Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Giro d’Italia Ciclocross, un percorso spettacolare e tanti iscritti per la tappa di Ferentino

Si corre questa domenica su un tracciato impegnativo, da vero ciclocross. Oltre 700 gli iscritti, attenzione alle modifiche di orari e di parcheggi.

FERENTINO – La classicissima del Parco delle Molazzete è già pronta per ospitare il Giro d’Italia Ciclocross, sebbene a porte chiuse per il pubblico per via della situazione sanitaria che tutto il ondo sta vivendo. Sarà un percorso davvero impegnativo quello che nel cuore della Ciociaria vedrà svolgersi, questa domenica, la sesta tappa della Corsa Rosa del fango, valida anche come prova del Lazio Cross Trofeo Romano Scotti e Campionato Provinciale FCI di Frosinone: lo staff dell’ASD Romano Scotti ha completato le operazioni di tracciamento per la gara organizzata in collaborazione con l’MTB Ferentino Bikers e il terreno, complice le copiose piogge di questi giorni, ricorda la configurazione epica di due anni fa.

È proprio il maltempo il protagonista di questi giorni di preparazione: una componente essenziale per il ciclocross, che non spaventa né atleti né addetti ai lavori, ma che obbliga tutti a una maggiore attenzione. A causa delle copiose piogge, infatti, alcuni parcheggi non sono più disponibili e quindi si consiglia fortemente alle società partecipanti di arrivare sul percorso almeno due ore prima della propria gara e di abbandonare l’area non appena terminata la competizione – salvo aver atleti in premiazione.

Uno stretto turnover che si rende necessario anche per il contenimento del contagio da Covid-19: sono oltre 700 gli iscritti, con trend in crescita registrato alla mezzanotte di mercoledì: per questo motivo sarà necessaria la collaborazione di tutti per ridurre le occasioni di contatto e di affollamento. «Lo staff organizzativo congiunto MTB Ferentino Bikers e ASD Romano Scotti – spiega Sergio Scotti – chiede a tecnici e atleti un’ulteriore prova di responsabilità rispetto a quelle già brillantemente superate nelle scorse tappe. Occorre restare nell’area dell’evento solo lo stretto indispensabile per le gare di proprio interesse, dopo di che, salvo atleti sul podio, chiediamo di andar subito via. È vero, è contrario allo spirito del ciclocross e a tutto ciò di spettacolare che abbiamo costruito in questi anni, ma per adesso rinvieremo la festa a un altro momento».

MODIFICHE AL PROGRAMMA E CONFERENZA STAMPA – I dettagli della sesta tappa del Giro d’Italia Ciclocross saranno illustrati in conferenza stampa sabato pomeriggio 12 dicembre alle ore 18:00. Avrà luogo nella sala conferenze dell’hotel Bassetto, ma sarà a porte chiuse: il pubblico potrà seguirla in streaming sui canali social del Giro d’Italia Ciclocross.

L’elevato numero di partenti anche tra i cicloamatori (170) ha persuaso gli organizzatori a sdoppiare le partenze: fascia 2 e donne correranno alle 8:50, mentre la fascia 1 avrà il semaforo verde alle 9:40. Per scongiurare affollamenti si rinvia ad altra occasione l’esperimento della chiusura con gli Allievi: l’ordine delle gare torna quindi al programma consueto, con gli Allievi Uomini (ore 11:50) dopo le categorie giovanili femminili e gli Uomini Open come ultima gara del programma.

PROCEDURA DI ACCREDITO, NORME COVID E INFO LOGISTICHE

CONVENZIONI ALBERGHIERE – La MTB Ferentino Bikers ha stipulato convenzioni alberghiere, disponibili sul portale internet ufficiale del Giro d’Italia Ciclocross con l’Hotel Colaiaco e con l’Hotel Città dei Papi di Anagni.

NORMATIVA ANTICOVID – È applicato il protocollo emesso dalla Federazione Ciclistica Italiana. Tutti coloro che accederanno all’area interessata dalla manifestazione dovranno registrarsi presso la segreteria Covid dedicata allestita da ogni singolo comitato di tappa. Dovranno compilare gli appositi moduli, disponibili sul sito http://www.ciclocrossroma.it/covid/ entro le 23:59 di venerdì 11/12/2020, inviarli all’indirizzo mail della segreteria Covid di tappa e stamparli, in modo da poterli presentare ai check-point, presso il quale sarà misurata la temperature corporea con termo-scanner e rilasciato un braccialetto di colore corrispondente all’area assegnata. Nella medesima pagina è indicata la procedura guidata per la compilazione dell’elenco in foglio elettronico e la segnalazione alla società organizzatrice. L’autocertificazione va consegnata in forma cartacea.

SENZA AUTOCERTIFICAZIONE NON SI ACCEDE NELL’AREA DI GARA. Per eventuali difficoltà nella compilazione dei moduli si può scrivere congiuntamente a logistica.gic@gmail.com. Attenzione: il modulo è ottimizzato per sistema operativo Windows; per chi usa Mac si consiglia di salvare ed esportare manualmente il file secondo la procedura classica e poi caricarlo nella pagina dedicata.

ACCREDITI SQUADRE – Tutte le squadre che intendono partecipare al GIC devono tassativamente fare richiesta dei pass per i box e per il parcheggio sul sito ufficiale, all’indirizzo http://www.ciclocrossroma.it/squadre/ e la richiesta deve essere effettuata entro e non oltre le ore 23:59 di venerdì 11 dicembre 2020. La richiesta è da considerarsi tacitamente accettata (non vi è quindi bisogno di mail di conferma). Le società saranno contattate solo in caso di incongruenze o perplessità. I pass sono valevoli per tutto il Giro. Considerata anche l’emergenza sanitaria in atto non sarà possibile richiedere i pass sul posto. Le iscrizioni degli atleti delle categorie cicloamatoriali tesserati per gli enti di promozione sportiva dovranno pervenire all’organizzazione attraverso l’indirizzo di posta elettronica iscrizioni@ciclocrossroma.it.

ACCREDITI STAMPA – Le testate, i giornalisti freelance e i fotografi che desiderino seguire una o più tappe del 12° Giro d’Italia Ciclocross dovranno compilare l’apposito modulo interattivo presente sul sito del GIC all’indirizzo http://www.ciclocrossroma.it/accrediti-stampa/. L’accredito sarà consegnato al desk delle iscrizioni durante le operazioni pre-gara. Per i fotografi l’ASD Romano Scotti rilascerà una pettorina ad alta visibilità onde garantire la loro presenza sul percorso. Durante il periodo dell’uso della pettorina, che dovrà essere restituita, l’organizzazione tratterrà un documento di identità.

Leave a Reply