Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Due importanti novità in casa Work Service Speedy Bike

Padova – Dopo il successo centrato domenica scorsa da Vincenzo Russo a San Vendemiano (Tv) e il secondo posto di Samuele Mion a Pescantina (Vr) è stata una settimana sotto i riflettori per la Work Service Speedy Bike che si appresta a ripartire domenica dal circuito di Tezze sul Brenta (Vi).

Vincenzo Russo, infatti, ha preso parte al ritiro di Donoratico con la nazionale italiana che gli ha consentito di prendere confidenza con l’ambiente azzurro e di farsi apprezzare anche dal CT Rino De Candido mentre gli altri ragazzi si sono allenati regolarmente sotto la direzione di Matteo Berti, Fabio Camerin e dell’ex professionista Antonio Santoro.

E proprio l’inserimento di Santoro nello staff della squadra è la prima novità delle ultime settimane che riguarda l’ambiente della formazione juniores di patron Massimo Levorato“Lo scorso anno ho potuto apprezzare la professionalità e l’impegno di Antonio come atleta nella nostra formazione continental. Il passaggio in ammiraglia è stato quasi naturale dopo la sua scelta di scendere di bicicletta: si tratta di un ragazzo che ha maturato esperienze importanti in tutto il mondo e che può essere un prezioso punto di riferimento per i nostri atleti più giovani” ha sottolineato il presidente della Work Service Speedy Bike.

Entusiasmo alle stelle per Antonio Santoro che ha subito brindato ai successi di Vincenzo Russo: “Per me si tratta di una bellissima opportunità per restare in un ambiente che mi piace molto e vicino ad uno sport che amo da sempre. Con Matteo Berti e Fabio Camerin c’è stata da subito una grande intesa e siamo un bellissimo gruppo; in più la stagione è partita nel migliore dei modi grazie ai successi conquistati da Vincenzo e questo ci consente di lavorare con ancora maggior serenità e spensieratezza” ha osservato Santoro. “Il mio obiettivo è di trasmettere a questi giovani ragazzi la passione per il ciclismo e, soprattutto, di farli crescere con calma, senza pressioni, facendo capire loro l’importanza di impegnarsi ogni giorno con umiltà per realizzare i loro sogni. Devo dire che in queste settimane trascorse con la squadra ho ricevuto tantissimo dai ragazzi in termini di emozioni e di rapporti umani: è una esperienza che mi piace e che mi fa guardare al futuro con grande fiducia”.

La seconda novità riguarda l’arrivo in Italia, ormai imminente, del talento colombiano Oscar Santiago Garzon Alfonso: 18 anni da compiere il prossimo 22 giugno, “Santi”, come già lo hanno ribattezzato lo staff della squadra e i suoi nuovi compagni, arriverà in Italia lunedì 19 aprile e resterà nel quartier generale della Work Service fino al mese di ottobre con l’obiettivo di maturare una preziosa esperienza nel nostro Paese e di ritagliarsi uno spazio da protagonista negli appuntamenti più prestigiosi per staccare il biglietto per il Campionato del Mondo Juniores.

“Santi è un ragazzo che è cresciuto tra le fila del progetto Dynatek Colombia che abbiamo avviato in Sud America con la collaborazione di Luis Sierra. Si tratta di un programma di scouting e di crescita dedicato ai giovani talenti sudamericani per consentire loro un approccio più graduale con il ciclismo europeo. I risultati delle gare in Colombia e i test fisici e attidudinali effettuati ci hanno indicato il suo profilo come il più adatto per affrontare questa esperienza in Italia. Siamo felici di accoglierlo in squadra e non vediamo l’ora di poterlo schierare al via dei primi appuntamenti del calendario italiano” ha anticipato il ds Matteo Berti.

Con queste novità il gruppo della Work Service Speedy Bike guarda con entusiasmo al prossimo appuntamento che si correrà domenica 18 aprile sul circuito pianeggiante di Tezze sul Brenta (Vi): un ottimo test in vista del ricco programma gare del mese di maggio.

Leave a Reply