FCI: definiti gli importi per i contributi 2020 alle società

Deliberate le prime due tranche relative all’affiliazione e al tesseramento che saranno erogate da ottobre. In apertura della riunione intervento del dott. Pierro, Capo dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio.

Si è svolto nel pomeriggio di ieri il quinto Consiglio Federale della Federazione Ciclistica Italiana, anticipato dal tradizionale appuntamento con i presidenti regionali, in occasione del quale è intervenuto anche il dott. Giuseppe Pierro, Capo dell’Ufficio per lo Sport della Presidenza del Consiglio. Una presenza, questa, introdotta dal presidente Di Rocco: “Ringrazio il dott. Pierro per averci onorato della presenza e per quanto realizzato in questi mesi, per la sensibilità dimostrata nei confronti dei problemi del mondo dello sport e del ciclismo in particolare. Lo ringrazio soprattutto nell’attenzione al dialogo dimostrata da quando è stato chiamato a ricoprire l’incarico, mostrando una sensibilità nei confronti del mondo sportivo che ci ha permesso di affrontare fin da subito numerose questioni.”

“Ringrazio Renato per l’invito – ha esordito il dott. Pierro – e per le belle parole. La stima è reciproca. E’ stato uno dei primi presidenti che ho incontrato una volta assunto l’incarico e mi ha aiutato a comprendere meglio le necessità e i bisogni del mondo sportivo. Abbiamo affrontati mesi difficili e altri ci aspettano, perché riaprire in sicurezza è sicuramente più difficile che chiudere. Nei prossimi giorni verrà pubblicato il nuovo DPCM che, come avete potuto leggere nelle anticipazioni di queste ore, darà un ulteriore impulso all’attività sportiva. Adesso che la curva epidemiologica lo permette è giusto che si inizi a ragionare sul ritorno alle gare, logicamente sempre con la massima attenzione alla salute generale.”

Il dirigente poi ha esortato il Consiglio e tutto il mondo sportivo a portare suggerimenti e proposte: “Il nostro ruolo è quello di essere al servizio dei cittadini e delle società. Qualsiasi suggerimento che ci aiuti ad affrontare le importanti questioni sul tavolo dell’Ufficio dello Sport sono utili e permettono di programmare interventi mirati. Stiamo lavorando alla soluzione di alcuni problemi ancora aperti. Penso alla questione del lavoro in ambito sportivo, al problema della sicurezza in occasione delle manifestazioni sportive, al sostegno allo sport di base. Soltanto insieme possiamo riuscire a trovare le soluzioni migliori.”

Il presidente Di Rocco, in occasione delle comunicazioni iniziali, ha illustrato le risultanze dell’incontro tenuto nel pomeriggio con il direttivo UCI “Siamo contenti che venga assegnato all’Italia, a Capoliveri (Isola d’Elba), il campionato del mondo Marathon 2021; anche per quanto riguarda il calendario internazionale l’Unione Ciclistica Internazionale ha recepito i nostri rilievi.

Per quanto riguarda il congelamento delle categorie, l’idea si sta facendo strada, grazie al grande lavoro di relazioni che abbiamo messo in atto in queste settimane. Ho chiesto al presidente Lappartient di fare presto, perché le società devono avere un’indicazione il prima possibile per poter programmare il futuro.”

I mondiali juniores pista quest’anno non si svolgeranno, mentre sono in forse anche quelli Europei. “Stiamo valutando se farli in Italia – ha ricordato il Presidente – , magari in qualche pista scoperta, anche per garantire l’adeguata distanza e minori rischi. Logicamente tutto dipende dai prossimi DPCM e da quando si potrà tornare a gareggiare.”

Per quanto riguarda il velodromo di Treviso, è stato comunicato al Consiglio che la Federazione ha proceduto alla messa in mora della società Pessina. “Dovevano presentare un piano industriale entro i 60 gg. Sono scaduti i termini e pertanto abbiamo proceduto. La Federazione ha la volontà riprendere quanto prima i lavori.”.

Il Consiglio, inoltre, ha preso atto con soddisfazione della comunicazione del presidente del CR Toscana, Giacomo Bacci, dell’incontro avvenuto presso la Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia per il finanziamento della Cittadella del Ciclismo a Ponte Buggianese, con un Velodromo che si affiancherà al già realizzato Ciclodromo intestato ad Alfredo Martini. Il progetto sarà realizzato con l’Università di Firenze.

