Prosecco Cycling pedala oltre quota 1400

La Prosecco Cycling pedala già verso numeri da record. A circa tre settimane dall’evento nel cuore delle colline del Prosecco, che quest’anno anticipa la data di svolgimento al 10 settembre, gli iscritti hanno superato quota 1.400. L’anno scorso, nello stesso periodo, erano il 15% in meno.

La crescita dell’evento è testimoniata anche dalla provenienza degli iscritti: ben 16 le nazioni che al momento risultano rappresentate al via di quello che, sempre più, rappresenta l’evento sportivo simbolo della terra del Prosecco.

La vocazione internazionale della Prosecco Cycling, con atleti che arriveranno a Valdobbiadene da mezzo mondo (quest’anno, per la prima volta, sarà al via in Piazza Marconi anche una folta delegazione russa), si mantiene tra le caratteristiche più importanti di un appuntamento che in 14 anni ha portato oltre 35 mila appassionati a pedalare tra le colline del Prosecco.

“La crescita degli iscritti – spiega Massimo Stefani, ideatore della Prosecco Cycling – testimonia che la novità del cambio di data è stata ben accolta dagli appassionati: tre settimane d’anticipo rispetto alla tradizionale collocazione d’inizio ottobre, significano giornate più lunghe e dal clima gradevole e la possibilità di trascorrere un weekend in un territorio che si sta preparando al momento più significativo dell’anno: la vendemmia”.

Il cambio di data dice molto, ma non tutto, rispetto alla crescita di iscritti incontrata quest’anno dalla Prosecco Cycling. L’evento è sempre più apprezzato dagli appassionati anche in virtù dell’originale sistema di classifica che lo caratterizza.

Sono infatti state confermate le due modalità di classifica che tanto successo hanno incontrato nel 2016: una graduatoria individuale che terrà conto della somma dei tempi realizzati per superare quattro salite (Zuel, Ca’ del Poggio, Collalbrigo e Collalto) che i ciclisti incontreranno lungo i 96,4 km di corsa e una classifica dedicata alla partecipazione delle squadre che premierà i team capaci di piazzare sul traguardo il più alto numero di ciclisti nell’arco di 30”.

Non solo: quest’anno la Prosecco Cycling si arricchisce anche di una nuova classifica a squadre – denominata 5.10 – che premierà i team più veloci tra quelli che riusciranno a piazzare sul traguardo, nell’arco di 30”, da un minimo di 5 a un massimo di 10 concorrenti, che dovranno concludere la prova entro il tempo massimo di 3h59’.

Prosecco Cycling prosegue dunque sulla strada di una proposta alternativa: un format unico e rivoluzionario, nel segno di un agonismo di qualità, valorizzato dal fascino della splendida cornice delle colline del Prosecco candidate a diventare Patrimonio dell’Unesco.

 

Click to comment

Fiano Romano e Valle del Tevere: fine estate in sella con la Granfondo

La Granfondo Valle del Tevere-Coppa Città di Fiano-Memorial Oliviero Beha si prepara a celebrare la sua quarta edizione domenica 10 settembre attestandosi come un appuntamento sportivo di rilievo nel panorama ciclistico amatoriale del Lazio verso la fine dell’estate.

Da rimarcare l’impegno e la cura nei dettagli del comitato organizzatore del Cicloclub Fiano Romano presieduto da Onorino Santarelli che si sta dando un gran fare per ottimizzare tutti gli aspetti tecnici e logistici con la consapevolezza di poter offrire a tutti i partecipanti un piacevole momento d’incontro e un’occasione per mettere ancora più in risalto il territorio della Valle del Tevere alle porte della Capitale.

Con lo sfondo del centro storico e di Castello Orsini, Fiano Romano rimane sempre il comune capofila della manifestazione assieme a Nazzano, Torrita Tiberina, Poggio Mirteto, Montopoli in Sabina, Gavignano, Selci, Forano, Casperia, Sant’Oreste e Civitella San Paolo dove sono disegnati i due percorsi di 88 (mediofondo) e 120 chilometri (granfondo).

Oltre a chiudere ufficialmente la stagione 2017 di Fantabici, la granfondo è abbinata a campionato nazionale per il personale aderente all’Aeronautica Militare ed è patrocinata dall’amministrazione comunale di Fiano Romano con il diretto coinvolgimento del sindaco Ottorino Ferilli (che è anche presidente onorario del Cicloclub Fiano Romano).

Le iscrizioni e le relative quote sono disponibili su Kronoservice al link 

Video promo a cura di Atlantide Video Service al link

Click to comment

La Granfondo Via del Sale viaggia verso il Cosmo Bike Show

C’è già grande attesa per l’edizione 2018 della Granfondo Via del Sale, che per la prima volta sarà posticipata da aprile a domenica 6 maggio, come sempre nella splendida location “vista mare” del Fantini Club di Cervia.
Una scelta, quella del cambio data, che punta a far diventare la manifestazione un grande evento di richiamo internazionale, che permetterà ai granfondisti provenienti da ogni parte del mondo di vivere una vacanza di sport, mare e benessere nella terra di Romagna, quando il clima è più caldo e tutte le spiagge e le strutture della città sono aperte ad accoglierli, anche con la propria famiglia.

I dettagli dei nuovi percorsi e tutte le news saranno presentati in occasione della fiera del ciclismo Cosmo Bike Show di Verona, venerdì 15 settembre alle ore 12.00, presso lo stand ACSI, in presenza di noti testimonial del mondo del ciclismo, che a breve saranno svelati.
In occasione della fiera, presso lo stand ACSI sarà possibile iscriversi in anteprima all’edizione 2018 della Granfondo Via del Sale. In più tutti i presenti venerdì mattina, solo dalle ore 11.00 alle ore 13.00, avranno l’opportunità di iscriversi alla quota scontata di 45 euro e ricevere un omaggio speciale.

