alè, Volchem, Vittoria ed Élite.

Intanto in molti stanno scoprendo le grandi potenzialità del Ciocco, “La montagna che vive”, una vasta tenuta che sta dedicando grande attenzione alla mtb mixando sport e turismo. Quella dell’ospitalità nella Valle del Serchio e in Garfagnana è una vera mission, apprezzata da bikers, accompagnatori e familiari. Non capita tutti i giorni di uscire dall’albergo ed essere già in pista, in un’area tutta dedicata e con una serie di percorsi dai diversi livelli. Non per nulla quella del Ciocco è stata la prima località europea ad ospitare il Campionato del Mondo di MTB, nel 1991.

Il DNA è sempre quello, sport, divertimento e turismo in una Toscana che a settembre ha sempre molto da offrire.

Leave a Reply