Serata Mondiale: scatta il conto alla rovescia!

E’ stata presentata stamane nella prestigiosa cornice del Municipio di Castelfranco Veneto (Tv) la Serata Mondiale, che si celebrerà sabato 17 novembre 2018 a partire dalle ore 19.00, in onore del decennale dalla vittoria di Alessandro Ballan al Campionato del Mondo di Varese 2008.
Un’occasione unica, quella che richiamerà per una notte a Castelfranco Veneto (Tv) il gotha dello sport italiano nel nome dell’ultimo azzurro campione del mondo, per vedere sfilare la nazionale italiana targata 2008, i grandi campioni del passato e i più importanti personaggi del mondo delle due ruote: a fare festa con Alessandro Ballan e i suoi compagni di nazionale ci saranno infatti il presidente della FCI, Renato Di Rocco, gli iridati Francesco Moser, Maurizio Fondriest, Moreno Argentin e Paolo Bettini e tanti campioni di diverse discipline sportive.
“Questo decennale è un anniversario da celebrare per ricordare un’impresa storica come quella compiuta a Varese dal nostro Alessandro” ha esordito il Sindaco di Castelfranco Veneto, Stefano Marcon. “Nello sport ci sono numeri ed espressioni che sono entrate a far parte della storia, tra queste possiamo dire che vi è anche quel “Vai Ballaaan” che a risentirlo, ancora oggi, trasmette una emozione unica”.

“Voglio ringraziare l’Amministrazione Comunale e il Panathlon Club di Castelfranco Veneto per la disponibilità e la collaborazione nell’allestimento di questa giornata di festa. L’idea è partita dai miei amici e tifosi storici e, insieme, l’abbiamo sviluppata per ricordare la vittoria di Varese. Nel 2008, dopo i successi di Cipollini e Bettini, quando ho conquistato il mondiale sembrava una cosa “facile” per un italiano ma con il passare degli anni e il protrarsi del digiuno azzurro quella vittoria ha assunto una importanza sempre maggiore” ha spiegato Alessandro Ballan“Quella è stata una vittoria di squadra, costruita grazie ad un gruppo straordinariamente unito, anche per questo motivo abbiamo atteso che la stagione agonistica fosse conclusa, per consentire a tutti di partecipare. Sabato sera gli appassionati avranno l’occasione di rivivere quelle emozioni oltre che di ascoltare racconti inediti e aneddoti di quella settimana iridata che in pochi conoscono. Alla festa abbiamo voluto abbinare tre iniziative molto importanti: la prima riguarda la sicurezza stradale, realizzata in collaborazione con AIFVS, la seconda è una raccolta fondi per sostenere un progetto benefico promosso da Montura e la terza riguarderà un mio concittadino, Giandomenico Sartor, che ha l’obiettivo di prendere parte alle Paralimpiadi di Tokyo 2020”.

Una giornata ricca di eventi quella promossa dall’Amministrazione Comunale di Castelfranco Veneto, in collaborazione con il Panathon Club, come ha avuto modo di sottolineare il presidente Leopoldo Fogale“Castelfranco Veneto è una città nella quale vi è una importantissima concentrazione ciclistica che ha consentito alla nostra città di conquistare degli straordinari successi anche in campo internazionale. Da presidente dell’UC Giorgione, mi piace ricordare che Alessandro Ballan è salito in bicicletta a 9 anni proprio grazie alla passione del nostro Mario Cassolato; allo stesso tempo, da presidente del Panathon Club non dimentico che fu proprio Alessandro, nel 2009, a consegnare a Giandomenico Sartor il premio Giorgione d’Oro. Anche per questi motivi siamo lieti di collaborare alla buona riuscita di questo evento che vuole celebrare un’impresa indimenticabile per tutto il ciclismo italiano e, soprattutto, per Castelfranco Veneto”.

Alla conferenza stampa hanno preso parte anche Gianluca Didonè, Assessore allo sport, che ha osservato come siano ben 5.000 gli sportivi praticanti a Castelfranco Veneto, e Franco Pivotti, Assessore al bilancio e alla cultura, che ha ricordato come lo sport, ospite in questa occasione del Teatro Accademico, faccia ormai parte a pieno titolo della cultura della società moderna. Nel corso dell’incontro con la stampa è stato illustrato altresì il programma in vista del prossimo 17 novembre che si aprirà proprio con le iniziative promosse dai AIFVS: “Sarà una giornata che non vuole limitarsi al ricordo delle vittime ma che vuole guardare al futuro perchè è necessario cambiare per evitare il ripetersi di questa continua tragedia. Siamo felici di questo abbinamento con la serata dedicata ad Alessandro Ballan che ci permetterà di contare anche su di una platea d’eccezione per lanciare il nostro messaggio” ha aggiunto Paola Conte Bortolotto di AIFVS.

Appuntamento, dunque, fissato per sabato 17 novembre alle ore 19.00 al Teatro Accademico di Castelfranco Veneto (Tv) per una giornata di riflessione, solidarietà e di grande festa!

Questo il programma delle iniziative per il prossimo 17 novembre:
Ore 11.30 – Flashmob degli studenti degli Istituti Scolastici Superiori in Piazza Giorgione;
Ore 17.00 – Musica, testimonianze e riflessioni presso la Sala Patronato Pio X con Paola Fagari e Luca Reato;
Ore 18.00 circa – Fiaccolata verso il Municipio con cittadinanza, autorità e associazioni e ricordo delle vittime della strada;
Ore 19.00 – Serata Mondiale: al Teatro Accademico, festa in onore del decennale della vittoria di Alessandro Ballan al Mondiale di Varese 2008

Click to comment

Uno splendido sole ha baciato Pedala Per un Sorriso 2018

È stata proprio l’estate di San Martino a benedire la pedalata tutta solidale, tutta nel centro di Roma! Per i, quasi trecento,  partecipanti è stato puro divertimento attraversare la Città Eterna in piena sicurezza grazie al Gruppo di Pronto Intervento Traffico della Polizia Locale di Roma Capitale, ai Comandi della Polizia Locale dei diversi Municipi  attraversati, con in testa il 1º e il 12º gruppo, alle Scorte Tecniche del Gruppo Vessella, al lavoro dell’Ufficio Eventi Cittadini del Gabinetto del Sindaco di Roma Capitale e anche ai dispositivi di sicurezza che Il Gruppo Sportivo Largo Sole, da sempre partner, “pro bono”, organizzativo e logistico della manifestazione, ha messo in atto. Via Aurelia Antica, Gianicolo, Trastevere, Isola Tiberina, Campidoglio, Fori Imperiali, Colosseo, Piramide Cestia, Caracalla, EUR, Catacombe di San Callisto, Circo Massimo, Altare della Patria, Via del Corso, Trinità dei Monti, Piazza del Popolo, Castel Sant’Angelo, San Pietro, Musei Vaticani: questo il percorso inedito che la pedalata ha percorso tra gruppi di turisti e romani anche loro sorridenti e plaudenti.

