GF Bike Division: il 31 maggio è il termine ultimo per avere il dorsale personalizzato

Il 23 settembre 2018 si terrà nella splendida cornice di Peschiera del Garda la 4ª edizione della Granfondo Bike Division, fortemente voluta dall’ex professionista Andrea Tonti e da sua moglie Michela Matteucci oggi proprietari del più grande Tour Operator Italiano specializzato in viaggi per ciclisti.

Un evento pensato e costruito per tutti gli appassionati di ciclismo, nato dal desiderio di coniugare ciclismo e turismo sostenibile attorno al Lago di Garda.

Una giornata all’insegna dei valori dello sport da vivere tra divertimento, passione e voglia di nuove sfide.

Il tracciato unico, che nelle precedenti edizioni ha riscosso tanto successo, è pensato per gli atleti e testato per l’occasione dal nostro Andrea Tonti. Ancora per pochi giorni, per l’esattezza fino al 31 maggio 2018, ci sarà la possibilità di effettuare l’iscrizione alla Granfondo con un grande vantaggio. A tutti gli atleti che si iscriveranno entro tale data verrà infatti garantita la possibilità di avere il pettorale personalizzato con il proprio nome e cognome, una bella opportunità che vi permetterà di poter avere un ricordo unico dell’evento.

Per qualsiasi ulteriore informazione vi invitiamo a consultare il nostro sito web in cui troverete tutte le informazioni necessarie per l’iscrizione: http://www.gfbikedivisionpeschiera.com/index.php Allora cosa aspettate ?

Approfittate subito di questa grande opportunità, la Granfondo Bike Division vi aspetta per farvi vivere una grande giornata di sport attorno al Lago di Garda. A presto!

Click to comment

Granfondo Stelvio Santini: oltre metà partecipanti sono stranieri

Sono circa 3.000 i partecipanti che si presenteranno ai blocchi di partenza della Granfondo Stelvio Santini 2018 e di questi ben 1.760 provengono da diversi angoli della terra proprio per sfidarsi sulle storiche salite delle Alpi. Un evento dall’appeal sempre più internazionale che quest’anno cade in un giorno speciale: l’International Bicycle Day, la giornata scelta dalle Nazioni Unite per sensibilizzare le persone sui molteplici vantaggi della bicicletta come strumento per il trasporto e per il tempo libero e per incrementare lo sviluppo di strategie nazionali e internazionali legate alla promozione del ciclismo in tutte le sue forme.Per festeggiare questa giornata speciale, cosa c’è di meglio di percorrere i mitici tornati dello Stelvio sulle strade che hanno scritto la storia del ciclismo?

La mattina di domenica 3 giugno saranno ben 46 le bandiere che sventoleranno in rappresentanza di altrettante nazioni al via nell’edizione della Granfondo di quest’anno che, iscrizioni alla mano, ha fatto registrare un incremento degli stranieri di circa il 9,3% rispetto alla passata edizione. Una crescita che rappresenta un segnale forte di quanto la manifestazione ciclistica valtellinese riscuota sempre più interesse e coinvolgimento nel pubblico internazionale. Una prova tanto impegnativa quanto affascinante nella quale i partecipanti affronteranno uno dei tracciati disegnati dall’organizzazione: tre percorsi che hanno in comune la partenza da Bormio e l’arrivo a quota 2.758 metri sul Passo dello Stelvio.

I numeri
Ospiti d’onore della manifestazione i ragazzi del team Polartec Kometa, la formazione Continental voluta dalla Fondazione di Alberto Contador per sostenere giovani talenti del ciclismo su strada, che si troverà in Alta Valtellina per un clinic di allenamento. Al via anche Alessandro Vanotti, ex professionista su strada e ambassador Santini, Eugenio Alafaci del Team Trek-Segafredo, Karol Ann Canuel, professionista canadese del team Boels Dolmans e Amalie Dideriksen, campionessa del mondo a Doha 2016 e professionista del team Boels Dolmans.

Domenica 3 giugno saranno 1.760 i partecipanti stranieri provenienti da 45 diverse nazioni e tra queste il paese sul quale la Granfondo Stelvio Santini ha esercitato il maggior fascino, dopo l’Italia, è la Danimarca con oltre 400 iscritti, seguita da Regno Unito e Spagna.

«Il carattere epico della corsa e la spettacolarità dei luoghi attirano partecipanti da tutto il mondo – commenta Paola Santini – e noi non possiamo che essere soddisfatti e orgogliosi di questa crescente partecipazione a livello internazionale».
Numerose anche le donne che hanno scelto di partecipare alla competizione: saranno 187 le cicliste al via, corrispondente a una “quota rosa” di circa il 5,5% sul totale degli iscritti.

«Un risultato ottenuto grazie a un lavoro di promozione e di relazioni pubbliche svolto nelle passate edizioni da parte dell’organizzazione e delle strutture di promozione turistica» aggiunge Mario Zangrando che con la US Bormiese organizza la Granfondo Stelvio Santini.

Tre percorsi
Dei tre percorsi previsti, il tracciato più lungo è quello scelto dalla maggior parte dei partecipanti. Ben 1.849 di loro, infatti, partiranno alle 7.00 del mattino per affrontare i 151.3 chilometri che da Bormio lì metterà alla prova sulle salite di Teglio prima e del Mortirolo poi. Dopo il rientro a Bormio, dovranno guadagnarsi il traguardo salendo sullo Stelvio per un totale di 4.058 metri di dislivello. La preferenza per il tracciato più duro è il segno che raccogliere la sfida più estrema resta una forte motivazione nel cuore di chi pratica questo sport. Sono invece oltre 730 coloro che hanno preferito iscriversi al percorso medio di 137.9 chilometri e oltre 3.000 metri di dislivello, che non prevede il Mortirolo; mentre quello breve di 60 chilometri è adatto a chi non ha ancora “la gamba” ma vuole mettersi alla prova sul tracciato Bormio – Sondalo, andata e ritorno, e salita allo Stelvio per un totale di 2.000 metri di dislivello.

Le classifiche
Dopo l’introduzione delle “nuove” classifiche proposte lo scorso anno, anche nell’edizione 2018 vengono riconfermate le graduatorie finali inserite per ridurre al minimo il rischio di incidenti in discesa.
Una prima classifica, divisa per i tre percorsi, calcola il tempo complessivo impiegato nelle cronoscalate: il tracciato lungo avrà la somma del tempo impiegato su Teglio, Mortirolo e Stelvio; il percorso medio la sommatoria di quanto impiegato su Teglio e Stelvio; e il tracciato corto avrà soltanto, si fa per dire, la cronoscalata dello Stelvio. Verranno premiati i primi classificati e le prime classificate per ogni categoria con la maglia a pois King e Queen of the Mountain Granfondo Stelvio Santini.
Una seconda classifica prevede la rilevazione del tempo dalla partenza all’arrivo, con indicazione in ordine alfabetico dei concorrenti e del loro timing totale.
Inoltre, verranno premiati tre King of the Mountain e tre Queen of the Mountain, ovvero gli uomini e le donne che avranno fatto segnare il miglior tempo assoluto sulle singole salite: le maglie saranno sponsorizzate rispettivamente da Retelit per Teglio, Trek per Mortirolo e Santini per lo Stelvio.
Ultimo, ma non per importanza, verranno premiate anche le tre squadre con il maggior numero di iscritti e quella con più atleti all’arrivo, a sottolineare lo spirito aggregante del ciclismo amatoriale.

