Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Giro Italia Ciclocross, domani grande festa a S. Elpidio a Mare: boom di iscritti e ospiti d’onore Fabio Aru e Michele Bartoli

Tappa conclusiva della Corsa Rosa: si assegnano le maglie definitive sul percorso tracciato dalla O.P. Bike e dall’ASD Romano Scotti in memoria di Tommaso Romanelli e Romano Scotti.

Si alza il sipario sull’ultima tappa del Giro d’Italia Ciclocross. La corsa rosa invernale marca la settima presenza della dodicesima edizione nel cuore della provincia marchigiana di Fermo, nella frazione collinare “Luce” in agro di Sant’Elpidio a Mare. È con l’organizzazione dell’esperta O.P. Bike con la regia dell’ASD Romano Scotti che la carovana si appresta a contendersi le maglie rosa definitive in vista dell’imminente rassegna tricolore e ad assegnare il campionato italiano di società.

Saranno infatti ben 19 le maglie assegnate (22 contando anche le bianche per i migliori giovani) in occasione della finale del GIC, che coincide con il 12° Memorial Romano Scotti e il Memorial Tommaso Romanelli, occasione per ricordare due punti di riferimento per il ciclismo laziale e marchigiano. Nonostante il giorno dell’Epifania sia in zona rossa per le norme di contenimento del Covid, la tappa avrà luogo essendo inserita tra le manifestazioni di interesse nazionale del CONI. Rigido il protocollo attuato, con l’ingresso al campo gara riservato solo ad atleti e addetti ai lavori.

Questa sera la settima tappa del GIC è stata presentata in conferenza stampa presso la sala del Consiglio Comunale di Sant’Elpidio a Mare alla presenza delle massime autorità cittadine, degli sponsor e dei figli – visibilmente emozionati – di Tommaso Romanelli. È stata trasmessa in streaming sulla pagina Facebook del Giro d’Italia Ciclocross.

CAMPIONI DEL PASSATO E DEL PRESENTE – Due gli ospiti davvero speciali per l’ultima tappa del GIC. Uno è Michele Bartoli, cacciatore di classiche negli anni ’90 e grande amico del ciclocross, l’altro è Fabio Aru, che nelle ultime settimane ha ritrovato grande morale e il proverbiale sorriso ritornando a mettere le sue ruote nel fango. Il Sardo, da pochi giorni in forze alla Qhubeka-Assos, sarà ai nastri di partenza nella categoria uomini open e la famiglia del Giro d’Italia Ciclocross è pronta ad accoglierlo a braccia aperte nel suo divetimento.

LE PREMIAZIONI – Sono 22, si diceva, le maglie assegnate: una ciascuna per le 10 categorie amatoriali, 4 per le categorie giovanili, 3 per le categorie internazionali e 3 per i migliori giovani. Ovvero per il miglior under 23, la migliore donna juniores e, novità assoluta, per il miglior allievo maschile di 1° anno. Credendo fortemente nell’importanza tecnica di tenere unita in gara la categoria allievi, l’ASD Romano Scotti desidera comunque riconoscere il valore – anche in prospettiva Campionati Italiani – di coloro che pur essendo al primo anno nella categoria hanno battagliato con i colleghi più esperti. Attualmente in pole position per questo riconoscimento è Stefano Viezzi (ASD DP 66). Per tutti gli atleti vale la ferrea tassativa regola della presenza al momento della premiazione: in assenza dell’interessato la maglia non sarà consegnata.

OTTO GARE IN PROGRAMMA, PREMIAZIONI TUTTE ALLA FINE – Si comincia con i cicloamatori alle ore 9, in due gare separate. Seguono poi le categorie giovanili con tre gare: Esordienti, Allievi e le ragazze di entrambe le categorie. In coda alle gare per esordienti partiranno i primo anno, che si affacciano in questi giorni alla categoria agonistica giovanile, non concorrendo tuttavia all’assegnazione della maglia rosa che resterà riservata ai secondo anno. A seguire le donne open, gli juniores uomini e gli uomini open. E poi la grande festa rosa conclusiva, con le premiazioni di giornata e generali (diversamente da quanto indicato sul programma originale, una scelta dovuta all’ottimizzazione della logistica) alla presenza solo dei diretti interessati.

