Enervit nuovo sponsor tecnico del circuito Coppa Piemonte

Torino – “La nostra azienda è presente e sostiene in qualità di sponsor tecnico, per ciò che concerne l’alimentazione e l’integrazione, i più importanti eventi granfondistici a livello nazionale e internazionale, ne cito soltanto due perché non appartengo ad alcun circuito e sono la Maratona della Dolomiti Enel e la Nove Colli. Ma i nostri parametri, attraverso i quali effettuiamo poi la scelta delle manifestazioni da sostenere, non si basano esclusivamente sui numeri – evidenzia Paolo Calabresi direttore marketing di Enervit – ma anche nel contesto paesaggistico e sociale in cui si svolgono gli eventi e la qualità degli stessi riferita ai servizi che è in grado di offrire ai partecipanti. Anche io sono appassionato di ciclismo e ogni anno partecipo a diverse manifestazioni. Questo mi permettere di conoscere dal suo interno l’ambiente e poter giudicare con maggior obiettività le richieste di supporto che ci giungono numerose ogni anno da diversi comitati organizzatori. Nella mia esperienza ciclistica, che continuerò anche nella nuova stagione, ho partecipato ad eventi che pur non raggiungendo un numero di partecipanti superiore ai mille ciclisti, sono organizzate in maniera impeccabile ed esprimono i valori del territorio in cui nascono, la storia unite alla passione di chi pedala”.

 

  • Enervit è anche sponsor ufficiale delle nazionali italiane di ciclismo

“Mi preme sottolineare che Enervit è presente in diverse discipline sportive atletica, sci. triathlon, oltre naturalmente al ciclismo. Si avvale di diversi testimonial e ambasciatori ed è sponsor ufficiale delle nazionali di sci alpinismo, sci di fondo, biathlon, combinata nordica e ciclismo. Ma la nostra opera non si limita a far conoscere i nostri prodotti attraverso i testimonial e gli eventi in cui siamo presenti. Attraverso il sito Enervit suggeriamo ai ciclisti come utilizzare i prodotti della linea Sport di Enervit nelle diverse fasi dell’attività sportiva di ciascun individuo. Prima, per aumentare la disponibilità di energia; durante, per combattere la fatica; dopo per un recupero rapido e ottimale. Inoltre alla sezione prodotti, forniamo la descrizione, il modo d’uso, i valori nutrizionali e gli ingredienti che li compongono. Una guida sicura e dettagliata che permette allo sportivo di effettuare l’acquisto del prodotto che corrisponda alle sue esigenze”.

  • Dal 2018 anche il prestigioso circuito Coppa Piemonte entra a far parte degli eventi che la vostra azienda sostiene

Coppa Piemonte è il circuito più prestigioso del movimento granfondistico nazionale. Quest’anno ho partecipato alla Granfondo Bra Bra Specialized Dalle Langhe al Roero con partenza e arrivo a Pollenzo. Un momento indimenticabile. Ma conosco tutti gli eventi che sono inseriti nello storico circuito coordinato da Renato Angioi. Un condottiero che è riuscito a rendere unico nel suo genere questo circuito conferendogli una ben marcata identità, non legata soltanto al territorio, ma soprattutto a quelli che sono i valori che da diciassette anni vengono condivisi con gli organizzatori delle prove e gli abbonati. Ed Enervit è ben lieta di condividere questa esperienza, di presenziare nelle aree expo degli eventi con il proprio stand per consigliare al ciclista il miglior prodotto da utilizzare prima, durante e dopo la gara. Inoltre grazie al nostro personale scientifico organizzeremo incontri con gli appassionati per approfondire tematiche importanti come la nutrizione, integrazione, nutraceutica e presentare nuovi prodotti”.

Coppa Piemonte e Enervit una nuova sinergia che garantisce qualità e un incentivo in più per sottoscrivere l’abbonamento al circuito

 

Click to comment

Gf Terre dei Varano: aperta la corsa ai primi 200 pettorali

Camerino (Mc) – Si sono aperte ufficialmente le iscrizioni alla 10ª Granfondo Terre dei Varano, che si disputerà domenica 3 giugno 2018 a Camerino, città sfigurata dal sisma del 2016 che però non molla e vuole ripartire e tornare a splendere come un tempo.

