Alessandra Quadrivio “indossa” la sedicesima maglia del photo contest COVID-19 #IOSTOACASA AJOCONTROCOVID19

Quartu S. Elena (Cagliari) – Ha iniziato a pedalare ad ottobre 2012, dopo un grave problema di salute e grazie alla sua voglia di vivere e di non mollare, all’ incontro casuale con Maurizio, ciclista da anni, che gli ha trasmesso sempre di più la passione per questo sport come mezzo per rimanere in forma e gli ha insegnato i primi rudimenti. “Ed è stato come rinascere una seconda volta”.

In seguito suo marito Gianni, ex campione regionale lancio del disco, ha continuato a stimolare la crescita di Alessandra, grazie alla sua voglia di divertirsi e di misurarsi con gli altri.

La quartese Alessandra Quadrivio, cinquantaduenne impiegata amministrativa, è la vincitrice della sedicesima maglia del photo contest COVID-19 #IOSTOACASA AJOCONTROCOVID19, organizzato dall’associazione Ajò Cycling Team in collaborazione con l’azienda Threeface e patrocinato da CSAIn Ciclismo.

La passione conquista ben presto Alessandra che riesce a vincere e a conquistare piazzamenti in alcune manifestazione. Nel suo palmares anche un titolo regionale sardo nel lancio del disco e la partecipazione ai campionati italiani di società di atletica di specialità.

“Sino a qualche stagione fa le donne che svolgevano questa attività non erano molte – evidenzia Alessandra – spesso ero costretta a misurami con le più giovani in quanto unica categoria non divisa in mezzo a tanti uomini . Oggi, finalmente, il numero delle ragazze in gruppo è cresciuto, e anche se continuo a gareggiare in prove promiscue, l’opportunità di pedalare in gruppo con altre ragazze rende più entusiasmante la prova”.

Nonostante il lavoro e gli impegni familiari, Alessandra si allena alternando uscite in bicicletta e sedute in palestra, dove è seguita dal personal trainer Simone Corrias. In questo particolare momento che sta attraversandola nostra nazione, continua a lavorare e si allena in casa sui rulli rispettando l’isolamento sociale imposto e invitando anche gli altri ciclisti.

Leave a Reply