Il gruppo dei “ciclisti per un sorriso” è stato capitanato dal Presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato Di Rocco, che in sella alla sua e-bike ha pedalato tutto il percorso apprezzandone la qualità dei luoghi attraversati e la sicurezza organizzativa: “Una bellissima manifestazione che oltre ad adempiere un ruolo sociale preziosissimo, fa da vetrina al territorio coniugando ciclismo e promozione turistica. Non trascurerei che mi sono anche divertito immensamente per l’ambiente scanzonato e privo di esasperazione agonistica.”
Nel “gruppo”, ciclisti provenienti da tutta Italia hanno affiancato la “squadra” ciclistica, agli ordini del DS Zanatta del Green Team Bardiani CSF, che ha visto tra i ranghi Valerio Agnoli del Team Barheim, Giulio Ciccone e Simone Sterbini del Team Bardiani, Alessandro Proni, Gigi Sgarbozza, Giuseppe Fatato, Massimo Caselli e altri amici della Pedala Per Un Sorriso.

Dopo l’arrivo, ciclisti e accompagnatori hanno mangiato insieme nella rinnovata “Sala Verde” dell’Università Europea di Roma , che accoglie la manifestazione già dalla prima edizione, trasferendosi, poi, nell’Auditorium per premiazioni ed estrazione dei tanti premi messi a disposizione dai negozi di ciclismo che si sono messi a disposizione anche per la raccolta delle iscrizioni all’evento; ancora una volta il Gruppo Ciclistico Fatato si è aggiudicato il trofeo destinato alla squadra più numerosa.
Durante la cerimonia sono stati presentati i risultati delle donazioni degli ultimi anni e illustrati gli obiettivi futuri con il progetto, illustrato dalla responsabile Patrizia Panella, di aiuti al villaggio di Sakou in Burkina Faso per la realizzazione di un allevamento e la fornitura di quanto necessario per avviare le attività di pastorizia con la finalità di rendere autonomi e indipendenti gli abitanti.
Nel segno della continuità, è stato confermato il supporto alla Onlus di Marina Romoli che, oltre che essere presente alla cerimonia delle premiazioni è stata ospite della vettura in testa alla manifestazione apprezzando entusiasta le meraviglie del percorso.
Un’altra conferma, Pedala Per Un Sorriso l’ha assicurata all’Arcobaleno della Speranza Onlus; Maria Stella Marchetti, ha illustrato il suo impegno e ringraziato per il supporto.
Pedala Per Un Sorriso Onlus continua anche l’impegno nel ciclismo praticato continuando a stanziare annualmente quanto necessario per contribuire al mantenimento della Scuola di Ciclismo presso l’Istituto Omnicomprensivo di Amatrice.
La prossima edizione di Pedala per Un Sorriso si disputerà il 10 novembre 2019, sono già in cantiere diverse novità che il comitato organizzatore ha pensato per arricchire l’evento: sarà sicuramente inserita una attività legata al mondo ciclistico giovanile così come sarà dato spazio ad altre attività per esaltare il valore di promozione turistica del Territorio.

Click to comment

L’ Union Européenne de Cyclisme guarda al futuro

Quello che si è tenuto lo scorso sabato durante i Campionati Europei di Ciclocross a ‘s-Hertogenbosch (Paesi Bassi) è stato un consiglio direttivo particolarmente importante per quanto riguarda il futuro dell’Union Européenne de Cyclisme ma anche per tracciare un bilancio dell’attività svolta fino ad ora.

Il successo degli eventi europei delle ultime stagioni e l’attiva presenza della UEC al fianco delle 50 federazioni nazionali che ne fanno parte confermano indubbiamente che la strada intrapresa è quella giusta e proprio per questo il direttivo di sabato ha dato il via ad una serie di iniziative mirate a consolidare ulteriormente il ruolo del ciclismo a 360 gradi all’interno del panorama sportivo internazionale.

Tra le principali novità approvate figura indubbiamente la creazione, nel 2019, della Commissione Paraciclismo la cui formazione è stata affidata Simon Meijn (Paesi Bassi).

Per quanto riguarda i progetti futuri alle varie commissioni, è stato chiesto lo studio, per il quadriennio 2019/2022, di una serie di iniziative tra le quali l’istituzione della Coppa Europa Ciclocross, dei Campionati Europei BMX Free-Style e MTB e-Bike, oltre ad una coordinazione per quanto riguarda il calendario strada 2020 Europe Tour, l’inserimento del nuovo titolo Mix Team Relay nel programma dei Campionati Europei Strada 2019 oltre ad una maggiore attenzione alle pari opportunità tra uomini e donne.

Nel corso del direttivo è stato creato inoltre un gruppo di lavoro per la creazione e la realizzazione strategica di un programma che vada ad interessare diversi punti chiave per l’attività del prossimo quadriennio: sviluppo di un calendario per quanto riguarda le discipline olimpiche e del ciclocross, un ulteriore rafforzamento di un piano marketing, media ed organizzazione eventi, l’attività della Commissione

Solidarietà, la ricerca di nuove attività oltre ad un piano finanziario a lunga scadenza.

A seguito del crescente interesse nei confronti dello sport da parte delle istituzioni il Segretario Generale, Enrico Della Casa, ha ricevuto il mandato per la creazione della Commissione Istruzione, Formazione, Gioventù e Sport che persegua gli obbiettivi comuni dell’Unione Europea e del Comitato Olimpico Europeo.

Nel corso degli anni l’Union Européenne de Cyclisme ha anche rafforzato i propri rapporti con le altre federazioni continentali, in modo particolare per ragioni geografiche con la Confédération Africaine de Cyclisme (CAC) e nell’ottica di una sinergia sempre più stretta il direttivo ha approvato lo svolgimento del primo storico Congresso Annuale UEC/CAC che si svolgerà a Roma (Italia) il 9 e 10 marzo 2019, grazie alla collaborazione della Federazione Ciclistica Italiana, al quale parteciperanno i rappresentanti delle 102 federazioni nazionali che fanno parte dei due continenti.

Nel corso della riunione è stato approvato il calendario 2019 ed è stata approvata l’assunzione nello staff UEC di un coordinatore eventi.