Proprio in quest’ottica va letta la granfondo organizzata dall’Avis Frecce Azzurre, che torna agonistica dopo la pausa cicloturistica di quest’anno.

Come primo step delle iscrizioni, gli organizzatori hanno deciso di mettere a disposizione 200 pettorali al prezzo di appena 25 euro. La promozione scadrà il 15 gennaioe comunque al raggiungimento del numero indicato.

Tre i percorsi: il lungo di 155 chilometri (3300 metri di dislivello) con partenza alle ore 8.30, il medio di 100 chilometri (1800 metri di dislivello) con partenza alle ore 9.15 e il corto non agonistico di 57 chilometri (1100 metri di dislivello) per cicloturisti ed ebiker, che partirà alle ore 9.30.

Quote per iscriversi online (CLICCA QUI)
– Euro 25,00 entro il 15 gennaio 2018 alle ore 23.59 (agonisti)
– Euro 30,00 entro il 28 febbraio 2018 alle ore 23.59 (agonisti)
– Euro 35,00 entro il 30 maggio 2018 alle ore 23.59 (agonisti)
– I fedelissimi (vedi elenco), cioè coloro che hanno partecipato a tutte le nove edizioni precedenti, potranno iscriversi a 25 euro sino al 31 maggio 2018 e saranno schierati in un’apposita griglia di partenza.
– Euro 20 sino al 2 giugno 2018 per cicloturisti ed ebiker, specificando nell’apposito modulo di iscrizione.

Iscrizioni in loco
– Euro 40,00 sabato 2 giugno dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 20. In questo caso l’organizzazione non garantisce il pacco gara.

 

Click to comment

Granfondo del Capitano Wild Edition: “bruciati” in un solo giorno i primi cento dorsali

Bagno di Romagna (FC) – Il fascino di una storia, il legame con la terra, la forza di una personalità sono racchiuse in una manifestazione: la Granfondo del Capitano. Un evento che nella stagione 2018, domenica 10 giugno, si trasforma in Wild Edition per raccontare il respiro del territorio che circonderà i ciclisti in gara, per unire avventura e competizione in un contesto paesaggistico unico come il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, che comprende la Riserva Integrale di Sasso Fratino e le faggete vetuste recentemente inserite nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

Intanto in sole ventiquattro ore sono stati assegnati i cento dorsali e i trenta ingressi in prima griglia ad una quota promozionale di 29 euro, voluti da comitato organizzatore dell’evento per #condividere questa entusiasmante avventura con il maggior numero dei protagonisti di questa affascinate attività sportiva e permettere loro di regalare e regalarsi emozioni.

Il più veloce ad effettuare l’iscrizione è stato Riccardo Bernabini, trentatreenne ingegnere di San Piero in Bagno. Si allena sulle strade della granfondo e alterna l’attività in mountain bike a quella su strada. Il suo obiettivo primario è svolgere attività sportiva per mantenere uno stato di salute ottimale. Spesso in estate è costretto ad allenarsi all’alba, dalle cinque alle otto, prima di andare a lavorare o la sera dalle diciotto alle ventuno. Poi nel weekend le uscite con i compagni di squadra ed amici.

“Ho iniziato a pedalare sei anni fa – afferma Bernabini –  ma nonostante ho partecipato ad alcune granfondo, ho mantenuto comunque una sana passione per il ciclismo pedalato senza lasciarmi trasportare dall’ardore agonistico. Anche quest’anno ho partecipato alla Granfondo del Capitano che si è svolta un mese dopo l’arrivo di una tappa del Giro a Bagno di Romagna. Un’emozione grandissima tornare a pedalare sulle strade della corsa rosa. Nel 2018 parteciperò alla Granfondo del Capitano Wild Edition, un’avventura entusiasmante lungo le strade del comprensorio tosco romagnolo e alla Granfondo Via del Sale di Cervia”.

Per ulteriori informazioni consultare il sito della manifestazione 

Click to comment

Team MG.K Vis Somec sugli scudi

Anche l’ottava stagione del Team MG.K Vis Somec è giunta ormai al termine, dopo avere pedalato per decine di migliaia di chilometri, e dopo avere calcato i podi delle manifestazioni più prestigiose.

Parte con un ottimo terzo posto la stagione. A conquistare questo importante risultato è stata l’esperta atleta marchigiana Barbara Lancioni alla Granfondo Città di Loano, andata in scena domenica 19 febbraio.

