Filippo Pozzato: «Scatti e volate ma anche spettacolo, musica e informazione. In Veneto inizia una nuova era dello sport».

«Il Veneto è da sempre terra di grandi ciclisti e grandi tappe. È proprio la sua storia, costellata di grandi successi e imprese, a renderlo pronto per una nuova, straordinaria avventura: ospitare il Campionato italiano di ciclismo 2020, una sfida vinta su cui ha puntato fortemente anche il Governatore Luca Zaia.

La nostra idea è creare un evento in cui sport, stile, cultura e divertimento corrono insieme: una festa per celebrare non solo le ottime performance di pochi, ma l’amore per il ciclismo di tanti, valorizzando al contempo un territorio ricco di meraviglie, dal paesaggio alle eccellenze enogastronomiche». Con queste parole Filippo Pozzato, ex ciclista e organizzatore dell’evento insieme a un team composto da Jonny Moletta di Jonny Mole Design e Gaetano Lunardon del ristorante La Rosina e dalla Regione del Veneto, annuncia la tappa del Campionato italiano di ciclismo 2020 che, nel giugno 2020, si terrà a Bassano del Grappa.

«Il team di organizzatori metterà a frutto competenze diverse verso un unico traguardo: unire in un grande abbraccio tre storiche città murate. Da Bassano del Grappa partirà la prova in linea; a Marostica assisteremo a un passaggio mozzafiato a Colceresa; infine arriveremo a Cittadella, vestita a festa per gli 800 anni dalla sua fondazione.

Il 19 giugno via alla prova a cronometro, il 21 alla gara in linea. Curve, scatti e volate daranno spettacolo, ma non saranno l’unica attrazione della manifestazione: grande spazio avranno musica, show, informazione, sensibilizzazione per grandi e piccoli dentro e oltre lo sport. Tutto questo – conclude Pozzato – per aprire una nuova strada, una nuova era, insieme. Dobbiamo rivolgere un ringraziamento alla Regione del Veneto che negli ultimi anni ha investito molto per la promozione dello sport su tutto il territorio attraverso importanti eventi ciclistici. È anche grazie a iniziative di questo tipo se il Veneto oggi può essere tranquillamente considerata una delle terre più amate dagli appassionati di questo splendido sport».

Leave a Reply