Per quanto riguarda i prossimi eventi sono stati assegnati i seguenti campionati:

 

2020 MTB Marathon – Serra de Estrela (POR)

2020 Pista Jr & U23 Anadia (POR)

2020 Juniors Indoor Cycling, Altdorf (SUI)

2022 MTB Marathon, Jablonné v Podjestedi (CZE)

 

Rocco Cattaneo, Presidente de l’Union Européenne de Cyclisme: ”Usciamo dal consiglio direttivo di ‘s- Hertogenbosch con una serie di novità ed iniziative che andranno a conferire un ulteriore valore aggiunto alla nostra attività e lo facciamo andando ad allargare il nostro raggio d’azione in quelli che fino ad oggi erano settori nei quali eravamo assenti o presenti solo in parte; mi riferisco al Paraciclismo, all’e-Bike e alle nuove discipline della BMX.

L’attività giovanile rimane indubbiamente una nostra priorità, per questo abbiamo dato mandato alle nostre commissioni di studiare nuovi progetti che abbiano come fine lo sviluppo e l’incremento dell’attività di tutte le discipline, non solo di quelle olimpiche. Stiamo chiudendo un biennio ricco di soddisfazioni che ha visto i nostri eventi crescere esponenzialmente in termini di popolarità e seguito; il successo dei Campionati Europei di Glasgow è sotto gli occhi di tutti così come quello di tutti gli altri campionati; successo che ci da gli stimoli per affrontare il prossimo periodo con obiettivi e progetti ambiziosi. Voglio ringraziare i membri del direttivo, tutto il nostro staff e le commissioni per l’ottimo lavoro svolto e l’impegno dedicato alla crescita della UEC e a supporto delle 50 federazioni nazionali europee che rappresentano il patrimonio più importante del nostro sport.”

Calendario UEC 2019

Campionati Europei Strada (Juniors, U23 & Elite), location tbc, 7-11 Agosto

Campionati Europei Pista (Juniors & U23) – Gent (BEL), 9-14 Luglio

Campionati Europei Pista (Elite) – Apeldoorn (NED), 16-20 Ottobre

Campionati Europei Mountain Bike XCO-XCE-XCR (Juniors, U23 & Elite) & XCO Masters – Brno (CZE), 25-

28 Luglio

Campionati Europei Mountain Bike Downhill (Juniors, Elite & Masters) – Pampilhosa da Serra (POR), 4-5

Maggio

Campionati Europei Mountain Bike Marathon (Elite & Masters) – Kvam, Lillehammer (NOR), data tbc

Campionati Europei Mountain Bike Beach race – Elite (Men & Women) & Masters, location & data tbc

Campionati Europei Mountain Bike Ultra-Marathon (Elite & Masters) – Vielha – Val d’Aran (ESP), 29 Giugno

Campionati Europei Mountain Bike Youth XCO-XCR (U15 & U17) – Pila – Valle d’Aosta (ITA), 20-24 Agosto

Campionati Europei BMX (Challenge, Juniors & Elite) – Valmiera (LAT), 11-14 Luglio

Campionati Europei Cyclo-Cross (Juniors, U23, Elite & Masters) – Silvelle (ITA), 9-10 Novembre

Campionati Europei Cycle-Ball (U23) – Wiesbaden-Naurod (GER), 21 Settembre

BMX European Cup – Rounds 1 & 2 – Verona (ITA) – 30-31 Marzo

BMX European Cup – Rounds 3 & 4 – Zolder (BEL) 19-20-21 Aprile

BMX European Cup – Rounds 5 & 6 – Rade (NOR) 5-6 Maggio

BMX European Cup – Rounds 7 & 8 – Sarrians (FRA) 25-26 Maggio

BMX European Cup – Rounds 9 & 10 – Peer (BEL) 31 Agosto – 1 Settembre

 

Da assegnare

-Track Derny & Stayer

-Trials (Juniors & Elite)

-Indoor Cycling (Elite)

-Indoor Cycling (Juniors)

Click to comment

EKOÏ presenta la nuova collezione invernale STAR

EKOÏ presenta STAR, la nuova collezione per l’allenamento o le competizioni del periodo invernale.
Un design accattivante abbinato ai migliori tessuti e alle soluzioni tecniche più avanzate per la protezione dalle condizioni estreme.

La collezione EKOÏ STAR si compone di una giacca termica, di una maglia a maniche lunghe, disponibili entrambe in 8 diverse colorazioni, e di pantalone calzamaglia (in colore nero).

La giacca, la cui fibra con la quale è prodotta è idrorepellente e traspirante, protegge dal freddo (fino a -7°C) e dalla pioggia leggera durante le pedalate invernali. La maglia a maniche lunghe è ideale da indossare sotto la giacca termica con temperature molto basse, ma è anche possibile utilizzarla in primavera o in autunno sopra ad un intimo tecnico.

La calzamaglia è confortevole, calda e morbida: è foderata in pile ed efficace con temperature fino a -7°C. Inoltre, il fondello Gel a memoria di forma, del quale è dotata, permetterà al ciclista di percorrere lunghe distanze senza accusare problemi dovuti alle tante ore sulla sella.

Maglia manica lunga: 69,99 € / Calzamaglia: 99,99 €
Giacca termica: 109,99 €

Solo su www.ekoi.com

Giacca termica STAR
Uso
– Strada o MTB.
– Per temperature fino a -7°C (se indossata con intimo tecnico invernale EKOÏ e una maglia a maniche lunghe STAR).

Materiale
Fibra termica SOFT TOUCH 270 g/m² idrorepellente e antivento trattata per evitare che l’acqua penetri tra le fibre (efficace in caso di pioggia leggera o schizzi d’acqua); trattata Easy Wash: lo sporco leggero si pulisce facilmente con una spugna umida leggermente insaponata.

Caratteristiche tecniche
– Vestibilità fit aderente.
– Copri chiusura interna isolante.
– Collo alto foderato in pile.
– Due soffietti di ventilazione con chiusura zip che permettono di cambiare leggermente la temperatura del corpo in caso di eccessivo calore.
– Zip YKK autobloccante
– Polsini Cold Stop (sistema sviluppato da EKOI che consente di
bloccare vento e freddo).
– Tre tasche posteriori, di cui la centrale con cerniera zip.
– Cuciture piatte.
– Fascia elastica in vita in silicone (da 5mm) per un sostegno ottimale.
– Disponibile nelle taglie dalla S alla XXXL.

Maglia a maniche lunghe STAR
Uso
– Strada o MTB.
– Competizione o allenamento (da indossare con intimo tecnico EKOÏ in primavera e autunno, e sotto la giacca termica durante l’inverno)
– Per temperature fino a 7°C.

Materiale
Fibra traspirante foderata in pile 180g/m², Made In Italy.