 La maglia ufficiale da indossare in gara
Tutti i partecipanti riceveranno, nel pacco gara, la maglia ufficiale da indossare durante la corsa. In questo modo, oltre ad agevolare i controlli, si creerà un colpo d’occhio spettacolare al momento della partenza. La jersey, realizzata in esclusiva da Santini Cycling Wear per la settima edizione della gara, è leggera e traspirante e dal taglio slim fit che aderisce al corpo senza costringere, in modo da adattarsi perfettamente anche alle forme femminili. Sulla maglietta sarà presente anche un dettaglio che sottolinea l’impegno ecosostenibile del marchio Santini; è stato infatti studiato un quarto taschino laterale che consente a chi la indossa di porvi il cellophane delle barrette e gli scarti di gel in modo da poterli portare con sé fino alla successiva isola “green” dove possono essere lasciati i resti delle consumazioni in gara.

Un wellness partner e una maglia dedicata
Da quest’anno QC Terme Bagni di Bormio è il wellness partner della Granfondo Stelvio Santini. Una partnership che rinforza il legame della manifestazione ciclistica con il territorio: QC Terme Bagni di Bormio e la Granfondo Stelvio Santini permettono infatti di vivere esperienze indimenticabili nel contesto naturalistico del Passo dello Stelvio, luogo unico al mondo per storia e bellezza.
E per festeggiare questa partnership verrà assegnato il Premio Wellness ai due finisher meno giovani, donna e uomo, con una maglia dedicata firmata Santini.

SCHEDA MANIFESTAZIONE:
Nome: Granfondo Stelvio Santini
Luogo: da Bormio al Passo dello Stelvio (provincia di Sondrio)
Edizione: Settima
Data: 3 giugno 2018
Percorso Lungo: Bormio – Teglio – Mortirolo – Bormio – Stelvio (151.3 km, 4058 m di dislivello)
Percorso Medio: Bormio – Teglio – Bormio – Stelvio (137.9 km, 3053 m di dislivello)
Percorso Corto: Bormio – Sondalo – Bormio – Stelvio (60 km, 1950 m di dislivello)
Partecipanti edizione 2017: 2600 partecipanti
Sito web: www.granfondostelviosantini.com
Note: la maglia ufficiale del pacco gara è obbligatoria durante la corsa

 

Click to comment

Domenica a Busano si assegnano i titoli nazionali strada 2° serie CSAIn Ciclismo

Busano (Torino) – “Busano, un angolo del Canavese” è il libro di Armando Pomatto in cui l’autore racconta, con uno stile fluente e scorrevole, i momenti salienti della ricca storia di questo paese, grande poco più di una borgata e dei suoi legami con il vicino Santuario di Belmonte, dell’Abbazia di Fruttuaria fondata da Guglielmo da Volpiano, nipote di Arduino, marchese d’Ivrea e primo re d’Italia e dei rapporti con il vicino comune di Rivara.

Una storia che domenica mattina si arricchirà di una nuova entusiasmante pagina sportiva, quella scritta con il sudore dei partecipanti alla manifestazione che assegna il Campionato Nazionale 2° serie CSAIn Ciclismo organizzata dalla Redil Cicli Matergia, società del presidente Tonino Matergia, da diversi anni attiva nella promozione del ciclismo amatoriale, mentre il negozio Cicli Matergia di Ciriè è ormai da tempo il salotto buono delle due ruote canavesane e delle valli di Lanzo.

Proprio in queste ore il Giro d’Italia transita in terra piemontese affrontando il Colle delle Finestre e la salita che conduce a Sestriere, dopo la tappa odierna colui che brinderà, vestendo la maglia rosa, ha molte possibilità di iscrivere il suo nome nell’albo d’oro della corsa rosa numero 101.

Un brindisi che verrà condiviso anche dai vincitori assoluti delle due prove tricolori di domenica che riceveranno un magnum di spumante Astoria Giro d’Italia 2018, mentre ai neocampioni nazionali strada seconda serie verrà consegnata una bottiglia di Astoria Giro d’Italia 2018.

I partecipanti alla manifestazione prenderanno il via dinanzi al Bar Ristorante La Rocchetta, prima partenza ore 9,30 (categorie Junior, Senior 1 e 2, Veterani 1 e 2), seconda partenza ore 9,35 (categorie Gentleman 1 e 2, Supergentleman A e B, Donne e Debuttanti) e si misureranno lungo un percorso di 12 chilometri da ripetere per sei volte.

Ricca premiazione finale per i primi sei di ciascuna categoria e consegna delle maglie di campione nazionale strada 2° serie ai ciclisti tesserati dall’ente CSAIn Ciclismo, coordinato da Biagio Nicola Saccoccio, che conquisteranno il miglior piazzamento nella classifica di ciascuna categoria.

Ritrovo ed iscrizione domenica 27 maggio ore 8,30 presso il Bar Ristorante La Rocchetta

 

Click to comment

LaMontBlanc 2018: siglata la convenzione con l’Associazione Albergatori di Courmayeur

LaMontBlanc Granfondo, 30 giorni esatti allo start della quinta edizione. Ultimi preparativi a Courmayeur per ospitare la gara che è uno degli eventi clou del cartellone estivo della splendida destinazione turistica valdostana.

Courmayeur sarà il cuore pulsante della manifestazione che, quest’anno toccherà diversi punti della località alpina: il Mountain Sport Center, dove sarà predisposta la segreteria organizzativa e dove ci saranno tutti i servizi per gli iscritti; Piazza Brocherel, nel pieno centro cittadino, dove sarà allestito l’Expo: il Maserati Lounge, sede della presentazione della gara e il brief tecnico per i partecipanti in programma nel tardo pomeriggio del sabato di vigilia; Piazza Abbè Henry, col portale di partenza e arrivo e dove, nella giornata di gara, sarà allestita una speciale consolle con la musica e l’animazione di RDS, la radio 100% grandi successi.

Già oltre mille gli iscritti all’edizione 2018 sulle varie distanze. Per tutti, nel pacco gara, la maglia tecnica ufficiale firmata B.Bike.

L’organizzazione è al lavoro per preparare al meglio l’evento, curando i minimi dettagli. Dalle ultime ricognizioni del percorso, per meglio tutelare la sicurezza in gara e la spettacolarità della corsa, si è deciso di apportare una piccola modifica nel tratto finale, in coincidenza della deviazione percorsi, ripristinando il bel passaggio in centro a Morgex, sfruttando il sottopasso della Statale 26.

Il percorso lungo si è complessivamente ridotto di 3 km e oggi consta di 113 km.

Le iscrizioni alla gara, che fa parte del Circuito Coppa Piemonte, sono aperte sul sito FollowYourPassion – dove è possibile consultare il regolamento di gara e le modalità di partecipazione – e sul sito della Timing Company.

Bici da corsa e non solo nel week end di gara.

Quando la neve si scioglie, le montagne di Courmayeur svelano ogni anno una nuova forma di meraviglia. I versanti di Checrouit e della Val Veny scoprono i propri sentieri, i colori dei laghi, i panorami mozzafiato. In pochi minuti, le funivie trasportano al centro di un luogo denso di fascino e di possibilità: i sapori dei ristoranti in quota e dei rifugi, le discese mozzafiato e i sentieri delle più belle vette delle Alpi sono pronti ad accogliere e regalare esperienze capaci di lasciare un segno nella memoria.

Per consentire agli amatori che partecipano alla gara di vivere un week end tra sport e scoperta, anche quest’anno è stata stipulata una convenzione con l’Associazione Albergatori di Courmayeur che prevede:

– sconto 10% su soggiorni di 2 notti per le singole o doppie uso singola

– date di prenotazione tra il 21 e il 25 Giugno 2018

– pagamento alla prenotazione

– flessibilità negli orari della prima colazione e attenzione alle

esigenze alimentari

– possibilità di parcheggio gratuito durante la gara e sino alle ore 18,00 di domenica 24 ed eventuale custodia bagagli

– doccia post gara

– ricovero biciclette in locali idonei o in camera

Per verificare le tariffe degli hotel convenzionati e prenotare basta un CLICK QUI .