UNA MORBIDA SOPRESA – Officina del Comfort, azienda sponsor della tappa di Sant’Elpidio a Mare, leader nel settore del riposo, mette in palio un buono da 500 € a ciascuno dei vincitori di tappa, valido per l’acquisto di tre prodotti top di gamma della linea riposo, per 12 buoni totali emessi. Inoltre tutti i partecipanti all’evento potranno partecipare all’estrazione di 18 regali complessivi recandosi presso lo stand con la befana e scattando una fotografia da pubblicare su Instagram, taggando il profilo de Officina del Comfort. All’atto della fotografia dovranno dichiarare il proprio numero di gara e la categoria di appartenenza. L’elenco iscritti completo è disponibile qui: https://we.tl/t-6Uu2ZjNHUa.

TANTI AUGURI CICCIO – Lo staff dell’ASD Romano Scotti fa festa con il collaboratore storico Roberto “Ciccio” Loreti che oggi spegne la bellezza di … 55 candeline! Tanti auguri SuperCiccio!

Le dichiarazioni della Conferenza Stampa

Alessio Terrenzi – Sindaco di Sant’Elpidio a Mare: «È un onore per noi avere il ciclismo agonistico nella nostra città, grazie O.P. Bike che ha riacceso questa fiamma. Portano in giro per l’Italia il nome di Sant’Elpidio a Mare, questa è la più grande soddisfazione per un sindaco. Abbiamo sempre avuto grandissimi risultati con l’O.P. Bike e quindi siamo già pronti a dare il bis, anche per riscattare l’edizione senza pubblico di quest’anno. Il buon nome della nostra città finisce così nell’albo d’oro di una corsa importantissima, per la quale sono molto riconoscente all’ASD Romano Scotti. Un grande grazie lo devo all’associazione Luce Viva: era un ex campo sportivo quello sui cui si correrà domani e grazie a loro è stato riqualificato. È bello vedere che una zona dimenticata sia stata ripristinata e che gente arrivi in una frazione importante per S. Elpidio a Mare».

Alessio Pignotti – Assessore allo Sport di Sant’Elpidio a Mare: «Quell’area è stata riportata ai fasti migliori grazie a un evento sportivo che ci permette di essere vetrina a livello nazionale: grazie O.P. Bike e ASD Roman o Scotti, perché noi patrociniamo l’evento, ma chi ha messo tutte le energie sono gli amici di Stefano Offidani e tutto l’indotto che gira intorno a questo grande gruppo. Il ciclismo è uno sport di squadra, ‘amministrazione comunale è il gregario, l’O.P. Bike è il campione. L’ambiente rurale è fatto di passione, dedizione, umiltà, modestia, sono tutte caratteristiche che hanno gli organizzatori come evento e noi che li seguiamo in un percorso iniziato un paio d’anni fa. Speriamo ch l’evento di domani sia solo l’inizio di qualcosa importante. La frazione Luce di Sant’Elpidio a mare illuminerà il nostro territorio su scala nazionale. ».

Stefano Offidani, presidente O.P. Bike: «Quando smetterò di emozionarmi, allora smetterò anche di organizzare e stare con i ragazzi – spiega un emozionatissimo presidente – in questa tappa io, mio figlio e l’amministrazione ci abbiamo creduto e ci crederemo sino all’ultimo atleta che taglierà il traguardo. Crediamo in un progetto grande e senza tutti voi non potremmo fare niente. Abbiamo più di 80 atleti e viaggiamo a livello nazionale, grazie alla visibilità conquistata sul campo, ma anche a chi lavora dietro le quinte, tante persone umili che si mettono a disposizione di questi eventi. Quando con Fausto Scotti abbiamo visionato il campo eravamo un po’ scettici, ma siamo stati molto bravi a saper riqualificare e organizzare l’evento. Ringrazio di cuore i fratelli Romanelli perché loro ci hanno creduto fortemente, ora sta a tutti i ragazzi mantenere alto il nome dell’O.P. Bike domani».