Caratteristiche tecniche
– Polsini Cold Stop.
– Tre tasche posteriori.
– Zip YKK autobloccante.
– Cuciture piatte.
– Fascia elastica in vita in silicone (da 5mm) per un sostegno ottimale.
– Disponibile nelle taglie dalla S alla XXXL.

Calzamaglia STAR

Uso
– Strada o MTB
– Per temperature fino a -7°C

Materiale
Fibra termica Lycra THERMO ROUBAIX® 3.0 250g (mantiene il corpo a una temperatura costante), eliminazione rapida di sudore e umidità; trattata Easy Wash: lo sporco leggero si pulisce facilmente con una spugna umida leggermente insaponata.

Caratteristiche tecniche
– Taglio ergonomico preformato.
– Foderata in pile: morbida, calda e confortevole.
– Fondo della calzamaglia con fascia elastica e zip per una tenuta perfetta.
– Cuciture piatte.
– Disponibile nelle taglie dalla S alla XXL.
– Disponibile con i fondelli EKOÏ Sky Blue (per uscite fino a 3 ore) o Gel alta densità (per uscite più lunghe).
 

Click to comment

2008-2018: il 17 novembre la “Serata Mondiale”

A dieci anni dalla vittoria sul traguardo del Campionato del Mondo di Varese, Alessandro Ballan tornerà a festeggiare la maglia iridata in una serata speciale organizzata al Teatro Accademico dal Comune di Castelfranco Veneto in collaborazione con il Panathlon Club Castelfranco Veneto.
Un evento dedicato agli appassionati e ai tifosi del mondo del ciclismo che richiamerà nella città del Giorgione tutti i più grandi campioni delle due ruote per festeggiare un successo entrato di diritto nella storia delle due ruote.
Alessandro Ballan, insieme ai compagni di nazionale che erano presenti a Varese e a tantissimi ospiti d’eccezione rivivrà gli indimenticabili momenti che hanno regalato all’Italia l’ultimo titolo iridato che ancora brilla nella bacheca azzurra.
“Sono già passati 10 anni ma l’emozione, quando ripenso a quel giorno, è sempre la stessa. Per questo abbiamo pensato ad una serata che consenta a tutti di tornare con la testa e con il cuore a quel giorno ma, allo stesso tempo, che ci spinga a guardare avanti con entusiasmo e fiducia nel futuro” ha spiegato Alessandro Ballan.

La “Serata Mondiale” in onore di Alessandro Ballan che si celebrerà sabato 17 novembre a partire dalle ore 19.00 all’interno del Teatro Accademico di Castelfranco Veneto (Tv) si arricchirà anche di diversi interessanti eventi collaterali destinati a rendere indimenticabile la giornata.

L’intero evento sarà presentato nel corso della conferenza stampa in programma martedì 13 novembre 2018, alle ore 11.00 presso il Municipio di Castelfranco Veneto (Tv).

Click to comment

FCI: le principali novità relative alle Norme Amatoriali 2019

Il Consiglio Federale del 25 ottobre ha approvato le modifiche alla normativa amatoriale per la stagione 2019. Sono diverse le novità, introdotte per rendere più agevole la pratica e allargare la platea degli utenti. Ne parliamo con Renzo Pizzolato, Presidente della Commissione Amatoriale, che ha provveduto a presentare al Consiglio federale le nuove norme.

“Possiamo sintetizzare le novità in cinque punti. L’art. 1.1.20 prevede di poter iscriversi alle gare regionali presso la sede della gara entro i termini previsti dal regolamento gara senza passare per Fattore K.

Con l’articolo 2.2.3.1, nel Campionato Italiano cicloturistico, sono state eliminate la Serie A, B e la serie Promozione. Ci sarà un’unica categoria. Altra importante novità riguarda l’abolizione della Coppa Italia Ciclosportiva.

Il Settore ha provveduto a normare l’attività Randoneé. Il nuovo regolamento è stato concordato con l’ARI (Audax Randonneur Italia, associazione Italiana riconosciuta da ACP (Audax Club Parisienne) e RM (Les Randonneur Mondiaux) quale soggetto titolato alla gestione ed omologazione dei brevetti randonnée) e permetterà in futuro di realizzare questo tipo di manifestazioni anche in ambito federale. Manifestazioni, queste, che saranno aperte anche alle e-bike.

Con l’art 2.2.8.3 è stato riformato il regolamento delle ciclostoriche, la cui principale novità è legata al chilometraggio massimo consentito, portato a 70 chilometri (era in precedenza 120 chilometri).”

Queste nuove norme, come ricordato all’inizio, dimostrano la volontà della Federazione di allargare lo sguardo verso le nuove forme di ciclismo e di attività amatoriale. Una linea di intervento che porterà, in un prossimo futuro, ad intervenire anche sui regolamenti delle passeggiate ecologiche e le manifestazioni culturali legate alla biciclette.

“Poi, archiviata la Normativa, la Commissione lavorerà con Giantonio Crisafulli, referente per il Consiglio federale, sul nodo dei rapporti con gli Enti di Promozione Sportiva, cercando di concludere un accordo serio e duraturo” ricorda il presidente Pizzolato

Click to comment

Italy Cycling Holidays rende unica la tua vacanza dedicata al ciclismo

Pralormo (TO) – Italy Cycling Holidays il consorzio di bike-hotels specializzato in vacanze per ciclisti, insieme con il proprio marchio Bici Amore Mio, ha scelto Pinarello come fornitore ufficiale per il servizio di noleggio biciclette di alta gamma. Bici Amore Mio è orgogliosa di potersi avvalere dell’opportunità di collaborazione con un marchio dall’indiscusso valore riconosciuto sul panorama internazionale qual è Pinarello.

La selezione dei modelli della casa trevigiana a disposizione per il noleggio sono stati scelti con cura da Bici Amore Mio: l’attenzione per la qualità e lo stile italiano sono valori imprescindibili. Esclusivamente a disposizione dei clienti Bici Amore Mio, solo il meglio di Pinarello tra cui la ambitissima Dogma F10 e la novità che ha rivoluzionato il mercato delle e-bike: la eroad Nytro.

Bici Amore Mio ha collocato in posizione privilegiata, in ognuno dei suoi bike-hotels, il logo BICI AMORE MIO – OFFICIAL BIKE RENTAL PINARELLO. Il valore e l’importanza di questa partnership è rafforzata attraverso gli “ambasciatori” presenti in ogni bike-hotel. A partire dai responsabili delle vendite fino al bike manager, nessuno meglio di loro conosce la qualità ed il piacere di pedalare su una Pinarello. Qualità e affidabilità sono garantite in esclusiva per i clienti Bici Amore Mio, la tradizione e lo stile italiano in bicicletta sono i valori che esaltano questa collaborazione tra Pinarello e BICI AMORE MIO.