Click to comment

Gf San Benedetto del Tronto: è conto alla rovescia per la grande festa

San Benedetto del Tronto (Ap) – E’ conto alla rovescia per la due giorni di San Benedetto del Tronto, che sabato 26 e domenica 27 maggio colorerà e infiammerà la nota località della Riviera delle Palme e che culminerà con la 9ª edizione della Granfondo San Benedetto del Tronto – Ciù Ciù. In cabina di regia l’Asd Bicigustando.

La segreteria, ubicata all’Hotel Garden, che si trova lungo il viale di partenza e arrivo (viale Buozzi), sarà attiva sabato dalle ore 15 alle ore 19.30 e la domenica dalle ore 6.30 alle ore 7.30. Oltre alle iscrizioni dell’ultimo momento, effettuabili solo il sabato, si potranno ritirare il dorsale e il pacco gara: una bottiglia di ottimo vino dell’azienda Ciù Ciù di Offida, un pacco di pasta di Campofilone del pastificio Leonardo Carassai, un kit antiforatura Eleven fornito dalla Ciclo Promo Components e prodotti della Namedsport.

Per il ritiro del pettorale sarà necessario esibire la tessera, mentre per i gruppi sportivi sarà obbligatoria la dichiarazione sostitutiva di certificazione da scaricare sul sito. Si ricorda che per questione di igiene non potranno essere più fornite le spille nella busta tecnica e quindi ogni partecipante dovrà provvedere autonomamente.

Ricco il programma di eventi che si terranno a pochi passi dalla segreteria, quindi in pieno centro, sia il sabato pomeriggio che la domenica mattina (CLICCA QUI) e davvero ampia l’area expo, con oltre 60 stand. Alle ore 17.30 del sabato aperitivo per tutti presso il Truck Muoversi con Gusto, ubicato in Piazza Giorgini.

La domenica ai ciclisti schierati in griglia il Caffè Florian offrirà una gustosa colazione. Alle ore 8.40 sarà dato lo start agonistico. Due i tracciati: Il lungo di 132 chilometri e il corto di 95 chilometri (CLICCA QUI). Lungo i percorsi i partecipanti troveranno ristori completi a Force, famoso come il paese dei ramai, nella bella Offida, esattamente nella zona San Barnaba, e punti acqua a Montedinove e Acquaviva Picena. Si ricorda che sarà tassativamente vietato gettare rifiuti lungo il percorso e che i contravventori, qualora individuati, saranno squalificati

All’arrivo ricchissimo ristoro presso il ristorante Pala a Prora a base di pizza con acciughe salate sott’olio (lavorazione artigianale di prodotto italiano) dell’azienda Euromar di San Benedetto del Tronto, piadina Loriana con ricotta e rucola della Sabelli e dolci del forno Mingroni e del Caffè Soriano.

Poi tutti al Geko Club Village, che nei suoi splendidi spazi ospiterà il pranzo curato dal Papillon Catering, il cui menù sarà composto da mezze maniche allo scoglio, pesce fritto, mozzarella di Sabelli, insalata a chilometro zero dell’Ambruosi & Viscardi e tanto vino dell’azienda Ciù Ciù.

Sempre ricche le premiazioni. Oltre a quelle protocollari per i primi tre assoluti (uomini e donne), ai primi tre di ogni categoria sia del lungo che del corto andrà un orologio griffato con il logo della manifestazione. Solo per i primi di categoria, invece, ci sarà un ciclocomputer gps della Bryton, modello Rider One, offerto dalla Ciclo Promo Components. Al primo assoluto del tracciato lungo, inoltre, andrà un buono per quattro gomme per auto della Ztyre. Le prime dieci società per numero di iscritti saranno invece omaggiate con ottimi prodotti enogastronomici della Sabelli, di Ciù Ciù e della Salpi.

La Granfondo in TV. Ancora una bella sorpresa per coloro che domenica 27 maggio prenderanno parte alla 9ª edizione della Granfondo San Benedetto del Tronto – Ciù Ciù.

Infatti una sintesi della manifestazione andrà in onda su Rai Sport durante il programma Radiocorsa. Giorno e orari saranno comunicati in seguito.

Questa sarà l’occasione per poter rivedere l’evento e magari rivedersi in televisione, riassaporando i momenti indimenticabili che anche quest’anno la granfondo sambenedettese saprà regalare ai partecipanti.

QUOTE D’ISCRIZIONE 
– 35 euro sino al 24 maggio (online).
– 40 euro il 25 maggio (online) e in loco il 26 maggio dalle ore 15 alle 19.30 presso la segreteria.
– previsti 50 pettorali in griglia oro al prezzo di 50 euro (dorsali 1-50)
– iscrizione gratuita per i diversamente abili
– PROMOZIONE: 25 euro sino al 26 maggio per le società con almeno 10 iscritti

SCOPRI LE OFFERTE ALBERGHIERE

Click to comment

Nel pacco gara del Giro delle Valli Monregalesi una splendida pins per ricordare l’evento

Mondovì (Cuneo) – Gli organizzatori della Granfondo Giro delle Valli Monregalesi, quarta prova del circuito Coppa Piemonte in programma domenica, hanno scelto una piccola pins cromata per legare il complesso di esperienze provate negli anni partecipando all’evento monregalese alla coscienza, che conserva il ricordo, e la memoria che in alcune occasioni rievoca alla mente quanto provato.

I partecipanti alla ventunesima edizione della manifestazione organizzata dall’ associazione Ciclo Amateurs Mondovì guidata da Domenico Pizzi Mantella troveranno nel pacco gara la colorata pins che evidenzia le ventun edizioni della manifestazione e lo sponsor tecnico della manifestazione: Rodman Bikes.

“Sono già sei anni – sottolinea Domenico Pizzi Mantella storica guida del sodalizio monregalese – che abbiamo scelto la pins per regalare ai ciclisti partecipanti l’opportunità di regalare un ricordo di questo evento. Un oggetto piccolo, che può essere appeso in qualsiasi posto della casa, evitando così di finire in un cassetto o nell’armadio. Lo scorso anno in molti hanno apprezzato la pins creata per celebrare la ventesima edizione della manifestazione e quest’anno abbiamo deciso di riproporla”.

Inoltre recentemente l’azienda Rodman Bikes ha presentato due nuovi modelli della collezione biciclette da strada 2018, Atlas e Alya. La prima è una bicicletta realizzata per coloro che amano il ciclismo e amano regalarsi il meglio della tecnologia e dei materiali per pedalare. Alya è una bicicletta ideale per chi partecipa alle Granfondo, in grado di unire il peso ultralight del telaio ad un’aerodinamica altamente efficace.

Click to comment

Granfondo Terre dei Varano: una splendida medaglia per tutti i finisher

Camerino (Mc) – Continua a lavorare la macchina organizzativa della 10ª Granfondo Terre dei Varano, in programma domenica 3 giugno a Camerino, della quale sarà trasmesso un servizio su Rai Sport nel corso del programma Radiocorsa.

Un evento che nelle sue passate edizioni ha sempre offerto un alto livello qualitativo ai partecipanti e che anche quest’anno, nonostante le mille difficoltà dovute alla situazione post-sisma che Camerino sta vivendo, promette di essere di primissima qualità visti i grandi sforzi profusi dall’Avis Frecce Azzurre.

«Stiamo lavorando – sottolinea Sandro Santacchi a nome di tutto il Comitato organizzatore – allo scopo di fare di questa decima edizione la migliore di sempre. Per noi la granfondo è un momento di ripartenza e di riscossa dopo le ferite che il sisma ci ha inflitto. Ci auguriamo che i ciclisti sappiano apprezzare questo grande sforzo organizzativo e che ci premino con un’ampia partecipazione. Vi aspettiamo».