Click to comment

Granfondo Scott Piacenza: domenica 3 settembre navetta gratuita per raggiungere il centro cittadino

Piacenza – Ogni diverso paese può raccontare la sua essenza e il suo carattere attraverso il suo sport nazionale e popolare in modo di identificarsi e soprattutto diversificarsi grazie alle piccole tipicità. Il comitato organizzatore della Granfondo Scott Piacenza, in programma domenica 3 settembre, vuol raccontare quieta dimensione umana del vivere, i piaceri della buona tavola che si accompagnano alla presenza di piccoli tesori, memorie di un passato ricco di storia, attraverso alcune iniziative di carattere turistico promozionale come la navetta gratuita a disposizione dei familiari e accompagnatori dei ciclisti partecipanti all’evento piacentino, per visitare la città.

Domenica tre settembre da Piacenza Expo, location dell’evento, ogni 40’ una navetta porterà coloro che non pedaleranno la Granfondo a Piazza Cittadella, centro cittadino, da cui partire alla scoperta della città e delle sue bellezze artistiche. Consulta l’orario del servizio navetta gratuito 

Il Duomo di Piacenza, dedicato all’Assunta è uno dei monumenti più importanti del romanico padano. Ha una bella facciata con un grosso rosone nel mezzo e, sul lato sinistro, un notevole campanile in cotto sulla cui vetta si trova un angelo segnavento in rame dorato. Proprio sotto la cella campanaria si nota una gabbia, di nome e di fatto: voluta da Ludovico il Moro nel 1495, doveva servire per rinchiudervi gli avversari, anche se non ci sono testimonianze sull’effettivo uso.
Basilica di Sant’Antonino, un’imponente chiesa romanica con una grossa torre ottagonale e un bel chiostro. La basilica è dedicata al patrono della città, di cui conserva le reliquie. Nell’interno, riccamente decorato, non si può non notare l’organo a canne.

Palazzo Farnese, uno dei più importanti monumenti di Piacenza. Oggi ospita i Musei Civici della città e l’Archivio di Stato, ma è meritevole di una visita anche solo da fuori, trattandosi di un edificio massiccio ma molto aggraziato. Sarebbe tuttavia un peccato non dare un’occhiata almeno al Botticelli e al Fegato Etrusco, un modello in bronzo di un fegato di pecora su cui sono stati incisi i nomi di alcune divinità in modo da riflettere l’ordinamento del cielo secondo gli etruschi.

Piazza Cavalli, prende il nome dalle due statue equestri di Alessandro e Ranuccio Farnese, capolavori della scultura barocca. Sulla piazza si affaccia anche il simbolo di Piacenza, il Palazzo Comunale. Per metà in marmo rosa di Verona e metà in cotto rosso decorato a motivi geometrici, culmina poi con una merlatura ghibellina a coda di rondine. Nell’aspetto il Gotico ricorda i tradizionali palazzi comunali dell’Italia settentrionale (porticato basso per le adunanze popolari, finestroni solenni con ampia balconata per illuminare il salone superiore). Francesco Petrarca è stato ospite qui nel giugno del 1351.

Iscrizioni. Le iscrizioni si effettuano online attraverso il sito della manifestazione . La quota di adesione è di 36 euro, sia per gli uomini che le donne. I partecipanti alla granfondo con la formula Spirito di Squadra dovranno versare 190 euro

 

Click to comment

Granfondo Scott Piacenza: premia lo spirito di squadra

Piacenza – “Abbiamo il dovere di presentire il nuovo, e dobbiamo trovare anche il coraggio di affermarlo scriveva il filosofo spagnolo José Ortega y Gasset. Un coraggio che il comitato organizzatore della Granfondo Scott Piacenza dimostra di aver trovato, promuovendo lo “spirito di squadra”. La partecipazione in squadra all’evento piacentino che annulla il risultato personale, in cui gli individui diventano gruppo, si vestono di un colore, di un’identità.
I ciclisti che vogliono aderire all’iniziativa dovranno formare una squadra composta da sei elementi, in cui è inserita almeno una donna. I ciclisti che costituiscono la squadra possono essere tesserati anche per team diversi. L’iscrizione deve essere effettuata entro il 1 settembre e la somma cumulativa da versare è 190 euro.

I componenti delle diverse squadre prenderanno il via insieme ai partecipanti in forma individuale alla manifestazione, la classifica finale della prova “spirito di squadra” verrà stilata sul tempo dell’ultimo concorrente di ciascun team che taglia il traguardo e, il ritardo tra il primo ciclista e l’ultimo ciclista di una stessa squadra non può essere superiore ad un minuto.

Verranno premiate le prime tra squadre del percorso lungo (130 chilometri) e del percorso medio (100 chilometri), mentre tutte le squadre iscritte parteciperanno all’estrazione di numerosi premi.

Contribuisci anche tu a far affermare un nuovo modo di affrontare le granfondo, condividendo con i tuoi compagni di squadra le più belle soddisfazioni.

Per effettuare l’iscrizione alla manifestazione entra nel sito dell’evento

Click to comment

Granfondo del Capitano 2018: appuntamento al 10 giugno

Bagno di Romagna (FC) – Dovranno, probabilmente, trascorrere diversi anni prima che gli abitanti del comune di Bagno di Romagna ritornino a vivere le emozioni dell’arrivo di una tappa del Giro d’Italia. Un evento che ha coinvolto l’intera comunità, la quale ha espresso il proprio entusiasmo colorando di rosa intere località (San Piero in Bagno e Bagno di Romagna) e le strade del Giro. Un entusiasmo vissuto intensamente per un intero mese, sino allo svolgimento dell’ottava edizione della Granfondo del Capitano Pink Edition che ha visto milleduecento ciclisti sfidarsi lungo le strade su cui hanno pedalato i protagonisti della corsa rosa, per conquistare l’ambito successo.