Ciclisti per i ciclisti, gli hotels Italy Cycling Holidays sono gestiti da ciclisti albergatori che preparano con competenza le vacanze in bicicletta. I nostri tour, non sono solo un semplice “giro in bici”, ma prevedono tutti i servizi migliori per chi pedala, come pure tutte le delizie che solo l’Italia vera può offrire: il cibo, i panorami, la cultura e l’ospitalità migliori. Bici Amore Mio è il brand che abbiamo creato in esclusiva per i nostri clienti ciclisti, ne fanno parte solo i migliori accessori per il ciclismo, le migliori biciclette e la migliore ospitalità italiana.

Click to comment

InBici Top Day: grande successo per la pedalata domenicale

Riccione – Nell’ambito dell’InBici Top Day, si è svolta domenica scorsa a Riccione una pedalata mattutina nell’entroterra riccionese. Oltre 150 cicloamatori si sono dati appuntamento nel Piazzale Ceccarini (davanti al Palazzo del Turismo) per una passeggiata di qualche ora sui pedali.

L’allegra carovana, che ha visto alla partenza ciclisti provenienti da tutta Italia (nel gruppo anche il presidente dell’osservatorio della Bike-economy, avvocato Gianluca Santilli), è sfilata per le vie del centro di Riccione prima di inerpicarsi sulle colline riccionesi con una sosta-ristoro nella suggestiva rocca di Mondaino, organizzata dalla locale Pro Loco.

A seguire, il gruppo – con un’andatura domenicale – è tornato a Riccione dove, alla presenza delle autorità cittadine, si è virtualmente conclusa la grande festa del gruppo editoriale InBici.

Click to comment

Santini e Trek Segafredo presentano a Londra i nuovi completi dei team maschile e femminile

Londra – Un appuntamento che di anno in anno cresce tanto che oggi Rouleur Classic è considerato lo show fieristico ideale, per collocazione nel calendario e disposizione logistica, per presentare le novità della stagione successiva. E così il doppio team World Tour di Trek Segafredo ha scelto l’evento londinese come palcoscenico della presentazione ufficiale dei nuovi completi dei team maschile e femminile. Santini, partner per l’abbigliamento tecnico della formazione, oltre a vestire la squadra maschile dal 2018, si occuperà anche delle atlete del neonato team femminile.

L’evento di presentazione ha coinvolto tre atleti della Trek-Segafredo: il tedesco John Degenkolb e l’olandese Koen de Kort, tra gli uomini, e la britannica Lizzie Deignan tra le donne, che hanno indossato in anteprima i nuovi completi firmati Santini.

«Vestire le squadre e sostenere gli atleti, sia in allenamento che in gara, ascoltando le loro esigenze e realizzando capi tecnici adatti alle loro richieste è da sempre una priorità per Santini – dichiara Monica Santini, amministratore delegato di Santini Cycling Wear – e siamo orgogliosi che la partnership con la squadra Trek-Segafredo si estenda alla fornitura del nuovo team femminile».

Alle squadre verrà fornita tutta la dotazione utile ad affrontare una stagione di gare internazionali ai massimi livelli e di intensi allenamenti: gli atleti avranno in dotazione kit completi e accessori per tutte le stagioni e per affrontare le diverse latitudini. Particolare attenzione è stata posta sul materiale tecnico invernale: alla squadra verrà fornita un’ampia gamma di capi per la stagione fredda, sia per l’allenamento, sia per le gare, realizzati con tessuti e tecnologie innovative.

Una fornitura che rappresenta tutta l’expertise dell’azienda italiana nel settore dell’abbigliamento tecnico per i professionisti del ciclismo.

John Degenkolb ha così commentato: «Non si può far altro che innamorarsi dei nostri nuovi kit e non sarei in grado di scegliere tra loro. Lo stile retrò scelto per i completi è sorprendente e mi fanno desiderare che parta la nuova stagione. Che il 2019 abbia inizio!».

Il suo compagno di squadra olandese Koen de Kort è altrettanto entusiasta dei nuovi kit: «Mi piace molto il nuovo kit rosso da gara. I calzoncini neri sono molto eleganti e personalmente adoro le maniche della maglia. Penso che si farà notare nel gruppo e anche quest’anno sarà il kit più bello!».

 La ciclista britannica Lizzie Deignan ha infine dichiarato: «Sono davvero entusiasta del nuovo kit Trek-Segafredo firmato Santini e non vedo l’ora di iniziare a indossarlo per allenarmi e gareggiare. Trek e Santini hanno fatto un ottimo lavoro progettando questo completo che è allo stesso tempo funzionale ed elegante. Il team è entusiasta di poterlo indossare perché è esteticamente bello e tecnicamente di alto livello, quindi sarà anche brillante nella performance».

Il completo per la squadra maschile

Il kit principale che il team maschile userà in gara è caratterizzato dai colori simbolo della squadra: il rosso e il nero. Tuttavia, raccogliendo l’esigenza di aumentare la sicurezza dei ciclisti quando pedalano in allenamento, le divise da “training” sono realizzate nel giallo fluo, proprio per aumentare la visibilità del ciclista. La scelta del giallo fluo per i capi da allenamento verrà adottata anche nella fornitura alla squadra femminile.

La maglia, dal taglio aerodinamico, è realizzata con tessuto Bodyfit, estremamente leggero e resistente e con tessuto Rudy traforato per un’ottima traspirabilità nella parte frontale e per tasche, collo e fianchi. I calzoncini abbinati presentano un’ampia zona realizzata in Impact, un tessuto Sitip con fibre Dyneema® dalle caratteristiche anti-taglio e anti-abrasione, fino a 15 volte più resistente dell’acciaio. Il tessuto, già presente nella divisa 2018, è stato particolarmente apprezzato dai corridori che hanno chiesto che ne venisse implementato l’utilizzo nel kit per il 2019.

Lo stesso tessuto Impact è stato scelto anche per lo sviluppo del body da strada che sarà in dotazione a tutta la squadra.

Il completo per la squadra femminile

Un completo, quello per il team donne, che gioca sul blu nautica e sulle sfumature di blu. La maglia è realizzata con gli stessi tessuti di quella della squadra maschile ma presenta un taglio studiato sul corpo femminile. Il calzoncino in blu nautica presenta l’innovativo fondello C3 Woman, che garantisce comfort, leggerezza e protezione dagli shock.

Tutti i capi Santini forniti al team Trek-Segafredo sono 100% made in Italy e realizzati da personale esperto con materiali di alta qualità e di provenienza prevalentemente italiana.

Le repliche del kit Trek-Segafredo saranno disponibili online sul sito Santini www.santinisms.it, in tutti i negozi Trek e in selezionati negozi di ciclismo nel mondo.