Anche per dire grazie a coloro che sceglieranno la manifestazione camerte, l’Avis Frecce Azzurre omaggerà tutti i finisher con una bellissima medaglia ricordo.

Altissimo, come sempre, sarà il livello di sicurezza, da sempre fiore all’occhiello della manifestazione camerte: oltre 200 gli addetti agli incroci, condizioni dell’asfalto pressoché perfette, otto ambulanze e tutte le vetture di servizio monitorate dalla direzione di corsa con sistema GPS.

Tre i percorsi, splendidi e immersi nel verde: il lungo di 154 chilometri (3300 metri di dislivello) con partenza alle ore 8.30, il medio di 102 chilometri (2000 metri di dislivello) con partenza alle ore 9.15 e il corto non agonistico di 75 chilometri (1100 metri di dislivello) per cicloturisti ed ebiker, che partirà alle ore 9.30.

Si ricorda che per gli iscritti alla granfondo o a uno dei circuiti di appartenenza della manifestazione e per un loro accompagnatore sarà possibile usufruire di posti letto gratuiti, che saranno preparati nel palazzetto dello sport situato in località le Calvie dalla Protezione civile. Il pernottamento sarà garantito per due notti: venerdì 1° giugno e sabato 2 giugno. Modalità di prenotazione: scrivere a info@terredeivarano.it con la richiesta di prenotazione, con la ricevuta del modulo d’iscrizione o di appartenenza al Marche Marathon o al Romagna Challenge e un documento di riconoscimento.

Quote per iscriversi (CLICCA QUI)
– euro 35 entro il 30 maggio alle ore 23.59 (agonisti, individuale)
– I fedelissimi (vedi elenco), cioè coloro che hanno partecipato a tutte le nove edizioni precedenti, potranno iscriversi a 25 euro sino al 31 maggio e saranno schierati in un’apposita griglia di partenza.
– euro 20 sino al 2 giugno per cicloturisti ed ebiker, specificando nell’apposito modulo di iscrizione.

Iscrizioni in loco
– euro 40 sabato 2 giugno dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 20. In questo caso l’organizzazione non garantisce il pacco gara.

Click to comment

Modifiche ai percorsi della Granfondo San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto (Ap) – Apportate modifiche ai tracciati della 9ª Granfondo San Benedetto del Tronto – Ciù Ciù, che domenica 27 maggio sarà organizzata dall’Asd Bicigustando nella Riviera delle Palme.

Cambiamenti resi necessari dalla mancanza di autorizzazioni per salire a Montefalcone e dalle conseguenze dell’inverno appena trascorso, che ha rovinato alcuni tratti di strade.

Così gli organizzatori hanno pensato a delle modifiche, rese possibili grazie alla collaborazione dei comuni di Force, di Montedinove e di Montalto. Le variazioni apportate, soprattutto l’introduzione della salita di Force, renderanno ancora più spettacolare il percorso lungo, regalando scorci indimenticabili e un breve tratto di salita impegnativa, che renderà felici gli amanti della strada che si impenna.

Il lungo passa da 140 a 132 chilometri e il corto da 93 a 95 chilometriTutti i dettagli sull’apposita pagina del sito dell’evento.

QUOTE D’ISCRIZIONE ALLA GRANFONDO
– 35 euro sino al 24 maggio (online).
– 40 euro il 25 maggio (online) e in loco il 26 maggio dalle ore 15 alle 19.30 presso la segreteria.
– previsti 50 pettorali in griglia oro al prezzo di 50 euro (dorsali 1-50)
– iscrizione gratuita per i diversamente abili
– OFFERTE: 25 euro sino al 26 maggio per le società con almeno 10 iscritti

Click to comment

Nove Colli – Selle Italia 2018: vince la solidarietà in una cornice perfetta

Temperatura calda, ma non troppo, poca umidità, cielo terso, 12 mila ciclisti, 52 nazioni, 205 chilometri, tanta passione. Non occorreva uno chef stellato per “cucinare” un evento sportivo di altissimo livello. Una giornata perfetta segnata dall’altruismo e dalla festa popolare. Nove Colli Fest, qualcuno l’ha ribattezzata, tanto che il comitato organizzatore sta prendendo in seria considerazione il cambiamento della denominazione.

La mattina si era aperta con il saluto di Mario Cipollini al popolo delle due ruote. Re Leone aveva augurato dall’alto, non solo fisico, della sua esperienza un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti. Era proseguita con i campioni del Dream Team che avevano lanciato la loro iniziativa dal palco di partenza, prima di fiondarsi a tutta velocità sulle strade della 130 chilometri nel tentativo di fare un cronosquadre a favore dell’oncologia pediatrica.
Sette uomini, diversi successi professionali nelle relative discipline sportive quando erano atleti professionisti, a favore della solidarietà: Ivan Basso, Mauro Gianetti, Joaquin Rodriguez, Rocco Cattaneo, Juri Chechi, Antonio Rossi, Cristian Zorzi. I primi 4 erano lanciati alla conquista dell’obiettivo delle 4 ore di percorrenza quando Ivan Basso, complice una foratura, ha dovuto lasciare la comitiva. E siccome il tempo si prendeva sul quarto arrivato, ecco entrare in pedana Juri Chechi che, da perfetto uomo squadra, ha rilanciato la sua azione per prendere il posto del due volte vincitore del Giro d’Italia. Un inseguimento che ha portato il Signore degli Anelli vicino allo sfinimento per tentare di recuperare il tempo e devolvere i 20 mila euro all’oncologia pediatrica di Rimini. Tempo, che purtroppo, è risultato essere di nove minuiti più alto rispetto all’orario limite. Ma il sorriso dei campioni si è affievolito solo per poche decine di minuti perché il comitato organizzatore della manifestazione ha deciso, dimostrando grande sensibilità, di devolvere ugualmente l’intera cifra.

E poi tanto ciclismo con il percorso più breve vinto dallo spagnolo Oliver Aviles, ex campione del mondo MTB a Livigno 2006, che ha preceduto di una manciata di secondi il gruppetto di cui faceva parte. Aviles, giunto in Romagna in compagnia di Purito Rodriguez, ha gioito vestendo la divisa ufficiale della Nove Colli – Selle Italia 2018, infiascandosene delle restringenti regole del marketing che ormai incatenano anche il ciclismo amatoriale. Una cartolina dalla Spagna spiegata così dal protagonista: “Ho sfruttato nel finale le mie doti di biker e il controllo della bicicletta per prendere vantaggio in un paio di curve e vincere questa bella manifestazione. Sinceramente non ero venuto in Italia con queste velleità, ma la giornata era troppo bella per non godersi la fatica di questo percorso. Non mi alleno tanto su strada, vado ancora molto con le ruote grasse, ma evidentemente è bastato”. Uno spot alla multidisciplinarietà tanto invocata nelle categorie giovanili.

Nel percorso lungo si è affermato per la prima volta il triestino Federico Pozzetto, classe 1990 con un passato da corridore agonista: “Non posso credere di aver vinto la Nove Colli – Selle Italia, sono troppo contento. Anno scorso, alla mia prima partecipazione, ho dovuto abbondonare le mie ambizioni a causa di una foratura. Quest’anno invece è andato tutto nel verso giusto. Nel finale ho cercato di non sprecare energie inutilmente approfittando del mio spunto veloce. Dedico questo successo a mia moglie e al mio piccolo”.