Ma il capitano della capitanata della Val di Bagno è inarrestabile ed è già pronto a salpare verso la nona edizione della Granfondo del Capitano che si svolgerà domenica 10 giugno 2018. Recentemente gli organizzatori hanno voluto condividere con tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento il successo conquistato e tra il tintinnar di forchette e benauguranti brindisi è stata resa nota la data di svolgimento della prossima edizione. Molte le novità in programma che contribuiranno a rendere unico questo evento

Click to comment

Prosecco Cycling consegna la bici all’alpino derubato durante l’adunata del Piave

L’alpino Cesare ha una nuova bicicletta. E con quella, il prossimo 10 settembre, si presenterà al via della Prosecco Cycling.

Cesare Einaudi è l’alpino piemontese che a metà maggio ha partecipato all’Adunata del Piave. In sella ad una bicicletta da corsa, una Fiorelli Coppi degli anni ’80, a cui era particolarmente affezionato, ha pedalato per 550 chilometri: da Cartignano (Cuneo), suo paese d’origine, sino a Treviso.

Nella Marca, però, in quegli indimenticabili giorni di festa dedicati alle penne nere, qualcuno ha sottratto la bici di Cesare. E, nonostante i ripetuti appelli del proprietario, la preziosa “due ruote” non è stata più ritrovata.

La storia di Cesare ha particolarmente colpito Massimo Stefani, organizzatore della Prosecco Cycling, che ha deciso di regalare una nuova bici all’alpino derubato. La consegna è avvenuta a Cusano Milanino, presso la sede della De Rosa, storica azienda italiana di bici da corsa, partner della Prosecco Cycling.

Grazie all’impegno e alla disponibilità della famiglia De Rosa – spiega Stefani – siamo riusciti a recuperare e a donare a Cesare un gioiello che ha fatto la storia del marchio milanese: una bicicletta De Rosa degli anni ’80, telaio Columbus Slx e cambio Campagnolo, perfettamente restaurata. Una bici rara, realizzata da un’azienda italiana che ha fatto la storia del ciclismo”.

La splendida bicicletta è stata consegnata a Cesare Einaudi da Ugo De Rosa, fondatore dello storico marchio che, nato nel 1953, ha ancora sede a Cusano Milanino, nell’hinterland milanese.

De Rosa è divenuta celebre negli anni ’60 e ’70 per la produzione di biciclette da corsa per le squadre professionistiche più in voga del tempo. Nel corso degli anni, infatti, De Rosa ha equipaggiato e sponsorizzato team come la Max Meyer di Gastone Nencini, la Sanson di Gianni Motta, la Faema e la Molteni di Eddy Merckx (una collaborazione che durerà per tutta la carriera del fuoriclasse belga), la Filotex di Francesco Moser (che con De Rosa vince tre Parigi-Roubaix), la Sammontana di Moreno Argentin e Gianbattista Baronchelli.

Partecipiamo a questa iniziativa con orgoglio – dichiara Cristiano De Rosa, figlio di Ugo, amministratore delegato di un’azienda che oggi rappresenta uno dei marchi più conosciuti al mondo (l’80% della sua produzione è indirizzata al mercato estero) -. Prosecco Cycling, di cui siamo partner da anni, si conferma evento unico e innovativo. Proprio come De Rosa, un’azienda protesa al futuro, che realizza bici all’avanguardia per tecnologia e stile, ma non dimentica le proprie radici. Oggi De Rosa è presente in 30 Paesi del mondo, replichiamo la bici donata a Cesare con il modello Nuovo Classico che riscuote grande successo in Nord Europa e in Giappone”.  

In occasione della Prosecco Cycling, Cesare Einaudi partirà da Cuneo e arriverà a Valdobbiadene con la sua nuova bicicletta De Rosa, ripercorrendo un tragitto analogo a quello compiuto a maggio per l’adunata degli Alpini. A Valdobbiadene, il 10 settembre, sulla linea di partenza della Prosecco Cycling, Cesare Einaudi troverà anche uno speciale caschetto con una penna d’alpino, prodotto per l’occasione da Kask.

La bicicletta anni ’80, realizzata con le proprie mani da Ugo De Rosa, sarà inoltre perfettamente allineata ad una delle grandi novità che caratterizzeranno l’edizione 2017 dell’evento di Valdobbiadene: la Prosecco Classic De Marchi, rassegna per bici d’epoca che quest’anno, per la prima volta, accompagnerà la tradizionale passerella degli appassionati nel cuore delle colline del Prosecco.

Ringrazio gli amici della Prosecco Cycling, la famiglia De Rosa e il calore dei trevigiani che per il ciclismo hanno una passione viscerale – dice Cesare Einaudi -. Sono pronto a pedalare dal Piemonte al Veneto. La Prosecco Cycling sarà una grande festa, come lo è stata l’adunata degli alpini, ma per me, alla fine, avrà un sapore completamente diverso”.

Click to comment

Marcialonga Cycling Craft ha deciso si terrà il 27 maggio 2018

Andrea Pontalto, Serena Gazzini (80 km) con Stefano Cecchini e Manuela Sonzogni (135 km) si stanno ancora godendo il successo dell’11.a Marcialonga Cycling Craft, ma gli organizzatori della gara trentina con grande anticipo annunciano la data della prossima edizione 2018: si correrà il 27 maggio, come nel 2012.

Confermati i due tracciati di 80 e 135 km e la scalata a Monte San Pietro e Passo Lavazè per ambedue i percorsi, col ‘lungo’ a riproporre anche Passo San Pellegrino e Passo Valles.