Fausto Scotti – CT Nazionale Italiana di Ciclocross: «Ringrazio l’amministrazione a nome di una percorsa dalla cui prima telefonata ho capito che si poteva fare: grazie Stefano. La passione che hai in famiglia è la stessa che abbiamo noi. Quando ho visto il posto e la vostra passione del ciclismo ho pensato: siamo nel posto giusto. Noi ci sposiamo volentieri con coloro che fanno tanto volontariato come noi, il resto viene tutto a ruota. In tutto il GIC facciamo così, cerchiamo quelle società sportive che possono dare gioia e futuro agli atleti. Lo sport fa uscire puliti, da una mentalità e un’aggregazione sociale diversa. Noi siamo al 12° Memorial Romano Scotti, quando Stefano mi ha annunciato del Memorial Romanelli sono stato felice, mi sono specchiato in questa storia e sono ben lieto di questo binomio.

Sette tappe, fine e inizio. Abbiamo tantissime richieste, abbiamo girato l’Italia ed è una chiusura quella di domani che riapre un nuovo Giro. Oggi in diversi punti molte persone mi hanno fatto notare diverse sfaccettature dell’anima del percorso, chiedendoci di fare cose sempre più importanti. Questo posto merita tanto, il percorso è diviso in quattro pezzi e ciascuno di essi ha la sua anima.

Quest’anno gli allievi sono diventati tantissimi, è importante tenere insieme allievi primo e secondo anno, ma è giusto riconoscere con una maglia bianca gli sforzi dei più piccoli, ringrazio tutto lo staff dell’ASD Romano Scotti per l’impegno e la passione e ad Atlantide Videoservice per i video meravigliosi. La tensione e le preoccupazioni servono per capire quanto sono importanti ciascuno dei nostri respiri.

Il Covid – spiega il CT in conclusione – è una cosa molto seria, in tutte le tappe siamo stati molto rigidi e nessuno ha mai violato il protocollo. Dispiace per la mancanza del pubblico, ma oggi dobbiamo rispettare atleti, organizzatori e chi ci ospita nella sua città.».

Samuele Basili – Sponsor Officine del Comfort: «Quando vediamo queste presentazioni e questi eventi non possiamo che essere felici e sorreggere con tutte le nostre forze gli organizzatori, è questa la più grande soddisfazione per uno sponsor».

Mattia Offidani – consigliere FCI CP Fermo: «Quando molti si arrendono, persone come l’ASD Romano Scotti ci mettono la faccia. Anche io ho seguito l’esempio del coraggio, mettendo in gioco la mia propensione verso il ciclismo giovanile e una società che deve rinascere, deve crescere».

NORMATIVA ANTICOVID – È applicato il protocollo emesso dalla Federazione Ciclistica Italiana. Tutti coloro che accederanno all’area interessata dalla manifestazione dovranno registrarsi presso la segreteria Covid dedicata allestita da ogni singolo comitato di tappa. Dovranno compilare gli appositi moduli, disponibili sul sito http://www.ciclocrossroma.it/covid/ e stampare e firmare l’autocertificazione, da presentare al check-point, presso il quale sarà misurata la temperature corporea con termo-scanner e rilasciato un braccialetto di colore corrispondente all’area assegnata. Nella medesima pagina è indicata la procedura guidata per la compilazione dell’elenco in foglio elettronico e la segnalazione alla società organizzatrice. L’autocertificazione va consegnata in forma cartacea.

Leave a Reply