Vittoria di Barbara Lancioni nella 130 femminile: “La Nove Colli – Selle Italia è sempre una grande emozione. È tanti anni che partecipo, ma ho sempre fatto il percorso lungo. Quest’anno ho deciso di fare il medio ma mi sono comunque impegnata al massimo.  Vincere è sempre bello, anche se il lungo regala un altro tipo di emozione perché i 205km sono ovviamente più impegnativi.
La gara come sempre è organizzata perfettamente, quest’anno mi sono goduta per bene anche tutto il contorno. È una bellissima festa di sport da condividere con i propri amici”.

A Simona Parente la granfondo Rosa: “È stata una gara molto emozionante. Un’atmosfera unica data dai tanti partecipanti, dal pubblico lungo le salite e dalla fantastica organizzazione.
I primi 120km li ho fatti veramente forte, poi ho gestito un calo a metà percorso, prima di riprendermi sul finale di gara. Spero davvero di tornare!”

Chiude il presidente del sodalizio Alessandro Spada: “Sono soddisfatto, una giornata perfetta sotto tutti i punti di vista. Ogni anno alziamo l’asticella e ogni anno saltiamo più in alto. Ringrazio di cuore tutti gli uomini del consiglio direttivo e tutti i magnifici volontari, il vero motore di questa manifestazione. Vorrei sottolineare anche il successo della Mini Nove Colli – Sportful di ieri. Ogni anno diventa sempre più grande, più bella, più coinvolgente. Vedere partire quasi mille persone tra bambini e genitori è stato una gioia immensa, un’emozione forse ineguagliabile. Sogno una Mini Nove Colli a numero chiuso per dodicimila bambini”.

 

 

Click to comment

Rispetto per l’ambiente e per le persone alla Granfondo San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto (Ap) – Mentre si avvicina a grandi passi l’appuntamento con la 9ª edizione della Granfondo San Benedetto del Tronto – Ciù Ciù, l’Asd Bicigustando, società organizzatrice, vuole rivolgere due importanti raccomandazioni a tutti coloro che decideranno di prendere parte alla manifestazione del 27 maggio.

La prima è quella di rispettare le aree ecologiche poste nei pressi dei ristori, evitando di gettare in giro rifiuti, dato che si attraverseranno diverse aree classificate come Parchi nazionali.

La seconda è quella di avere il massimo rispetto per i volontari ai ristori, non dimenticandosi che costoro stanno svolgendo un servizio per i ciclisti. Si auspica, quindi, che non si verifichino episodi di maleducazione come in passato.

Coloro che contravverranno a queste due indicazioni, se individuati, saranno esclusi dalle classifiche.

QUOTE D’ISCRIZIONE 
– 35 euro sino al 24 maggio (online).
– 40 euro il 25 maggio (online) e in loco il 26 maggio dalle ore 15 alle 19.30 presso la segreteria.
– previsti 50 pettorali in griglia oro al prezzo di 50 euro (dorsali 1-50)
– iscrizione gratuita per i diversamente abili
– PROMOZIONE: 25 euro sino al 26 maggio per le società con almeno 10 iscritti

SCOPRI LE OFFERTE ALBERGHIERE

Click to comment

Domenica un’edizione stellare della Nove Colli – Selle Italia

Sarà un’edizione stellare quella che si accinge a partire domenica 20 maggio alle ore 6 dal porto canale Leonardesco di Cesenatico.

Sportivi di successo con la passione comune per le due ruote  come il signore degli sprint, ex campione del mondo a Zolder 2002, Mario Cipollini; lo scalatore spagnolo vincitore di due Giri di Lombardia, podio in tutti i grandi Giri, medaglia di argento al mondiale di Firenze 2013, Joaquim Rodriguez; il vincitore di due Giri d’Italia (2006-2010) Ivan Basso; il vincitore di una Liegi-Bastogne-Liegi, di una Amstel Gold Race, vicecampione del mondo a Lugano 1996, Mauro Gianetti; il signore degli anelli Yuri Chechi; gli Olimpionici Antonio Rossi e Cristian Zorzi; il presidente della Unione Ciclistica Europea, ex professionista ticinese, Rocco Cattaneo; il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato di Rocco; il capo delle specialità di polizia Roberto Sgalla.
Gli ultimi due guideranno il primo gruppo di e-bike nella storia della Nove Colli.

Mario Cipollini sarà il capitano di una squadra del Tirolo che promuove il prossimo campionato del mondo professionisti che si svolgerà a Innsbruck a settembre.

Mentre gli altri faranno parte di un Dream Team chiamato #NoveColli4Children, che correrà in squadra per donare 20.000 euro ai bambini malati del reparto di oncologia pediatrica di Rimini. Un’iniziativa benefica targata Nove Colli – Selle Italia, IOR (Istituto Oncologico Romagnolo) e Sportful.

Saranno sempre due i percorsi: 130 km e 1871 metri di dislivello e 205 km 3840 per il percorso lungo.
Da ricordare la diretta su RAI 3 dalle 9.30 alle 12.00 di domenica 20 maggio.

Click to comment

Granfondo dei Colli Amerini, un mese al via!

Domenica 17 giugno torna la Granfondo dei Colli Amerini, l’appuntamento ciclistico più prestigioso del territorio amerino e punto d’incontro dei tanti cicloamatori del Centro Italia e del circuito Fantabici (novità di questa edizione).

La corsa propone il medio di 100 chilometri e il lungo di 134 chilometri partendo da Amelia, centro di riferimento di tutto il comprensorio in quanto comune più esteso territorialmente tra le verdi colline, ricoperte di uliveti e vigneti, e tra i boschi di macchia mediterranea.

Oltre ad Amelia, i centri interessati dal passaggio della manifestazione saranno quelli di Penna in Teverina, Giove, Attigliano, Lugnano in Teverina, Alviano, Guardea, Montecchio, Melezzole, Tuscolano, Castel dell’Aquila e Sambucetole per arrivare di nuovo ad Amelia.

Come lo scorso anno, il percorso della granfondo subisce una variazione a causa di un cantiere sulla strada che porta da Amelia a Giove. Si passerà sempre per Porchiano ma in senso invertito, la modifica non lo penalizzerà e dal punto di vista tecnico lo renderà più interessante, in quanto si allungherà di 9 chilometri e aumenterà il dislivello di circa 200 metri, rendendolo più equilibrato rispetto alla mediofondo.

Una manifestazione organizzata e gestita in modo egregio ed impeccabile dal Team Battistelli pronto a regalare tante emozioni a tutti gli sportivi e non solo che vorranno programmare una gita ad Amelia con l’estate alle porte.

Click to comment

Ecco il ricco programma della Granfondo San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto (Ap) – Saranno due giorni davvero ricchi di appuntamenti quelli della 9ª Granfondo San Benedetto del Tronto – Ciù Ciù, che sabato 26 e domenica 27 maggio infiammeranno la nota località turistica della Riviera delle Palme.

Un programma ricco e variegato, quello messo in piedi dall’Asd Bicigustando, che prevede spettacoli d’intrattenimento di diverso genere, senza dimenticare l’ampia area expo con tanti stand del settore ciclistico e non.

Insomma saranno due giorni davvero per tutti i gusti, capaci di accontentare sia i ciclisti che i loro accompagnatori.

QUOTE D’ISCRIZIONE ALLA GRANFONDO
– 35 euro sino al 24 maggio (online).
– 40 euro il 25 maggio (online) e in loco il 26 maggio dalle ore 15 alle 19.30 presso la segreteria.
– previsti 50 pettorali in griglia oro al prezzo di 50 euro (dorsali 1-50)
– iscrizione gratuita per i diversamente abili
– OFFERTE: 25 euro sino al 26 maggio per le società con almeno 10 iscritti

Click to comment

Giro delle Valli Monregalesi: domenica 27 maggio si pedala sulle strade del Giro d’Italia 101

Mondovì (Cuneo) – Vivere la magia delle tre tappe che potrebbero scrivere la pagina finale della storia del Giro d’Italia numero 101 e domenica 27 maggio partecipare alla 21° edizione della Granfondo Giro delle Valli Monregalesi. Un’ occasione indimenticabile per gli appassionati di ciclismo.