Il cambio data, anticipato di una settimana rispetto a quest’anno, è dovuto al fatto di voler armonizzare e favorire la partecipazione tra il ricco calendario granfondistico, senza dimenticare che a maggio le strade nelle Valli di Fiemme e Fassa sono più sgombre dal traffico turistico, garantendo così una maggior sicurezza, imperativo negli eventi targati Marcialonga.

Anche per la prossima edizione la Marcialonga Cycling Craft è stata inserita nel circuito nazionale ACSI e nello Zero Wind Show.

L’apertura delle iscrizioni è prevista in autunno, con l’annuncio anche delle novità 2018.

“Save the date”: 27 maggio 2018, per non perdere uno degli appuntamenti ciclistici più accreditati del settore.

Info: www.marcialonga.it e ai canali Facebook, Twitter ed Instagram.

Click to comment

Servizio completo prima tappa del Giro del Friuli Venezia Giualia 2017

Click to comment

Pasta Zara pedala con Prosecco Cycling

Pasta Zara pedala con Prosecco Cycling. L’azienda veneta diventa partner dell’evento che il prossimo 10 settembre coinvolgerà migliaia di appassionati da tutto il mondo, portandoli a pedalare nel cuore delle colline del Prosecco.

Siamo molto soddisfatti della collaborazione con Prosecco Cycling – commenta Furio Bragagnolo, presidente di Pasta Zara -. Ci sembra un connubio particolarmente significativo: da una parte un evento a chiara vocazione internazionale come la Prosecco Cycling, situato ad un passo dal nostro stabilimento di Riese Pio X; dall’altra un’azienda come Pasta Zara che esporta il 90% della produzione ed è presente in oltre cento Paesi al mondo”.

Prosecco Cycling è un evento davvero aperto a tutti, sia per le caratteristiche di un percorso (96 km, con 1.550 metri di dislivello) adatto anche ai meno allenati, sia perché sarà possibile la partecipazione delle bici elettriche.

L’anticipo di tre settimane rispetto alla tradizionale data d’inizio ottobre e il rivoluzionario format di gara, che prevede sia classifiche individuali che di squadra, sta attirando un grande interesse sulla Prosecco Cycling, tanto che le iscrizioni, in questo momento, sono in crescita di circa il 30% rispetto allo scorso anno.

Pasta Zara ­– spiega Massimo Stefani, ideatore della Prosecco Cycling – va ulteriormente ad arricchire un prestigioso pool di sponsorProsecco Cycling ha da sempre un’attenzione particolare per le aziende che rappresentano l’eccellenza dei prodotti italiani. Non poteva mancare la pasta che rappresenta un alimento fondamentale per lo sportivo, e per il ciclista in particolare”.

Le fasi preliminari della Prosecco Cycling si svolgeranno alla Tenuta Villa Sandi, alle porte di Valdobbiadene. Qui i partecipanti verranno a ritirare il pacco gara che conterrà una bottiglia di Prosecco Villa Sandi e altri prodotti simbolo del Made in Italy, forniti da Pasta Zara.

Il pacco gara dell’edizione 2017 della Prosecco Cycling comprende: una bottiglia di Prosecco Villa Sandi “Il Fresco”; una confezione (gr 500) di Spirali Pasta Zara trafilati in bronzo; una confezione (gr 500) di Refoli Pasta Zara trafilati in bronzo; una confezione (gr 500) di Penne Rigate Pasta Zara integrale; una confezione (gr 500) di Bigoli Veneti Pastificio Bragagnolo; un vasetto (gr 320) di Sugo Pasta Zara pomodoro e basilico.

Click to comment

Sole, caldo e biciclette: bilancio positivo per l’ottava Granfondo Angelini Group

Soddisfazione ai massimi livelli in casa Angelini Cycling Team al termine della Granfondo Angelini Group per un’ottava edizione preparata nel migliore dei modi in ricordo di Guido Rommelli e Matteo De Cristofaro. Da Abruzzo, Lazio, Veneto, Alto Adige, Marche, Emilia Romagna, Toscana, Molise, Puglia e Campania, sono stati i 450 ciclomaster ai nastri di partenza dallo stabilimento Fameccanica di Sambuceto, nella zona industriale tra Chieti e Pescara, in rappresentanza dei circuiti Centro Italia Tour e Campionato Nazionale Fondo Acsi.

Alla presenza di Mimmo Carlone (direttore esecutivo della Fameccanica) e Laura Rommelli (figlia del compianto Guido), insieme a Luciano D’Onofrio (responsabile dell’organizzazione e del comitato Acsi Ciclismo Pescara) che ha nuovamente ringraziato la Provincia di Pescara per la messa in sicurezza di alcuni tratti di strada per consentire il passaggio della corsa, la giornata è stata caratterizzata dal caldo afoso che ha preso il sopravvento sui corridori chiamati ad affrontare il cicloturistico di 50 chilometri, la mediofondo di 90 chilometri e la granfondo di 135 chilometri, toccando alcune delle zone più interessanti e suggestive dell’entroterra pescarese (Moscufo, Cappelle sul Tavo, Collecorvino, Città Sant’Angelo, Elice, Penne, Loreto Aprutino, Montebello di Bertona, Vestea, Civitella Casanova, Carpineto della Nora, Civitaquana, Catignano e Pianella) con un apparato di sicurezza ad hoc garantito dalla direzione di corsa (a cura di Daniele Schiazza e Renato Abate) e dalle motostaffette (Associazione Polizia di Stato Chieti e Scorte Tecniche Molisane).