CONTRIBUTI PER SOSTENERE L’ATTIVITA’ – La decisione sicuramente più attesa del Consiglio Federale di ieri riguarda l’approvazione dei criteri per l’assegnazione dei contributi economici alle società già annunciati nell’importo complessivo, per il 2020, di 2 milioni di euro.

Nel presentare la proposta elaborata dal gruppo di lavoro, il vicepresidente Gamba ha ringraziato tutti i componenti della stessa: “per la disponibilità e il contributo fornito. E’ stato un lavoro intenso che senza la totale disponibilità di tutti non sarebbe stato possibile portare a termine.”

Sulla base delle linee guida deliberate in occasione del precedente Consiglio Federale, ieri sono stati fissati i sostegni economici relativi all’affiliazione e al tesseramento.

AFFILIAZIONI – Il 50% della quota affiliazione versata per la stagione 2020 sarà riconosciuta a ciascuna società e verrà accreditata a partire dal mese di ottobre. Tale importo potrà essere utilizzato solo per affiliazioni 2021, purché la suddetta affiliazione venga rinnovata entro il 28 Febbraio 2021. Dopo tale data, la somma non sarà più disponibile. Il contributo complessivo per questo capitolo è di circa 470.000 euro.

Il costo dell’affiliazione 2021, inoltre, in via eccezionale sarà ridotto del 50% per tutte le società, anche le nuove affiliazioni.

TESSERAMENTI – Per quanto riguarda i tesseramenti i contributi prevedono due linee di intervento.

1. Contributo del 25% della quota versata per i tesseramenti. Anche in questo caso la somma spettante a ciascuna società sarà accreditata sempre a partire dal mese di ottobre e potrà essere utilizzata solo per i tesseramenti 2021, purché effettuati entro il 28 febbraio 2021, pena la perdita della somma accreditata. Il contributo complessivo per questo capitolo è di circa 700.000 euro.

2. Ulteriore contributo di 10 euro ad ogni singola società per ogni atleta delle categorie PG, Giovanissimi, Esordienti, Allievi, Juniores, Under23 e Elite s.c. (M/F) tesserato nel 2020.

Si tratta di un intervento per favorire il tesseramento delle categorie giovanili e agonistiche e si aggiunge a quanto previsto nel precedente punto. Si prevede un bonus di 10 euro per ciascun atleta delle categorie suddette. Il bonus accreditato sarà spendibile solo per tesserare atleti agonisti, entro il 28 febbraio 2021.

Si prevede una spesa di circa 240.000 euro.

Il complessivo dei contributi deliberati dal Consiglio Federale nella giornata di ieri pertanto arriva alla somma di 1.410.000 euro.

I restanti 600.000 euro saranno destinati alle società organizzatrici per far ripartire l’attività. Il Consiglio Federale delibererà il meccanismo e i tempi di assegnazione dello stesso nella prossima riunione, dopo aver concordato gli interventi con i Comitato Regionali.

CONTRIBUTI COMITATO ITALIANO PARALIMPICO – Sempre nella logica del sostegno all’attività di base, il Consiglio ha approvato anche i criteri per l’erogazione dei contributi del CIP alle società che operano con tesserati paralimpici.

LINEE GUIDA PER LE GRANFONDO – Altro aspetto molto atteso dagli appassionati e dal popolo delle Granfondo riguarda l’approvazione delle linee guida per il loro svolgimento in periodo di pandemia. “Sono regole elaborate in accordo con tutti gli stakeholders del settore – ha ricordato il consigliere Crisafulli in fase di illustrazione – dagli organizzatori alle commissioni competenti e che saranno proposte al Ministero per l’approvazione.”

Il Consiglio, accogliendo la proposta del CR Marche, ha espresso parere favole per il prolungamento del periodo di trasferimento della categoria Elite/U23 al 20 luglio. Assegnazione Campionato Italiano DH 2020 – Si svolgerà 1 e 2 agosto 2020 organizzazione Gravitalia a Viola-St.Gree (CN).

Leave a Reply