Catalogo TOPEAK
Dipa abbigliamento

Dipa firma il pacco gara della Gran Fondo dei Templari 2021

Uno splendido zaino sarà consegnato a tutti i partecipanti. A causa della concomitanza con la data di svolgimento di un’altra manifestazione sportiva nel comune di Castelnovo del Friuli, gli organizzatori sono stati costretti a modificare il percorso di gara togliendo la salita di Vigna. Una variazione che non ne modifica la caratteristica principale (salite corte con pendenze anche impegnative). Location della manifestazione, che si tiene sotto l’egida di Acsi Ciclismo, sarà il quartiere Torre di Pordenone.

Pordenone – Dipa, azienda umbra che realizza abbigliamento sportivo personalizzato e accessori per il tempo libero, firma il pacco gara della quattordicesima edizione della Gran Fondo dei Templari Trofeo Città di Pordenone Memorial Guido Rossi. A tutti gli iscritti alla manifestazione pordenonese in programma domenica 22 agosto, verrà consegnato un utile e capiente zaino personalizzato con il logo e il nome della manifestazione, ricamati nella parte superiore. L’azienda di Assisi (Perugia) ha inoltre realizzato le due felpe che verranno consegnate ai vincitori assoluti e la maglia dello staff organizzativo guidato da Eraldo Scipioni e Giulia Pecchielan.

Mentre all’interno della busta tecnica, contenente il dorsale e le informazioni sulla manifestazione, il comitato organizzatore inserirà un integratore e un gel prodotti dalla Dermovitamina che completano il pacco gara della quarta prova del circuito Alpe Adria Tour 2021.

Percorso unico. La manifestazione si tiene su percorso unico di 127 chilometri e 1730 metri di dislivello. Proprio in queste ore, a causa della concomitanza di una manifestazione in programma nel comune di Castelnovo del Friuli, gli organizzatori hanno apportato una variazione al tracciato di gara, verrà eliminata la salita di Vigna, che non ne modifica la caratteristica principale (salite corte, che presentano anche brevi tratti con pendenze impegnative).

La location della manifestazione sarà il quartiere Torre di Pordenone, la cui storia risale all’epoca romana, con il porto fluviale sul Noncello, le cosiddette Terme Romane (probabilmente delle strutture appartenenti al porto) e il nucleo dell’attuale castello, sede del Museo Archeologico. Il porto già attorno all’anno Mille era ormai inutilizzabile (probabilmente per interramento) e venne ricostruito più a valle, promuovendo lo sviluppo di un originario piccolo nucleo romano-medioevale nell’odierna Pordenone.

Le iscrizioni si effettuano sul portale della società Kronoservice. La singola quota di adesione è di euro 40 sino al 19 agosto, mentre nelle ultime ore prima della gara salirà a 50 euro. L’organizzazione ha riservato una promozione valida per le società ciclistiche che iscriveranno almeno dieci tesserati. La quota da versare sarà di 350 euro, ovvero un risparmio di cinque euro per ciascun iscritto.

Leave a Reply