A contendersi la vittoria nella mediofondo di 90 chilometri un drappello di sette unità con la firma di Aurelio Di Pietro (Team Go Fast – 1°Senior 2) per il secondo anno di fila, podio per Stefano Borgese (Centro Fai da Te Cycling Team – 1°Senior 1) e Giulio Marinacci (Team Levante Premium Cycling), top dieci assoluta completata da Mirco Ciccioni (Falcons Team Rimini Nord – 1°Junior), Andrea Lalli (Cicli Store Campobasso), Giovanni Schiavone (Team Levante Premium Cycling – 1°Veterani 1), Paolo Mazzoli (Asd Gianluca Faenza Team – 1°Gentlemen 2), Guglielmo De Nobile (Team Vini San Giacomo – 1°Veterani 2), Andrea Di Giuseppe (Team Go Fast) e Gianpaolo Maida (Team Go Fast), dodicesimo posto assoluto per l’azzurro del paraciclismo Pierpaolo Addesi (Team Go Fast), in evidenza anche Angelo Giornetta (Biciclope Apricena – 1°Gentlemen 1), Paolo Mazzoli (Asd Gianluca Faenza Team – 1°Gentlemen 2), Antonio Di Mascio (Asd Cantina Tollo – 1°Supergentlemen A) e Cosimo Orlando (Team Padre Pio – 1°Supergentlemen B).

Al femminile primo posto nelle mani di Michela Bergozza (Breganze Millenium – 1°Donne B) mettendosi alle spalle Elisa Concetto (D’Ascenzo Bike – 2°Donne B), Antonella Lombardi (Cicli Store Campobasso – 1°Donne A), Serena Medri (Ars et Robur – 3°Donne B) e Sara Cannarsa (Nuova Pedale Civitanovese – 2°Donne A).

Altra fuga da lontano nella granfondo di 135 chilometri nel segno di Manuel Fedele (Team Go Fast – 1°Senior 1) su Alfonso D’Errico (Team Levante Premium Cycling – 1°Veterani 1), Paolo Di Leonardo (Fuori Soglia Cyclist), Davide D’Angelo (Team Go Fast – 1°Senior 2) e  Lorenzo Sammassimo (Asd Masciarelli – 1°Junior), in evidenza nell’immediato gruppo inseguitore dal sesto al decimo posto Marco Corelli (Asd Ora et Labora), Antonio D’Ambrosio (I Love Bike Altamura), Marco Larossa (Hello Bike Shop Trani), Flavio Lanconelli (AS Team Forlì – 1°Veterani 2) e Matteo Di Lella (Team Cps). Primati di categoria per Mario Bazzarella (Atlethic Club Merano – 1°Gentlemen 1), Bartolomeo Giorgio (Magaletti Losacco Bike – 1°Gentlemen 2), Riccardo Zannoni (LGL Bike Team – 1°Supergentlemen A).

Al femminile trionfo in solitudine e in scioltezza per Simona Parente (Team Isolmant – 1°Donne B), a seguire Monica Cecchi (Asd Borello – 1°Donne A), Barbara De Lorenzo (Polisportiva Team Termoli – 2°Donne B) e Monika Manuela Mancini (Team Naturabruzzo Bikepro – 3°Donne B).

La classifica per società, stilata in base al numero di partecipanti, ha fatto registrare il primato dell’Asd Castellana Wolf (24), a seguire Team Go Fast (19), Centro Fai da Te Cycling Team (16), Team Naturabruzzo-Bikepro (16), Polisportiva Team Termoli (15), Daunia Cycling (12), Cicogna-Lanotte Bike Cerignola (10), Ade Srl (10), Teate Bike (9), Otto Colli Pescara (9), Torremaggiore Bike (9), Asd Masciarelli (9).

 

Classifiche complete su Tempogara

Click to comment

Cambiano i percorsi, ma non il fascino della Granfondo Scott Piacenza

Piacenza 20 Luglio 2017 – Cambiano i percorsi, ma non il fascino della Granfondo Scott Piacenza in programma domenica 3 settembre. Ai due tracciati disegnati da Franco Severgnini, presidente della società organizzatrice, sono state apportate alcune modifiche, con l’inserimento della salita di Rezzanello Monticello che sostituisce l’ascesa che da Travo portava i partecipanti a Passo Caldarola e delle brevi salite di Arcello e Montecanino: “Le modifiche apportate ai due percorsi – afferma Severgnini – non cambiano sostanzialmente le tradizionali caratteristiche di questa manifestazione che vuol essere un evento aperto alla maggior parte degli appassionati delle due ruote. Abbiamo cercato di guidare i partecipanti alla scoperta delle colline piacentine attraverso strade meno congestionate dal traffico locale così da poter garantire una più efficace tutela dei partecipanti”.

Mediofondo. Il percorso della mediofondo vedrà i partecipanti pedalare per cento chilometri ed affrontare 1100 metri di dislivello. Dopo 35 chilometri di gara (la suddivisione dei due percorsi avverrà al 55 chilometro) i ciclisti affronteranno i nove chilometri della salita di Rezzanello, mentre il tratto cronometrato su cui si misureranno le donne per dar vita alla Cronoscalata Rosa Profumerie Pinalli è di sei chilometri. La gara contro il tempo vedrà protagoniste tutte le donne partecipanti in quanto si svolge sul tratto del percorso comune ad entrambe le prove. Alle prime tre classificate verrà assegnata la maglia Pink griffata Profumerie Pinalli. La discesa verso Bobbiano precede la scalata alla seconda ed ultima ascesa di giornata per i mediofondisti, la Bobbiano Passo Caldarola, otto chilometri di salita al culmine del quale è posta la divisione dei due percorsi. Poi la discesa verso Agazzano e gli ultimi venti chilometri che non presentano particolare difficoltà altimetriche riporteranno i partecipanti all’Expo Piacenza.

