Pedalatium 2019: la chiusura a Subiaco il 1° settembre

Il gran finale del Circuito Pedalatium è alle porte.

Il primo settembre sarà l’ultima preziosa chance per chi ha ancora energie e ambizione per scalare la classifica leader e per chi desidera migliorare la propria prestazione, ma soprattutto sarà una grande occasione per Subiaco, un borgo di singolare bellezza, per mettersi meritatamente in luce e far apprezzare così i propri tesori.

L’incantevole borgo di Subiaco, la Valle dell’Aniene e i Monti Simbruini saranno il teatro della settima ed ultima tappa del Challenge laziale.

Due cenni storici sul fascino della terra ospite della manifestazione sono quindi d’obbligo, per far sì che il popolo del pedale, sensibile al bello e non solo ad altimetrie e cronometro, aderisca con entusiasmo e invada con i propri gioiosi colori il cuore dell’antica cittadina romana.

Subiaco è conosciuta in tutto il mondo come la città di San Benedetto, suo santo patrono. Nel suggestivo borgo è possibile ammirare la Rocca Abbaziale, costruita intorno all’XI secolo, che fu la dimora di importanti famiglie nobiliari tra cui anche la famiglia Borgia. Qui nacque infatti Lucrezia Borgia, figlia illegittima di Papa Alessandro VI. Altra bellezza artistica di Subiaco è il Monastero di S. Benedetto, abitato dai Monaci Benedettini, dove si trova il Sacro Speco o sacra grotta, il luogo dove San Benedetto da Norcia visse per tre anni da eremita.

La macchina organizzativa della Gran Fondo Città di Subiaco viaggia a pieno ritmo e il numero degli iscritti cresce di giorno in giorno, incoraggiando gli inesauribili organizzatori, mossi dalla passione sportiva e dalla consapevolezza che eventi di questo tipo sono preziose opportunità per mettere in luce location splendide, ma forse mai abbastanza valorizzate e conosciute.

Due i percorsi proposti: uno agonistico di circa 100 km e uno cicloturistico di 64 km. La cima Coppi è posta ai 1500 mt del Monte Livata, una delle salite più amate dai grimpeurs del Centro Italia. Sul percorso ci saranno 4 Ristori + ristoro finale, ben forniti come da consuetudine delle prove del Pedalatium. Non mancheranno il ricco pacco gara per tutti e il tradizionale pasta party, mentre le premiazioni saranno per i primi 5 di ogni categoria (9 categorie maschili, 4 femminili). Durante la premiazione ci sarà inoltre il sorteggio di ricchi premi per tutti i cicloturisti. Le società avranno il loro spazio con riconoscimenti alle prime 10 squadre regionali ed alle prime 5 extra regionali. Prevista come sempre la classifica per le prime 5 coppie classificate Lui & Lei. Una delle particolarità della gara sublacense sarà il Trofeo Città di Subiaco, relativo ad un tratto della Gran Fondo di 4,2 km, che verrà cronometrato dal Sacro Speco sino alla Chiesa di San Giovanni all’Acqua. Ai vincitori di ogni categoria di questa cronoscalata verrà assegnata la maglia di leader e i relativi premi di classifica.

Un altro traguardo a premi sarà il controllo intermedio posto a Cervaro di Roma, sul percorso medio fondo.

Un vivo ringraziamento va espresso all’Amministrazione Comunale e al Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini per aver accolto con entusiasmo e partecipazione l’iniziativa sportiva.

Novità assoluta: durante le premiazioni sarà sorteggiato un soggiorno per 4 persone presso una struttura alberghiera nella località della prima tappa del Pedalatium 2020 e potranno partecipare tutti coloro che sono iscritti alla gara di Subiaco 2019 e sono presenti con la loro famiglia (genitori o moglie/marito e figli).

Le classifiche complete del circuito sono consultabili sul sito www.pedalatium.com

Leave a Reply