Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Granfondo WHYsport presentato il percorso unico

Alle spalle della Granfondo WHYsport Città di Valdagno, come ben sanno coloro che frequentano il settore delle GF c’è tanta esperienza e una certa capacità di modularsi a seconda della stagione. In ogni caso, la manifestazione vicentina è sempre stato uno dei principali appuntamenti della primavera veneta su due ruote, e lo sarà anche il prossimo 23 maggio insieme al suo partner ormai da sei anni: WHY sport. Senza più la concomitanza con la Nove Colli, ecco che Valdagno si struttura a un aumento delle richieste e non ci stupiremmo se i numeri alla fine del we avranno raggiunto il numero chiuso di 1300!

Il percorso del 2021 sarà in parte nuovo e unico di 107km con dislivello di 2350mt. Una scelta quella degli organizzatori della Racing 2015 dettata dalla volontà di scegliere strade secondarie che da una parte possano aumentare il livello generale di sicurezza del tracciato, dall’altra incidere sempre meno nel traffico automobilistico domenicale. 

Partenza come da tradizione dalla città sociale dove si trovano tutte le strutture della manifestazione, strada che sale in leggera salita fino a Recoaro Terme, poco meno di nove chilometri che serviranno come riscaldamento per la prima ascesa di giornata, 3.6 km con una pendenza media del 6% che porterà velocemente ai 670 mt dello scollinamento sul passo Xon. Veloce picchiata su strada dal fondo perfetto fino a Valli del Pasubio, dove il percorso continuerà a scendere fino a Schio fino ad attraversare il centro della città; svolta a destra per Magrè e subito la seconda salita, breve ma intensa con i 2.7 km al 7.7%.

Giunti a Monte Magrè si procederà in un lungo falsopiano fino  fino a Monte di Malo, da qui parte l’ascesa inedita che sale fino in località Cima, salita di 4,5 km pendenza media del 7%, breve discesa fino alla Contrada Massignani, svolta a sx e comincia la vera chicca di questo percorso 500 metri di sterrato in buonissime condizioni in lieve ascesa 3% da contrada Massignani all’Olmo della Roccia, tratto dedicato a Cristiano Pegoraro storico granfondista Valdagnese, e ideatore del percorso. Poi picchiata fino a Cornedo, con velocità di punta importanti e curve pericolose da non sottovalutare. Pochi km di pianura giusto per respirare un po’ prima del “giro della morte” (così viene chiamato dai  locals). I granfondisti dovranno  affrontare la classica scalata fino a Quargnenta (3.3 al 6.2%), poi un lungo falsopiano che porterà prima a Selva e poi a Nogarole.

Discesa abbastanza tecnica fino a Chiampo, tratto lungo il torrente omonimo fino a Crespadoro per alcuni km da percorrere risparmiando il più possibile le energie magari alimentandosi in vista della scalata fino a Campodalbero e poi Marana, passando per la famosa “trappola”. La prima parte al 5.4% andrà affrontata con un occhio di riguardo in quanto la seconda parte della salita sarà alquanto impegnativa. Sarà la breve discesa tecnica o la prima rampa con punte al 21% il problema? 1.6 km al 10.6% medio saranno praticamente l’ultimo vero ostacolo da affrontare. Ricordo che l’ultima asperità di giornata, probabilmente decisiva per vittorie piazzamenti verrà affrontata con più di 100 km già nelle gambe, massimo rispetto alla strada che qui non perdona se si arriva al “gancio”. Ultimissimo boccone di 500 mt dopo un falsopiano, tratto vallonato molto veloce che vi porterà ad affrontare la discesa verso l’arrivo di Valdagno. Un percorso filante, suggestivo per il panorama ed in linea per la data scelta di fine maggio. Un percorso sicuramente racing e battagliero per il chilometraggio ma ricco di fascino! Insomma una gara moderna e adatta a chi unisce una buona condizione a spiccate doti di scalatore. 

Ricordiamo che fino al 20 maggio il costo iscrizione è bloccato a 35euro, poi la quota salirà a 50eu nel week end della gara, sempre se non avranno raggiunto il target numerico in precedenza. Infatti con la scelta di chiudere le iscrizioni alla gara a quota 1.300, ad oggi ci sono disponibili solo 500 posti. Pochi? Tanti? Il rischio per chi volesse pedalare la gran fondo WHYsport di Valdagno è quello della mancata apertura delle iscrizioni nel we della gara dunque meglio accelerare la sua iscrizione se si vuole essere sicuro di parteciparVi. Confermata la sede di partenza e arrivo, Piazza Cavour a Valdagno.

Leave a Reply