Granfondo. Coloro che pedaleranno i 130 chilometri e 2266 metri della prova regina, la Granfondo, alla divisione dei due percorsi raggiungeranno Mezzano Scotti per affrontare i sei chilometri della salita di Schiavi e poi come un’onda sinusoidale continua che accarezza le verdeggianti colline piacentine porterà i ciclisti a scalare le salite di Rocca D’Olgisio (2 chilometri), Arcello (1,4 chilometri) e Montecanino che segna il ricongiungimento dei due percorsi prima degli ultimi venti chilometri, in cui coloro che hanno perso contatto dai protagonisti assoluti in salita potrebbero recuperare il ritardo accumulato.

Grazie al supporto della Scott Italia, che ormai da cinque anni sostiene il comitato organizzatore, la manifestazione continua a conquistare il gradimento degli appassionati dello sport delle due ruote, che scelgono l’ingresso nelle griglie della manifestazione piacentina, nonostante la data di svolgimento coincida con quella di altre importanti manifestazioni.

Iscrizioni. Le iscrizioni alla manifestazione si effettuano attraverso il portale del timing Mysdam

Click to comment

PRO Ötztaler 5500 Premiere. Un incontro singolare tra professionisti e amatori a Soelden

150 ciclisti professionisti appartenenti a teams iscritti alla Federazione Internazionale Ciclismo e 4.000 amatori provenienti da 39 nazioni animeranno l’ultimo weekend di agosto nella vallata tirolese dell’Oetztal. Quest’anno si svolgerà la prima edizione della PRO Ötztaler 5500 – la gara di un giorno riservata ai professionisti e considerata la più difficile al mondo.

Luogo di partenza e arrivo per entrambi gli appuntamenti,  è l’abitato di Sölden in Tirolo. Il tragitto da percorrere ha una lunghezza di 227,4 km e un dislivello complessivo di 5.500 m. La gara per professionisti si svolgerà il 25 agosto sullo stesso tragitto, che verrà percorso due giorni successivi dagli amatori. Questo percorso viene utilizzato dalla Oetztaler Radmarathon sin dal 1982. Sono 4 i grandi passi alpini da affrontare: il Kühtai (2020m) che si inizia a scalare da Ötz e presenta un dislivello di 1200 m, il tratto da Innsbruck al Brennero (1377 m)  777m, il tratto dalla cittadina altoatesina di Vipiteno al Passo Giovo (2090 m) 1.300 m. Infine la salita di 29 km da San Leonardo in Passiria (689 m) al Passo Rombo (2509 m).

La lunga festa ciclistica in Ötztal inizia con la gara professionisti. Si parte venerdì, 25 agosto alle ore 12:30 dal centro di Sölden. Thomas Rohregger, ex professionista e membro del comitato organizzatore, ha dichiarato che i professionisti arriveranno al traguardo con un tempo migliore rispetto agli amatori, ma al momento non riesce a darci un’ipotesi sul tempo che verrà impiegato dai big. Gli esperti calcolano, che si viaggerà in media sui 34 – 36 km orari.

Premi per i professionisti

Per incentivare i professionisti a partecipare, il comitato organizzatore ha inserito alcuni allettanti premi in denaro. Tra questi anche il „premio della montagna“. Coloro che batteranno il record ottenuto in passato lungo i passi, otterranno Euro 300,00 per ogni minuti di vantaggio. Il record assoluto è da attribuire allo svizzero Hugo Jenni nel 2001 con 6:50,31

I partecipanti alla Oetztaler Radamarathon partiranno invece domenica, 27 agosto alle 6:45. Nelle varie griglie, che accoglieranno i 4.000 amatori, anche alcuni nomi illustri ed ex professionisti. A tutti i fans sorgeranno almeno due domande: quale sarà il miglior tempo che realizzerà il professionista che taglierà il traguardo e quale invece sarà il loro ritmo lungo i passi alpini? Per la risposta bisognerà attendere il 25 agosto. A un anno esatto dai campionati mondiali UCI in Tirolo si ritroveranno di nuovo sui passi per creare quella giusta atmosfera e incitare i propri beniamini a fa re una bella gara.

Per informazioni:

Ötztal Tourismus – Tel.: +43 (0) 5254 – 510 0 – Fax: +43 (0) 5254 – 510 520 info@oetztal.com – www.soelden.com – www.oetztal.com – www.oetztaler-radmarathon.com

 

 

Click to comment

Granfondo Leopardiana: appuntamento il 10 settembre a Recanati

Recanati (Mc) – Si va delineando la 20ª edizione della Granfondo Leopardiana, che si terrà domenica 10 settembre a Recanati, patria del grande Giacomo Leopardi.

Tra le novità, ci saranno alcune lievi modifiche ai due tracciati, che toccheranno sempre i luoghi sacri della manifestazione, ma con alcune varianti tese a renderli sempre più attraenti.

Questi misureranno circa 130 e 92 chilometri, ma saranno resi noti in dettaglio nelle prossime settimane.

Allo studio anche la partenza e l’arrivo, che dovrebbero tenersi nei pressi di Palazzo Leopardi e della Casa di Silvia, da poco restaurata e aperta al pubblico.

L’orto dei Cappuccini sarà quasi certamente il quartier generale dell’evento. Un luogo confortevole, che senza dubbio metterà a suo agio i ciclisti.

Riconfermato il “ristorante party” finale, tanto apprezzato lo scorso anno. Sempre ricche le premiazioni e di alto livello la sicurezza.

Gustoso antipasto sarà la 7ª Infinito Bike del 30 luglio, gara di mtb cross country in notturna di 25 chilometri, voluta dall’Amministrazione comunale capitanata dal sindaco Francesco Fiordomo. Mille luci e cento vicoli faranno da palcoscenico ai più agguerriti bikers, che si contenderanno la vittoria.

Sarà possibile iscriversi alla granfondo del 10 settembre versando una quota di 35 euro sino al 7 settembre. Per i cicloturisti della partenza alla francese la quota, invece, sarà sempre di 20 euro.