Quattro giorni da vivere intensamente sulle strade della corsa rosa precedendo i campioni del pedale nelle scalate di alcune delle più importanti salite del giro e domenica mattina, quando la carovana avrà ormai, da diverse ore abbandonato il Nord, partecipare alla storica granfondo Giro delle Valli Monregalesi.

La corsa rosa arriverà sulle strade dell’evento monregalese giovedì 24 maggio. Nella diciottesima tappa, dopo la partenza da Abbiategrasso, la carovana attraverserà la Pianura Padana e le Langhe sino a Mondovì (location del Giro delle Valli Monregalesi) per poi iniziare a salire verso il traguardo di Prato Nevoso. L’ascesa che vide trionfare Tonkov e Garzelli al Giro e Gerrans (2008) al Tour.

Il giorno seguente si terrà una delle tappe regina di questa edizione del Giro con partenza da Venaria Reale (Torino) e arrivo a Bardonecchia (Jafferau) dopo aver scalato Colle del Lys, Colle delle Finestre, Sestriere. Sabato 26 maggio, penultima tappa, il secondo tappone delle Alpi Occidentali con 4500 metri di dislivello suddiviso in tre salite. Partenza da Susa ed epilogo a Cervinia.

Il Giro d’Italia si trasferisce a Roma per la passerella finale, ma le emozioni per gli appassionati di quest’affascinate attività sportiva sono tutt’altro che finite. Domenica 27 maggio (partenza ore 9,30 partecipando alla ventunesima edizione del Giro delle Valli Monregalesi i ciclisti torneranno a pedalare da protagonisti sulle strade che soltanto tre giorni prima avranno segnato la storia dell’edizione 101 del Giro.

Percorsi. La granfondo si terrà sulla distanza di centocinquantuno chilometri, nel finale coloro che sceglieranno questo percorso dovranno scalare la salita del Colle del Prel. Centodue invece i chilometri da pedalare per concludere la Mediofondo.

Iscrizioni. Le iscrizioni alla manifestazione si effettuano attraverso il sito della società organizzatrice

Non perdere tempo iscriviti alla 21° edizione della Granfondo Giro delle Valli Monregalesi e pedalerai sulle strade che hanno scritto la storia del Giro d’Italia. La quota di iscrizione è di 45 euro sino a venerdì 25 maggio. Poi nel giorno che precede la manifestazione e domenica 27 maggio salirà a 50 euro.

Percorsi ed altimetrie sul sito della società organizzatrice

 

Click to comment

Nove Colli-Selle Italia: implementazione del servizio di Polizia contro gli abusivi

L’organizzazione della granfondo internazionale Nove Colli – Selle Italia comunica che nel corso dell’evento in oggetto saranno sensibilmente incrementati i servizi di Polizia Stradale al fine di prevenire, ed eventualmente reprimere, condotte pericolose poste in essere da soggetti abusivi, senza regolare autorizzazione, che a bordo di autoveicoli e motocicli si dovessero intromettere sul percorso dell’evento sportivo.

Alessandro Spada, presidente dell’evento: “Ogni anno il nostro principale obiettivo è la sicurezza dei ciclisti che vengono da tutte le parti del mondo, in modo da fargli vivere una giornata di sport indimenticabile. Purtroppo constatiamo che ci sono tanti abusivi ciclisti, ma soprattutto auto e moto che senza permesso si introducono sul percorso causando pericoli. Grazie al supporto della Prefettura, stiamo rafforzando i controlli nella speranza di poter rendere sempre più sicura la pedalata lungo i nostri amati colli”.

Click to comment

Che week-end alla Granfondo Squali – Carrera!

Cattolica (Rn) – Ancora un grande successo e un trend sempre in crescita. Infatti sono stati oltre 2600 i ciclisti che hanno scelto la special edition della Granfondo Squali – Carrera, che quest’anno si era unita alla Granfondo Vincenzo Nibali, dando vita a tre fantastici giorni di sport, mare e divertimento a Cattolica (Rn) e Gabicce Mare (Pu).

Esatto, tre giorni! Perché quest’anno gli organizzatori dell’evento romagnolo-marchigiano, il Velo Club Cattolica e il Ciclo Team 2001, hanno fatto davvero le cose in grande, con l’apertura già il venerdì dello Shark Arena all’acquario di Cattolica, dove per due giorni si sono tenuti spettacoli di diversi tipo e dove ciclisti e famiglie hanno potuto passeggiare tra gli oltre 70 stand dell’area expo. Senza dimenticare la possibilità di visitare gratuitamente l’acquario.

Grande e indiscusso protagonista è stato Vincenzo Nibali, “lo squalo dello stretto”, che il sabato ha salutato i suoi tifosi dal palco allestito al centro del parco dell’acquario e li ha poi incontrati con grande disponibilità tra i vari stand dell’area expo, mentre in serata ha preso parte con altri illustri ospiti a un bellissimo talk show, svoltosi nel centro di Cattolica.

La domenica mattina partenza della gara vera e propria dall’acquario di Cattolica. A prendere il via sono stati oltre 2200 ciclisti, capitanati sempre dal grande Vincenzo Nibali. In sella anche Franco Pellizzotti, Dalia Muccioli, Luca Pacioni e il pilota di Moto3 Niccolò Antonelli.

Nel percorso lungo di 136 chilometri a poco più di 10.000 metri dal traguardo dal drappello dei battistrada attacca Vincenzo Pisani del Team Falasca Zama Greco, che arriva a tagliare in solitaria il traguardo. Dietro di lui è sprint in salita. A vincerlo è Federico Pozzetto della Cicli Copparo, che sale quindi sul secondo gradino del podio, mentre il terzo viene occupato da Federico Scotti della Cannondale – Gobbi – Fsa. La corsa in rosa viene vinta da Barbara Lancioni, ciclista di Filottrano (An), che milita nella Somec-Mg.K Vis-Lgl, mentre seconda è Barbara Billi del Ktm Asd Scatenati e terza Sonia Passuti del Stemax Team.

Nel corto di 84 chilometri, invece, a trovare l’affondo buono è Davide Tonucci della Bi-Bike Sc. Infatti l’atleta di Fano (Pu) attacca e se ne va, giungendo al traguardo da solo. Ad inseguirlo c’è Fabrizio Amerighi dell’Imola Bike, che alla fine giunge secondo, mentre il terzo gradino del podio viene conquistato da Fabio Virgili del Giuliodori Renzo Bike Club Café. In campo femminile successo in solitaria per l’aretina Michela Gorini del Team Fausto Coppi. Per seconda taglia il traguardo Azzurra D’Intino del Team Go Fast, mentre in terza posizione si piazza Lorena Zangheri del Gc Melania.

Tra le società successo per il Team del Capitano, che è stato premiato con una bici modello Nitro, offerta dalla Carrera. Seconda la Frecce Rosse Rimini e terza la Valconca Ottica Biondi. Quarta posizione per il Team Passion Faentina e quinta per la Ciclismo Montecchio.

Dopo l’arrivo, sulla splendida panoramica a picco sull’Adriatico di Gabicce Monte via alla grande festa con tanto buon cibo, musica, le premiazioni protocollari per gli assoluti e la medaglia con lo squalo per i finisher. Poi tutti all’acquario per le premiazioni di categoria e di società e per il gustoso pranzo al ristorante Pesce Azzurro.