Santini Maglificio Sportivo nasce nel 1965 con l ‘intuizione di Pietro Santini di specializzarsi nell’abbigliamento tecnico da ciclismo, grazie anche a una profonda passione per il ciclismo e per le competizioni. Fin dall’inizio l’azienda bergamasca compie una scelta importante: quella di disegnare e produrre tutti i prodotti esclusivamente in Italia. Oggi quella scelta appare rivoluzionaria e fortemente in controtendenza. Ogni capo viene creato e sviluppato da un team di designer con una radicata passione per il mondo delle due ruote, secondo la filosofia per cui “Made in Italy, made with passion”.

Oggi Santini produce più di 3.000 articoli al giorno, ed esporta l’80% della produzione all’estero. Investendo costantemente nella ricerca tecnologica di tessuti innovativi e nuovi metodi di produzione, al centro dell’attenzione di Santini c’è sempre l’uomo e l’atleta: resta viva la missione di affinare le proprie creazioni per consentire alle persone di praticare le proprie passioni sportive indossando capi confortevoli senza rinunciare allo stile. www.santinisms.it

Trek Segafredo è una squadra internazionale professionista di ciclismo in grado di competere al massimo livello con passione e rispetto per lo sport. Creata da personaggi unici che creano un’unità perfetta, la squadra è aperta ad accogliere tutti coloro che vogliano sperimentare la determinazione e la gloria del ciclismo professionale.

Click to comment

Domenica 4 novembre torna “La Pedalata col Campione”

Nell’ambito delle premiazioni dell’InBici Top Challenge, in programma sabato 3 novembre al Palazzo del Turismo di Riccione, torna la “Pedalata col Campione”, una tradizione conviviale per trascorrere – senza alcuna velleità agonistica – un’allegra mattinata sui pedali.
Il giorno successivo (domenica 4 novembre), infatti, dalle ore 9, davanti al Palazzo del Turismo di Piazzale Ceccarini, gli amici di InBici e tutti gli appassionati di ciclismo si ritroveranno per una passeggiata a due ruote scortati dall’ex professionista Wladimir Belli, otto volte nella top 15 della classifica del Giro d’Italia, uno dei ciclisti più regolari ed affidabili degli anni ’90.
A dare il via alla kermesse, la cui partecipazione è completamente gratuita, sarà il commissario tecnico della nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani.
La pedalata si snoderà lungo un tracciato che, per lunghi tratti, ricalcherà quello della tappa a cronometro del prossimo Giro d’Italia tra Riccione e San Marino.
L’invito quindi a tutte le società e a tutti gli appassionati del pedale a partecipare alla “Pedalata col Campione”.

Click to comment

Team Cannondale Gobbi FSA: Stefano Scotti quarto alla XXVIII Callarò

Domenica 28 ottobre, si è conclusa a Torano Nuovo, cittadina abruzzese in provincia di Teramo, la lunga stagione granfondistica.

L’occasione è stata la 28° edizione della gara open Callarò, organizzata dall’ASD Lu Callarò.

Una novantina i chilometri, spalmati sul circuito da ripetere sei volte. Una gara aperta a tutte le categorie agonistiche, tanto ai professionisti, quanto ai dilettanti, così come gli amatori.

Ultimi colpi di pedale anche per il Team Cannondale Gobbi FSA, che ha mandato in rappresentanza Stefano Scotti, capace di portare a casa un ottimo quarto posto assoluto, che gli ha assicurato il secondo posto di categoria.

Click to comment

L’ottava edizione del Giro d’Italia Amatori si svolgera’ in Umbria

L’ottava edizione del Giro d’Italia Amatori si svolgerà in Umbria. L’appuntamento, come di consueto, è previsto su tre tappe, dal 31 maggio al 2 giugno 2019. Per la corsa rosa amatoriale si tratta di un ritorno all’interno della regione che è considerata il cuore verde dell’Italia, in quanto già la prima edizione si svolse in Umbria.

Il Giro d’Italia Amatori è la corsa, suddivisa in tre tappe, che ogni anno si disputa in una regione diversa dell’Italia. Anche in questa edizione, per l’ottavo anno, la corsa rosa amatoriale sarà vicina al ciclismo giovanile. Questo è il tratto distintivo della manifestazione, che ogni anno aiuta concretamente i giovani talenti del ciclismo ad emergere.

La principale novità risiede nel fatto che quest’anno il Giro d’Italia Amatori sarà prova friendly dell’InBici Top Challenge, che prevede una partnership tra il circuito e la corsa rosa amatoriale. Tutti gli abbonati all’InBici Top Challenge infatti, potranno iscriversi a tariffa agevolata al Giro d’Italia Amatori, e tutti i partecipanti avranno un punteggio bonus di 20 punti nella classifica generale dell’InBici Top Challenge.

Le tre tappe dell’edizione 2019 saranno presentate ufficialmente a Perugia il prossimo 20 gennaio.

Click to comment

Design, stile e aerodinamica. Semplicemente Coupè.

Tecnologia e design per coniugare al meglio passione e stileCoupè è il nuovo casco di Dotout compattoaerodinamico ed estremamente areato. La sua forma – ispirata al classico modello “danese” – e le sue caratteristiche tecniche rappresentano un ibrido tra un casco areo, estremamente aerodinamico, e un casco ad elevata ventilazione.

La “naca“ superiore (bocca di areazione) permette un efficace scarico dei flussi d’aria per migliorare non solo l’aerodinamicità e il ricircolo dell’aria interna, ma anche la stabilità sulla testa dell’atleta ad elevate velocità. In questo modo Coupè riesce a coniugare al meglio ogni esigenza di performance e comfort.

Disponibile in due taglie e in cinque diverse colorazioni per un peso di 265 grammi, scopri tutto sul nuovo casco Dotout Coupè sul Catalogo Dotout 2019.

Click to comment

Arrivo finale ad Oropa per il bike tour “Pedalando nei Patrimoni Unesco”

Si è concluso al santuario di Oropa la terza tappa di “Pedalando nei Patrimoni Unesco del Piemonte”, manifestazione non competitiva che ha attraversato su due ruote alcuni tra i più suggestivi siti riconosciuti patrimonio artistico e ambientale dell’Umanità della Regione Piemonte.

25 atleti, provenienti da diverse regioni d’Italia hanno percorso 313 chilometri con dislivello di 3.434 metri in 12 ore e 20 minuti, tra i paesaggi vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, le visite alle cattedrali sotterranee di Canelli, al sacro monte di Crea, al villaggio palafitticolo di Viverone e al santuario di Oropa.