Ulteriori dettagli sono disponibili sia sul sito internet che sulla pagina Facebook dell’evento.

Si ricorda che la Granfondo Leopardiana sarà ultima prova sia del Marche Marathon – Ciclo Promo Components – Trofeo Named Sport che del Master Club Circuito Tricolore.

Click to comment

Granfondo Via del Sale 2018: appuntamento al 6 maggio

La Granfondo Via del Sale sta preparando per il 2018 una nuova edizione con grandi novità! Dopo ventuno edizioni, come preannunciato da Claudio Fantini, patron di Sportur ed organizzatore dell’evento, la ventiduesima Granfondo Via Del Sale non sarà più in aprile, bensì domenica 6 maggio. Una scelta volta a regalare un week end di sport ancora più caldo e consentire anche ai granfondisti provenienti da ogni parte del mondo di trascorrere un’intera settimana di bicicletta, mare e benessere nella terra di Romagna.
Oltre al cambio data, saranno davvero tante le novità della prossima edizione, che si svolgerà come ormai da tradizione nello straordinario palcoscenico offerto dalla Riviera, dalle colline dell’Emilia Romagna e dallo splendido hospitality ‘vista mare’ del Fantini Club di Cervia.
NUOVI PERCORSI: 174 Km – 118 Km – 77 Km
Il percorso lungo della Via del Sale si arricchisce di due nuove salite, a Montefinocchio e a Montepetra, che vanno a sostituire quella di Ciola. I chilometri totali passano così dai 150 della scorsa edizione a 174 chilometri, con un dislivello complessivo di 2400 metri.
La prima parte del percorso rimane invariata con partenza dalla spiaggia libera di Cervia e prima salita a Teodorano/Montecavallo fino a Luzzena. Poi si scende a Borello, e da qui il nuovo percorso prende per Borgo delle Rose, Piavola, San Romano, Linaro e sale fino a Montefinocchio, salita panoramica immersa nel verde, con 618 mt di altezza, 5,2% di pendenza media e 6,9 km di lunghezza. Si scende poi a Sarsina, città di Plauto e San Vicinio, e si sale l’inedita salita di Monte Petra, con i suoi 6 km di lunghezza, 6,7% di pendenza media (14% la massima) e 616 mt di altitudine. Poco falsopiano, soprattutto nei primi due chilometri e ben sedici tornanti distribuiti lungo tutta la salita, rendono il tratto impegnativo ed affascinante. Il paesaggio, poi, all’inizio chiuso, si apre negli ultimi tratti in tutta la sua bellezza. Da Monte Petra si procede verso la bella ed emozionante salita di Monte Vecchio-Cima Pantani, ormai simbolo della Via del Sale (4 km di lunghezza e 15% di pendenza massima) per poi scendere in località San Carlo, proseguire verso l’ultimo ristoro di Collinello e procedere per gli ultimi chilometri fino al traguardo, davanti al Fantini Club di Cervia.
Novità anche per chi scegli di pedalare il percorso medio, che si arricchisce delle bella salita di Montevecchio-Cima Pantani, fino alla scorsa edizione affrontata solo dai granfondisti del percorso lungo. La salita resa ancora più emozionante dalle scritte sull’asfalto che inneggiano al Pirata ed il cippo dedicato a Pantani sulla cima del monte, porta a 118 i chilometri del percorso (anziché i 107 delle precedenti edizioni), con un dislivello complessivo di 1500 metri.
NOVITA’ PROGRAMMA: spettacoli e intrattenimento per tutta la famiglia fino a sera
Anche il programma degli eventi collaterali alla Granfondo Via del Sale si arricchisce di grandi novità!
Sportur Bicycle Expo, la più grande fiera outdoor d’Italia, interamente dedicata al mondo della bici, che si svolgerà da venerdì 4 a domenica 6 maggio nell’esclusiva location del Lungomare di Cervia, resterà aperta anche sabato sera fino alle ore 22, con oltre cento aziende tecniche attese, ma anche nuovi spazi dedicati alle famiglie dei ciclisti, che troveranno aree gioco e intrattenimento per bambini e ragazzi di tutte le età.
Sabato 5 maggio, dalle ore 20 alle 22, l’appuntamento è con l’imperdibile Granfondo Party, che vedrà la spiaggia ed il lungomare di Cervia animarsi con musica, spettacoli, ospiti speciali del mondo del ciclismo, premiazioni e fuochi d’artificio in riva al mare.
APERTURA ISCRIZIONI 1° DICEMBRE: partenza in prima griglia per i primi 500
Chi ha già effettuato la preiscrizione, potrà convalidarla dall’1 al 15 settembre alla quota di 43 euro. Per tutti, la corsa ai pettorali si aprirà invece dalla mezzanotte del primo dicembre alla quota invariata di 50 euro. I primi 500 iscritti più veloci, avranno diritto alla partenza in prima griglia.
Per iscriversi sarà sufficiente andare sul sito granfondoviadelsale.com, dove effettuare iscrizione e pagamento online con pochi click (per chi preferisce restano disponibili anche i moduli in pdf, da inviare unitamente alla ricevuta di pagamento).
Maggiori info sul sito granfondoviadelsale.com
Click to comment

Il 23 luglio a Sambuceto ritorna la Granfondo Angelini Group-Memorial Guido Rommelli

Una domenica (23 luglio) a tutto ciclismo amatoriale su strada in Abruzzo che vede in calendario lo svolgimento della Granfondo Angelini Group-Memorial Guido Rommelli in ricordo di Matteo De Cristofaro con l’Angelini Cycling Team in cabina di regia per la manifestazione che è parte integrante del circuito Centro Italia Tour.