E’ stata davvero una grandissima tre giorni, dunque, che ha regalato emozioni e divertimento a go a go a tutti i presenti: ciclisti, accompagnatori e appassionati. Appuntamento al 12 maggio 2019.

Il servizio fotografico per i ciclisti è stato curato da Foto Ravenna.

Tutte le classifiche sul sito MySdam.

Ordine d’arrivo maschile percorso lungo: 1) Vincenzo Pisani (Team Falasca Zama Greco) 3:32:09, 2) Federico Pozzetto (Cicli Copparo) 3:32:32, 3) Federico Scotti (Cannondale Gobbi Fsa) 3:32:32, 4) Fabio Cini (Cicli Copparo) 3:32:37, 5) Diego Frignani (Stemax Team) 3:33:02, 6) Mattia Fraternali (Miche-Legend-Mg.Kvis-Lgl) 3:35:02, 7) Morris Sammassimo (Gs Studio Moda – Hair Gallery) 3:35:03, 8) Davide D’Angelo (Team Go Fast) 3:35:03, 9) Daniele Terzi (Stemax Team) 3:35:05, 10) Alessandro Motta (Gianluca Faenza Team) 3:38:07.

Ordine d’arrivo femminile percorso lungo: 1) Barbara Lancioni (Somec-Mg.K Vis-Lgl), 2) Barbara Billi (Ktm Asd Scatenati) 3:58:46, 3), Sonia Passuti (Stemax Team) 4:02:55.

Ordine d’arrivo maschile percorso corto: 1) Davide Tonucci (Bi-Bike Sc) 2:03:09, 2) Fabrizio Amerighi (Imola Bike) 2:03:27, 3) Fabio Virgili (Giuliodori Renzo Bike Club Café) 2:04:11, 4) Daniele Bergamo (Carina – Brao Caffè) 2:04:15, 5) Silver Lazzari (Frecce Rosse Rimini) 2:04:19, 6) Helenio Mastrovincenzo (Fight Club) 2:04:19, 7) Aurelio Di Pietro (Team Go Fast) 2:04:19, 8) Luca Fantozzi (Bike Team) 2:04:20, 9) Stefano Nicoletti (Stemax Team) 2:04:20, 10) Matteo Fontanelli (Imola Bike) 2:04:20.

Ordine d’arrivo femminile percorso corto: 1) Michela Gorini (Team Fausto Coppi) 2:15:03, 2) Azzurra D’Intino (Team Go Fast) 2:16:37, 3) Lorena Zangheri (Gc Melania) 2:17:26.

Click to comment

Emozioni vere alla Granfondo Valli d’Oltrepò Passione Infinita by Rodman

Salice Terme (Pavia) – Emozioni forti. Emozioni vere. Quelle vissute questa settimana a Salice Terme, in cui i roboanti motori delle auto storiche partecipanti al Rally 4 Regioni hanno ceduto il proscenio di Viale delle Terme alle ben più ecologiche ed economiche biciclette da strada degli oltre mille appassionati di ciclismo iscritti alla Granfondo Valli d’Oltrepò Passione Infinita by Rodman, terza prova del circuito Coppa Piemonte .

Salice Terme è una cittadina viva, che si anima soprattutto nelle ore serali durante le quali la voglia di incontrarsi e divertirsi dei più giovani provenienti anche da comuni limitrofi diventa virale. In molti però entrando in griglia non hanno potuto far a mano di notare come il segno del tempo si sia impossessato del Grand Hotel Terme e un tempo era il più lussuoso hotel di questo centro. Le Terme, chiuse, non offuscano comunque la percezione di un mondo magico di salute e bellezza, soprattutto per coloro che amano l’attività sportiva outdoor.

La pioggia sembra finalmente concedere una tregua. Questo inizio stagione è funestato dal maltempo e i ciclisti trascorrono diversi minuti al giorno dinanzi al pc o al proprio smartphone per consultare i siti che elaborano previsioni metereologiche.

La partenza posticipata alle ore 10 permette al gruppo multicolore di prendere il via in un clima ideale, con il sole a scaldare l’ardore agonistico di coloro che ambisco a raggiungere il massimo traguardo, di chi lotta per conquistare punti per le classifiche del circuito Coppa Piemonte e altri ciclisti che sono al via semplicemente per svolgere una sana attività sportiva.

Al via anche Evgenij Berzin vincitore del Giro d’Italia e Liegi Bastogne Liegi 1994 che ha pedalato sul percorso medio.

Coloro che hanno optato per il percorso corto hanno affrontato 104 chilometri e 1550 metri di dislivello prima di giungere al traguardo con ben cinque salite da affrontare. Ascese non molto lunghe che si faranno comunque sentire nelle gambe dei protagonisti.

L’epilogo è un trionfo per i colori della formazione torinese Dottabike grazie ai fratelli Aldo e Giorgio Ghiron che riescono a regolare i cinque compagni di fuga ed esultare per il doppio successo conquistato. L’abbraccio dopo il traguardo sancisce, qualora ve ne fosse, bisogno un legame indissolubile anche nel ciclismo tra i due fratelli, che sono tra i protagonisti assoluti della prima parte di questa avvincente edizione della Coppa Piemonte: “Io credo che esultare per il successo del proprio fratello e il mio secondo posto conquistato nella stessa gara, rappresenti una delle più belle pagine del nostro personale Libro Cuore – sottolinea Giorgio Ghiron – io e Aldo siamo molto legati, entrambi abbiamo fatto un percorso agonistico simile anche se lui sei anni di prima di me ed è stato un ottimo Under 23, mentre io ho scelto di dedicarmi allo studio e alla fisioterapia. Il prossimo anno mi laureo, ma ho già iniziato a lavorare, collaborando con la formazione professionistica Team Androni. Voglio dedicare questo secondo posto alla mia ragazza Lucia, che doveva seguirmi per la prima volta in una gara di ciclismo proprio qui a Salice poi avuto un contrattempo, ma negli ultimi metri ho pensato a lei”.

Per quel che riguarda la gara: “Siamo riusciti a rientrare su un drappello di fuggitivi in discesa, dopo la prima salita, quella di Cella. Ci ha ancora raggiunto poi altri protagonisti e si è formato un drappello di 15 unità al comando. Sull’ultima salita, Altacollina, sono rimasti in cinque tra cui Aldo, mentre io, che ho perso qualche metro, sono rientrato in discesa ai meno due dall’arrivo. E’ stata dura ma l’emozione del secondo posto ripaga tutti gli sforzi compiuti”.

Tra le donne si impone la cuneese Chiara Costamagna (Team De Rosa Santini) che precede Rollini Tamara (Sprint Bike Lumezzane) ed Elisa Parracone (Gs Passatore).

Per Chiara Costamagna è il primo successo stagionale che dedica a sua madre, dopo il secondo posto di Novi Ligure, prova d’apertura del circuito Coppa Piemonte. “Sono rimasta indietro nella seconda parte del gruppo a causa di una caduta che ha coinvolto anche i miei due compagni di squadra. Tra le dirette avversarie Rollini Tamara era nel mio gruppo, invece Elisa Parracone è riuscita ad allungare. Ho dovuto inseguire per raggiungerla lungo la prima salita, quella di Cella, e dopo aver recuperato lo sforzo compiuto, ho deciso di attaccare lungo la salita di Giarolo, riuscendo a fare il vuoto. E’ una bella soddisfazione che voglio condividere con i miei compagni di squadra e dirigenti. Nella speranza di conquistare un risultato positivo anche a Mondovì, per poter onorare al meglio il sacrificio organizzativi di Domenico Pizzi Mantella e il suo gruppo di appassionati”

La prova regina, la granfondo, ha visto il successo in volata del ligure di Chiavari, Matteo Podestà (Team Procycling Promotech) che ha preceduto Paolo Castelnuovo (Team MP Filtri) e Stefano Bonanomi (Team MP Filtri).