Il viaggio in bici, organizzato dalla Bicicletteria racing team e Radio Acqui Vallebormida Monferrato in collaborazione con Regione Piemonte, i Comuni e i siti Unesco interessati e la Federazione ciclistica italiana, si è sviluppato sulle tre tappe Acqui Terme-Bra, Asti-Stresa e Superga-Oropa, interessando diverse aziende agricole locali e le amministrazioni comunali che hanno contribuito con ristori a base di vino, salsiccia cruda, formaggio, riso e dolci tipici.

La carovana ha raggiunto fino alle 50 unità tra ciclisti e staff, attraversando tutte le province piemontesi per portare il proprio messaggio di “valorizzazione dei territori caratterizzati da peculiarità specifiche”.

Ringrazio ogni singola persona che ha contribuito alla pedalata organizzata grazie al sostegno del gruppo  Santero 958 e Lion club Alba Langhe. Una occasione che ha anche unito ciclisti esperti con amici delle bicicletta  in un viaggio ricco di emozioni, avventura e tanti sorrisi” commenta Giancarlo Perazzi, direttore di Radio Acqui Vallebormida Monferrato e campiona italiano giornalisti ciclisti senior.

Si ringrazia la protezione civile di Acqui Terme e la croce rossa italiana oltre agli sponsor locali come agricola

Pozzo e Osenga, Cuvage, Lions Biella host, Lions gruppo “le colline acquesi” e Canelli, partner di settore come Selle Italia, Enervit, BikeRibbon, Factory sport wear, Buracia, Dama sport wear.

Il bel tempo ha accompagnato il gruppo fino ai piedi di Oropa dove la nebbia autunnale ha preso poi il posto del caldo clima della tre giorni UNESCO, confermata anche per il 2019.

Tutte le foto sono consultabili sulla pagina Facebook @bikeunescoitaly.

Click to comment

Dal 15 al 17 febbraio 2019 la 2^edizione del Bike Spring Festival torna con una pista indoor entusiasmante

Se già nella prima edizione del Bike Spring Festival la pista indoor di 700 metri, mai realizzata prima in Italia, ha letteralmente conquistato espositori e visitatori, quella che il #BSF2019 realizzerà per l’appuntamento dal 15 al 17 febbraio 2019, all’interno del Travel Outdoor Fest 2019, sarà una pista ….d’eccellenza!

I brand presenti potranno utilizzarla per far testare i loro prodotti ed i visitatori saranno i veri “Bikers” d’eccezione per poter vivere un’esperienza su una pista indoor progettata con l’obiettivo di “divertirsi pedalando” mettendo in campo le proprie abilità.

Gimkane, curve e salite saranno posizionate in modo strategico per dare l’opportunità a chi  “scende in pista” a testare la bici, di misurare se stesso con il supporto delle competenze tecniche che ogni brand metterà a disposizione.

Se lo scorso anno il Padiglione 2 di Fiere di Parma, teatro della pista indoor di 700 metri in terra battuta, ha avuto successo, quest’anno aspettiamoci l’assalto dei Bikers su di una pista indoor che è destinata ad essere, anche in questa edizione, la pista mai realizzata prima in Italia anche per e capacità innovative e formazione tecnica.

Stay Tunned perché dal 15 al 17 febbraio la pista indoor permette a tutti i bikers di poter misurare le proprie abilità al #BSF2019! Web-site – www.traveloutdo

Click to comment

#NoiConVoi 2018: la carica dei 313

Sono partiti in 313 da Piazza Ventidio Basso di Ascoli Piceno alla volta di Montegallo per la terza edizione di #NoiConVoi, la pedalata di solidarietà organizzata quest’anno totalmente nelle Marche con il patrocinio dell’Accpi, che ha visto convergere sul raduno di partenza Salvatore Puccio e Davide Cassani, Marina Romoli e Marta Bastianelli, Yuri Chechi, Luca Paolini e Cristian Salvato, Riccardo Stacchiotti e Michele Coppolillo, Roberto De Patre e Francesco Lasca, Roberto Damiani e Roberto Maggioni. Con loro Giacomo Scarponi, che ha seguito l’intera manifestazione nell’auto apricorsa, e la famiglia Pantani.

Noi con Voi 2018 – Ciclismo – Ascoli Piceno

Due gadget personalizzati, come le borracce Andriolo e le fasce per la fronte di Sportful; la colazione offerta da Barilla, Segafredo e I Love Yogurt, poi il gruppo ha preso il largo. Strade strette che si sono infilate presto fra i boschi e le salite del Parco Nazionale dei Sibillini, alla volta del paese che dopo la scossa del 31 ottobre 2016 è totalmente inagibile. E a un certo punto guardando la scena intorno, a qualcuno è venuto da piangere.

La grossa differenza rispetto alle prime due edizioni è stato proprio l’essersi fermati in mezzo agli uomini e le donne che dal terremoto hanno ricevuto danni concreti. Con il ristoro a Montegallo, i 313 del gruppo hanno ricevuto l’abbraccio della poca gente rimasta e portato loro il proprio. #NoiConVoi è nato per questo e non per un gioco di parole.

Noi con Voi 2018 – Ciclismo – Ascoli Piceno

Ascoli Piceno ha accolto la partenza e l’arrivo nel suo centro storico, presso i locali del Sestiere di Porta Maggiore, dove solo la pioggia si è messa di traverso alla… marcia del gruppo nel mezzo del pasta party, offerto dal Gruppo Gabrielli, preparato da Papillon Ristorazione, arricchito dalle olive ripiene del Consorzio di Tutela dell’Oliva Ascolana del Piceno Dop e bagnato con il vino del Consorzio per la Tutela dei Vini Piceni e la birra del Birrificio le Fate di Comunanza.

Noi con Voi 2018 – Ciclismo – Ascoli Piceno

Il prossimo passo sarà contabilizzare tutte le donazioni presso lo studio del notaio Donatella Calvelli di Ascoli Piceno, poi saranno emessi i tre bonifici per contribuire alla costruzione della tettoia che permetterà di fruire anche in pieno inverno del Centro Polifunzionale di Montegallo; in favore dell’Associazione “IoNonCrollo” di Camerino per la costruzione di casette da destinare alle associazioni culturali e sportive; in favore della Fondazione Michele Scarponi.

Click to comment

Le Vie del Marrone: si avvicina la cicloturistica del 1°novembre ad Antrodoco

L’Asd Monte Giano Mtb sta lavorando da tempo all’organizzazione della Cicloturistica Le Vie del Marrone per far si che la quinta edizione, datata giovedì 1 novembre, possa riscuotere un successo maggiore grazie a un gruppo affiatato che sta dedicando tempo e passione per questa manifestazione che rimane il fiore all’occhiello di Antrodoco e del sodalizio di mountain bike in loco presieduto da Enrico De Silvestri.