Nella parte pedemontana del Gran Sasso e nell’entroterra della provincia di Pescara, sono articolati i tre percorsi di 50 (cicloturistico), 90 (mediofondo) e 135 chilometri (granfondo) che coinvolgono i territori comunali di Moscufo, Cappelle sul Tavo, Collecorvino, Città Sant’Angelo, Elice, Penne, Loreto Aprutino, Montebello di Bertona, Vestea, Pianella e San Giovanni Teatino.

Per tutti i partecipanti il ritrovo, le iscrizioni, la consegna dei pacchi gara, la partenza, l’arrivo, il servizio docce ed il pasta party saranno ospitati all’interno dello stabilimento Fameccanica.Data S.p.A. a Sambuceto (leader mondiale nel settore costruzione macchine speciali per la produzione di pannolini, assorbenti e incontinenti che fa parte del gruppo Angelini Farmaceutica) in Via Aterno al civico 136.

Con la quota di iscrizione di 30 euro in vigore fino a giovedì 20 luglio, l’obiettivo degli organizzatori è quello di ampliare i numeri delle passate edizioni per un format di manifestazione che rappresenta l’evento di punta dell’attività sportiva e ciclistica dell’Angelini Cycling Team e del comitato Acsi Pescara Ciclismo.

Link per iscriversi alla gara: http://iscrizioni.granfondoangelinigroup.it/

Illustrazione percorsi

Percorso corto

Percorso lungo

Percorso cicloturistico

 

Click to comment

Granfondo Scott Piacenza nel segno dell’eleganza e tradizione

Piacenza – Lasciati conquistare dal cuore pulsante della città tra il Po’ e l’Appennino, dalla quieta della dimensione umana del vivere, i piaceri della buona tavola che si accompagnano alla presenza di piccoli tesori, memorie di un passato ricco di storia, come il suo Duomo, il Palazzo Gotico, il Palazzo Farnese. Dal territorio in tutte le sue sfumature, dal suo respiro in sintonia con la passione delle due ruote. Lasciati conquistare dalla Granfondo Scott Piacenza in programma domenica 3 settembre e valida quale prova dei circuiti Giro delle Regioni 2017 e Alè Challenge.

Un’edizione all’insegna della condivisione e del colore. Il comitato organizzatore dell’evento piacentino ha voluto infatti unire alla classica maglia da ciclista celebrativa da uomo e quella senza maniche da donna, anche uno splendido body disegnato per l’occasione e da ordinare al momento di effettuare l’iscrizione. Capi unici, da non perdere per mantenere inalterato il ricordo della partecipazione a questo evento che nonostante la data di svolgimento coincida con quella di altri blasonati eventi continua a conquistare il gradimento degli appassionati dello sport delle due ruote. Gli eleganti capi possono essere acquistati attraverso il sito della manifestazione

Cronoscalata Rosa. La novità dell’edizione 2017 della granfondo griffata Scott è rappresentata dalla Cronoscalata Rosa. Una gara nella gara che premierà le tre protagoniste assolute della sfida contro il tempo con una elegante maglia rosa. “Le donne sono sempre più protagoniste della nostra manifestazione – sottolinea un componente del comitato organizzatore – molto spesso nonostante faticano come gli uomini lungo i due percorsi non ricevono il giusto riconoscimento. Per questo abbiamo scelto di inserire la Cronoscalata Rosa”

Iscrizioni. La quota d’iscrizione è di 36 euro sino al 1 settembre. Le società che iscrivono almeno dieci ciclisti dovranno versare tre euro in meno per ciascun ciclista. L’iscrizione sfida “Spirito di squadra” ha invece un costo di 190 euro. Le iscrizioni si effettuano attraverso il sito della manifestazione

Click to comment

Una Fausto Coppi Le Alpi del Mare da libro Cuore per il Gs Passatore

Cuneo – Una vera pagina da libro Cuore della passione ciclistica, quella scritta ieri sul traguardo della trentesima edizione della Granfondo La Fausto Coppi Le Alpi del Mare. A ricoprire il ruolo del piccolo Enrico Bottini, l’alunno che scrive il diario divenuto poi il celebre romanzo, è Marco Bersezio presidente della società ciclistica Passatore che di buon mattino ha schierato ben 212 tesserati al via della manifestazione cuneese.

Sabato pomeriggio la società di Passatore (Cuneo) è stata premiata come società più numerosa. Un impegno importante per i ciclisti della formazione nero verde che hanno voluto regalare questo successo all’appassionato presidente, che in qualità di dirigente Libertas Cuneo è anche vicino al comitato organizzatore della manifestazione.

Tanta disponibilità e qualche buon piazzamento conquistato dai suoi ciclisti hanno travolto il cuore del presidente gentile, che abbandonata la maschera del granatiere di Passatore ha voluto ringraziare, in lacrime, i suoi tesserati che tagliavano il traguardo. “Per fortuna molti di noi era già arrivati prima di me altrimenti avrei consumato più liquidi per l’emozione e le lacrime che per la sudorazione durante la gara”.

Terminata la serie di arrivi, arriva il momento di festeggiare i protagonisti di questo evento. Il quarto posto assoluto di Elisa Parracone nella Mediofondo femminile, unito all’ottavo di Anita Giordano e il decimo di Federica Morano. Il sesto posto assoluto di Paola Oberto, il settimo di Sabina Monaco e l’ottavo di Umberta Galleani (Granfondo femminile), l’undicesimo di Laura Ponsetto. Il sesto posto assoluto di Daniele Marco e il tredicesimo posto di Dario Giuseppe Basile (Mediofondo maschile). Prestazioni che valgono pur sempre una festa. E allora asciugate le lacrime, spazio a brindisi e complimenti per chiudere questo capitolo da libro cuore…. a pedali

Click to comment

To Top