Podestà è uno dei protagonisti assoluti del movimento granfondistico, ha conquistato il successo in trentacinque granfondo e un titolo italiano strada FCI, anche se quella di Salice Terme è la sua prima affermazione stagionale.

“Il percorso di gara era bello e impegnativo, non proprio proibitivo, ma impegnativo. Ho cercato di rimanere nelle prime posizioni fin dall’inizio, ma non mi sono mai scoperto troppo, lasciando che fossero gli altri a fare la selezione. A metà gara siamo rimasti in cinque e ci siamo dati cambi regolari fino alle ultime due salite, Berzano e Altacollina, dove sono iniziati gli attacchi. Sull’ultima ho provato a fare la selezione, siamo rimasti solo io e Castelnuovo e in volata ho vinto abbastanza nettamente”.

Tra le donne successo di Annalisa Prato (Team De Rosa Santini) che precede Olga Cappiello, sua compagna di squadra, e Vittoria Pani (Dottabike).

La Granfondo Valli d’Oltrepò era valida quale prova unica per l’assegnazione delle maglie del campionato Giro delle Regioni Nord CSAIn Fondo, che premiavano il ciclista tesserato dall’ente CSAIn Ciclismo presieduto da Biagio Nicola Saccaccio che riusciva a conquistare il miglior piazzamento nelle rispettive categorie. Dominio assoluto della formazione torinese Rodman Azimut Squadra Corse guidata da Marco Pipino che ha conquistato ben sei maglie.

Questi i vincitori del campionato Giro delle Regioni CSAin Fondo 2018

Donne B: Angioni Maria (Bergamin)

Junior: Felice Fabio (Rodman Azimut Squadra Corse)

Senior 1: Favini Mario (Rodman Azimut Squadra Corse)

Senior 2: Pautrie Gianluca (Rodman Azimut Squadra Corse)

Veterani 1: Ramò Giovanni (Rodman Azimut Squadra Corse)

Veterani 2: Bertulessi Antonello (Rodman Azimut Squadra Corse)

Gentleman 1: Bonamici Mauro (Gc Varzi)

Gentleman 2: Landolfi Giuseppe (Brontolo Bike)

Supergentleman A: Trozzola Severino (Rodman Azimut Squadra Corse)

Le classifiche della manifestazione sono consultabili sul sito della società Endu

I nuovi leader del circuito Coppa Piemonte

Percorso Mediofondo

Categoria Femminile 1: Parracone Elisa (Gs Passatore)

Categoria Femminile 2: Rollini Tamara (Sprint Bike Lumezzane)

Categoria Femminile 3: Battaglino Nadia (Gs Passatore)

Categoria Junior: Balducci Lorenzo (Pedalando in Langa)

Categoria Senior 1: Rosso Fulvio (Roero Speed Bike)

Categoria Senior 2: Tagliapietra Gilles (Rodman Azimut Squadra Corse)

Categoria Veterani 1: Gallo Davide (Team Edilcase)

Categoria Veterani 2: Cucco Luigi (Dottabike)

Categoria Gentleman 1: Carbone Stefano (Team Isolmant)

Categoria Gentleman 2: Capello Marco (Rodman Azimut Squadra Corse)

Categoria Supergentleman A: Monteleone Mauro (Bicistore Cycling Store)

Categoria Supergentleman b: Lo Galbo Letterio (Smeralda Bike Arzachena)

Percorso Granfondo

Categoria Femminile 1: Prato Annalisa (Team De Rosa Santini)

Categoria Femminile 2: Oberto Paola (Gs Passatore)

Categoria Femminile 3: Cappiello Olga (Team De Rosa Santini)

Categoria Junior: Cuaz Wladimir (Cicli Lucchini)

Categoria Senior 1: Gallo Andrea (Team Isolmant)

Categoria Senior 2: Oliveri Fabio (Bicistore Cycling Team)

Categoria Veterani 1: Porro Mauro (Bicistore Cycling Team)

Categoria Veterani 2: Dogliotti Enrico (Scott Team)

Categoria Gentleman 1: Motta Emanuele (DT Bianchi)

Categoria Gentleman 2: Acuto Riccardo (Alpina Bikecafè)

Categoria Supergentleman A: Previde Massara Marco (Darra Racing)

Categoria Supergentleman B: Donato Giuseppe (Sc Bruzzano)

Classifica per team Granfondo Valli d’Oltrepò

1°) Rodman Azimut Squadra Corse

2°) Gs Passatore

3°) Bicistore Cycling Team

4°) Team De Rosa Santini

5°) Pedale Godiaschese

6°) Team Cycling Center

7°) Dottabike

8°) Jolly Europrestige

9°) Gc Varzi

10°) Cicli Benato

Le restanti tre prove del circuito Coppa Piemonte 2018:

27 Maggio 2018 a Mondovì (CN): ”Giro delle Valli Monregalesi”;
24 Giugno 2018 a Courmayeur (AO): “Granfondo LaMontblanc “La Granfondo sul tetto d’Europa”;
22 Luglio 2018 a Sestriere (TO): ”Granfondo Sestriere “Colle delle Finestre”

 

Click to comment

Cambia il percorso lungo della Granfondo del Vulture

Rionero in Vulture (Potenza) – Cambia il percorso della Granfondo del Vulture. Il comitato organizzatore della manifestazione guidato dal presidente della società organizzatrice Claudio Lapolla, dopo un sopralluogo effettuato recentemente lungo il percorso di gara della prova regina, la granfondo, ha deciso di cambiare la prima parte del tracciato e far partire separatamente i ciclisti che si misureranno sui due tracciati di gara agonistici.

A prendere il via domenica 3 giugno alle 8,30 da Via Nazario Sauro saranno i ciclisti che avranno optato per il percorso lungo (115 chilometri e 2160 metri di dislivello), mentre cinque minuti più tardi partiranno che ambiscono al successo finale o a conquistare i punti per le classifiche mediofondo dei circuiti Giro dell’Arcobaleno, Centro Italia Tour e Scudetto Campano.

Dopo la partenza i ciclisti che pedaleranno sul percorso lungo copriranno un primo giro di venti chilometri che il riporterà a transitare a Rionero in Vulture, ma non in zona traguardo, mentre i ciclisti che hanno scelto il percorso medio, 85 chilometri e 1500 metri di dislivello, si dirigeranno verso Atella e la salita di San Fele, ai piedi della quale si riuniscono i due percorsi che toccheranno i centri di Rapone, Monticchio Bagni e Monticchio Laghi prima di tornare a Rionero in Vulture per l’epilogo.

Intanto sono 566 (302 iscritti alla granfondo, 249 alla mediofondo e 15 cicloturisti) i ciclisti che hanno effettuato l’iscrizione alla manifestazione organizzata sotto l’egida di CSAIn Ciclismo e valida quale prova del Giro delle Regioni CSAIn assicurandosi il ricco pacco gara e la canotta tecnica prodotta dall’azienda di abbigliamento sportivo SL2 che è riservata ai primi 700 iscritti. Le iscrizioni si effettuano attraverso il portale del timing Icron e la quota di adesione è di 25 euro per gli uomini sino al 26 maggio, gratuita per le donne, mentre gli aderenti ai circuiti Scudetto Campano e Centro Italia Tour potranno usufruire dello sconto di 5 euro.

La partecipazione è aperta anche ai cicloturisti che pedaleranno su percorso di 44 chilometri e verseranno 10 euro per l’iscrizione, non riceveranno il pacco gara, ma potranno usufruire dei servizi forniti dall’organizzazione.

Click to comment

To Top