Il percorso di 31 chilometri con 1100 metri di dislivello attraversa i castagneti di Antrodoco, Borgo Velino e Canetra offrendo alla vista dei bikers paesaggi spettacolari con single track impegnativi e divertenti. Al chilometro 26, per chi vuole, si può uscire dal percorso e raggiungere la zona di arrivo per il pranzo.

La quota di adesione è di 15 euro da sottoscrivere entro sabato 27 ottobre, 20 euro entro la mattina dell’1 novembre. Oltre all’iscrizione, la quota comprende l’uso delle docce, i ristori lungo il percorso e il pranzo finale. Per iscriversi occorre inviare una mail all’indirizzo mtbmontegiano@gmail.com .

“Il 1°novembre si avvicina – spiega l’organizzatore Enrico De Silvestri – e non vediamo l’ora di accogliere tutti i partecipanti e gli accompagnatori per un’altra entusiasmante edizione della cicloturistica. La nostra è una lodevole iniziativa che ci associa nello spirito della promozione e della valorizzazione dell’appennino reatino ai confini con l’Abruzzo oltre a gustare le castagne, il prodotto per eccellenza dell’autunno e del nostro territorio”.

La cicloturistica si svolgerà contestualmente alla 25°Sagra delle Castagne: un abbinamento perfetto tra il mondo delle ruote grasse e la tradizione eno-gastronomica del territorio per un impegno sul piano organizzativo reso possibile in primis dalla Regione Lazio in ambito istituzionale oltre ai partner Faram, Zerolimits, EAE di Emiliano Alonzi, De Silvestri Calzature, Acconciatore Sergio, Ciuffa Mobili, Fabietto Bar, Edil Market, Farmacia Sciubba e Bar Marconi.

Click to comment

Le 19 perle del Pedale Elettrico- Il bilancio 2018 del presidente Lucarelli

Cala il sipario sulla seconda stagione dell’ASD Pedale Elettrico, un 2018 ciclistico ricco di colpi di pedale che ha segnato la maturazione del giovane team pugliese e lucano contraddistinto dalla saetta bianco-blu.

Un calendario di gare spalmato da marzo ad ottobre su tutto il centro Sud dello Stivale dal quale sono state estratte ben 19 perle da parte dei ragazzi e delle ragazze del team. È questo, infatti, il ricco numero che certifica il bottino di vittorie assolute conquistate dal Pedale Elettrico nel corso dell’annata. Senza considerare i numerosi podi, le due triplette, le cinque doppiette e, non ultima, la vittoria nella classifica generale del Giro dell’Arcobaleno, la più importante manifestazione gran-fondistica a tappe nel sud Italia.

Ma il dato che fa più riflettere è la sostanziale omogenea distribuzione degli ottimi risultati all’interno di tutta la rosa 2018 dell’ASD Pedale Elettrico. Un po’ tutti i ragazzi e le ragazze sono comparsi, almeno una volta, sul gradino più alto del podio, a dimostrazione che, nonostante ruoli, caratteri e predisposizioni differenti, l’intero organico ha lavorato bene, ponendosi non in primis l’obiettivo della vittoria personale ma quello del successo di squadra. Una strategia che, come evidenziano i risultati, ha pagato.

Da sottolineare, infine, la particolare attenzione che l’ASD Pedale Elettrico ha riservato alla componente femminile, proponendosi come una tra le poche squadre nel panorama granfondistico a garantire una par condicio di fatto tra i due generi. E anche in questo caso i risultati hanno confermato la lungimiranza della scelta dei dirigenti. Con l’augurio di un meritato riposo a tutti gli atleti e gli accompagnatori la stagione 2018 del Pedale Elettrico può consegnarsi agli annali, non prima di aver ringraziato sponsor e sostenitori e annunciare già la presenza di importanti novità per il prossimo anno. Di cosa si tratti, però, è ancora presto saperlo!

L’emozione di Bartolo Lucarelli: «Una stagione da incorniciar

Dense di commozione e di viva, palpabile, emozione, le parole con cui il presidente Bartolo Lucarelli traccia il bilancio di una stagione ricca, densa e soprattutto al di là delle più rosee aspettative. «Siamo giunti in men che non si dica a fine stagione – commenta il Santermano – e prima di ogni considerazione mi sia consentito il ringraziamento più grande che mi sboccia dal cuore: al caro Tommaso Elettrico per essere stato un impareggiabile mental coach, un motivator, una fonte di ispirazione e, non ultimo, il più sincero e leale degli amici. È grazie a lui se il Pedale Elettrico è nato e si è sviluppato. Questa società è un po’ come una sua creatura, in cui ha riversato, per riflesso, tutta l’esperienza accumulata in 20 anni di gare. Ha profuso un impegno colossale, del quale noi non sempre ci siamo sentiti degni ma che abbiamo saputo tenere come saldo riferimento».

Un ruolo, quello di presidente, che per quanto impegnativo, oneroso e delicato non è mai pesato sull’animo di Lucarelli grazie al supporto dell’amico Elettrico: «Tommaso ha avuto una sconfinata fiducia in me, ponendomi a gestire un gruppo eterogeneo di atleti per caratteri e provenienza – continua il capitano bianco blu, che quest’anno ha conquistato 4 vittorie personali – e io ho cercato di ripagarla al meglio delle mie capacità, desideroso di imparare e pronto a ricominciare dopo ogni gara».

Per il 2019, come già annunciato nella parte finale di stagione, l’organico atleti dell’ASD Pedale Elettrico subirà un naturale rimescolamento, tuttavia «Anche se alcuni amici andranno via mi preme ringraziare tutti gli atleti per la splendida annata passata insieme, un anno di crescita, personale e sportiva. I risultati agonistici, per i quali mi complimento con tutti i componenti, sono solo la punta dell’iceberg, ciò che appare, per un meraviglioso lavoro di squadra. A tutti coloro che vanno via un caro in bocca al lupo per il prosieguo della carriera ciclistica».

Un particolarissimo ringraziamento, infine, il presidente Lucarelli lo rivolge a tutti gli atleti non membri del reparto corse, una componente fondamentale della famiglia Pedale Elettrico: «Tra i nostri tesserati quella che brilla ai riflettori della cronaca è la componente “corse”, ma ci sono tanti altri amici che partecipano alle gare senza velleità di classifica e che costituiscono l’ossatura del Pedale Elettrico. Molto spesso sono loro la nostra solida base e sono sempre di ausilio al team in tutte le fasi della vita associativa».

#pedalaconnoi #elettrizzati #elettriciinfesta

Click to comment

To Top