Dolce Terre di Novi: pedalare nella storia, tradizione del ciclismo e cioccolato

Novi Ligure (Alessandria) – Esistono luoghi che segnano una storia, quelli che ne raccontano le origini. Quelli in cui si torna a rigenerarsi, per ritornare alla fonte, dove tutto era ricominciato nell’entusiasmo sorgivo dell’inizio. Novi Ligure, comune che Domenica 2 Aprile ospiterà la Granfondo Dolci Terre di Novi by Rodman, è uno di questi. Passeggiando per le via della cittadina, ogni angolo ti parla della storia dei due campionissimi novesi, Costante Girardengo e Fausto Coppi. Storie di imprese straordinarie raccontate in quel capannone già dell’Ilva (ex Italsider) in cui è stato creato il Museo dei Campionissimi e dinanzi al quale prenderanno il via gli ottocento abbonati al circuito Coppa Piemonte e i partecipanti alla singola prova.Storie di fatica quotidiana nelle aziende che hanno segnato la crescita economica di queste comprensorio, l’Italsider prima, l’Ilva oggi, la Novi, il duro lavoro della terra che si mescolano al sudore della fronte dei due campioni lanciati verso la conquista di traguardi che hanno poi segnato la storia del ciclismo professionistico.

Un sogno che annualmente si rinnova nella mente degli oltre mille partecipanti alla Granfondo Dolci Terre di Novi by Rodman, seconda prova del circuito Coppa Piemonte, voluta dall’amministrazione comunale novese con in testa il sindaco Rocchino MuliereGianni Noli e i dirigenti dell’associazione Costante Girardengo, che si misureranno lungo i due percorsi di gara (Granfondo 135,2 chilometri e 1970 metri di dislivello e Mediofondo 94 chilometri e 1275 metri di dislivello).

Proprio in queste ore il comitato organizzatore ha redatto il piano sicurezza che prevede la presenza lungo i due percorsi di ben 217 Asa (addetti segnalazione aggiuntiva), 245 volontari che garantiranno i servizi ai partecipanti, tre ambulanzedue medici, la scorta tecnica e numerosi agenti delle polizie locali dei comuni attraversati.

Pacco gara. Il pacco gara è costituito da otto prodotti del noto gruppo dolciario Elah Dufour Novi che renderanno più “dolce” la fatica al termine della prova Iniziative per la famiglia. Il giorno prima della manifestazione ciclisti e familiari avranno l’opportunità di effettuare una visita guidata al centro storico di Novi. Sabato 1 aprile ore 15.00 itinerario nel centro storico alla scoperta del centro storico di Novi Ligure. Tra le tappe dell’itinerario anche Via Paolo da Novi dove una volta c’era la Salumeria di Domenico Merlano nella quale il Campionissimo prestava la sua opera come garzone. Costo a persona 3.5 euro iscrizioni presso lo IAT di Novi Ligure (iscrizioni entro le ore 12 di venerdì 31 marzo e-mail iat@comune.noviligure.al.it tel 0143-72585). Il programma della visita . Mentre Paolo Gravellone intratterrà gli appassionati presenti durante la consegna dei pacchi gara e dorsali e in zona traguardo in attesa dell’epilogo della manifestazione.

La Granfondo Dolci Terre di Novi è la prima delle quattro prove del circuito Coppa Piemonte che hanno quale name sponsor l’azienda di biciclette torinese che sarà presente all’expo con il proprio stand e le specialissime Sabic, top gamma al carbonio, e la Mizar che è il modello più venduto. Inoltre alle prime tre società della classifica per team verrà consegnato uno splendido telaio Rodman.

Iscrizioni. La quota d’iscrizione è di 35 euro sino al 28 Marzo. Poi salirà a 40 euro. Le iscrizioni si effettuano attraverso il sito del comune di Novi Ligure . . Sino al 29 Aprile è inoltre possibile sottoscrivere l’abbonamento al circuito Coppa Piemonte nella formula 5 prove ad un costo di 155 euro e quattro prove ad un costo di 135 euro e chi ha partecipato alla prima prova, la Granfondo della Riviera La Specialissima potrà acquisire il punteggio maturato nella prova d’apertura.

Sottoscrivi qui il tuo abbonamento a Coppa Piemonte 2017

Leave a Reply