La portacolori del team romagnolo, dopo un avvio di corsa molto veloce e nervoso, sulla prima asperità verso la località di Onzo, impone un ottimo ritmo che però purtroppo non le è stato sufficiente per battagliare con le due atlete davanti a lei, giungendo sul traguardo della Granfondo Città di Loano in terza posizione.

Non solo Lancioni per Team MG.K Vis Somec LGL nella domenica della Granfondo Città di Loano. Le altre atlete in gara, nella classifica assoluta, si sono piazzate: 4ª Odette Bertolin, 5ª Giacometti Federica e 14ª Maria Enrica Dazzi.

Dopo un inizio di stagione buono, ma non esaltate, il Team MG.K Vis Somec LGL si rifà alla grande vincendo due manifestazioni nella stessa giornata.

La prima bella notizia arriva dalla bella Liguria, e più precisamente da Laigueglia (Sv). Nell’importante Granfondo Laigueglia Alè, è la marchigiana Barbara Lancioni a trionfare sull’arrivo posto in cima a Colla Micheri.

La gara ha visto subito la marchigiana prendere il largo, in compagnia della giovane piemontese Erica Magnaldi, su tutte le avversarie. Le due hanno pedalato fianco a fianco fino ai piedi dell’erta finale dove la Lancioni, forte della sua grande esperienza, è riuscita con una grande azione a piegare la resistenza dell’avversaria, giungendo sul traguardo con un vantaggio di 16 secondi.

A completare la bella giornata del team sono state Gabriella Emaldi giunta 11ª e Romina Mari giunta 22ª.

La seconda grande notizia è arrivata dall’Umbria, dove alla Granfondo dell’Amore, svoltasi a Terni, è stata la veneta Odette Bertolin ad aggiudicarsi la vittoria.

Non si è dovuto aspettare molto per vedere trionfare nuovamente Odette Bertolin. La fortissima atleta veneta, concede il bis alla Granfondo del Po.

Nella 3ª edizione della granfondo ferrarese, manifestazione caratterizzata da un percorso di 132 chilometri totalmente pianeggianti, la Bertolin si è espressa in una prova di forza, schiacciando tutte le avversarie.

Una corsa velocissima condotta ad oltre 40 chilometri orari di media, in cui l’atleta veneta, fin dalle prime battute, in compagnia dei suoi gregari più fidati, ha mantenuto la testa del plotone, rimanendo l’unica rappresentante donna nelle prime posizioni.

Con questo risultato si arricchisce ancor di più il tabellone dei risultati del Team MG.K Vis Somec LGL, che conta già tre vittorie e un terzo posto, due ottenute dalla Bertolin alla Granfondo dell’Amore e alla Granfondo del Po, una da Barbara Lancioni alla Granfondo Laigueglia Alè, e sempre dalla marchigiana Lancioni il terzo posto alla Granfondo Città di Loano.

La terza gioia stagionale arriva da Barbara Lancioni che, nella prova di casa, la Granfondo Città di Ancona, taglia il traguardo in prima posizione.

Nell’importante prova marchigiana, caratterizzata da un percorso collinare di 127 chilometri, nel quale si è potuto apprezzare lo splendido passaggio sulla panoramica del Conero, la Lancioni ha messo in strada testa, gambe e cuore, andando ad ottenere una vittoria di forza.

Una prova veramente eccezionale quella del Team MG.K Vis Somec LGL coronata dall’undicesima posizione di Gabriella Emaldi e dal 7° posto di Maria Enrica Dazzi, nel percorso medio.

Siamo al 19 marzo, la Primavera è alle porte, e continua il grande avvio di stagione di Barbara Lancioni, che nella prestigiosa manifestazione che porta il nome del CT della Nazionale Italiana di Ciclismo, la Granfondo Davide Cassani, si regala la terza vittoria.

La forte atleta del Team MG.K Vis Somec LGL, sulla prima salita del Monte Trebbio, dopo circa 20 chilometri di gara, impone un ritmo infernale, che risulta essere insostenibile per le avversarie principali.

Da qui in avanti sarà corsa in solitaria per la marchigiana che, con il passare dei chilometri e delle diffoltà altimetriche proposte dal tracciato, guadagna minuti su minuti sulle concorrenti, giungendo sul traguardo della Granfondo Davide Cassani in solitaria, con un tempo di 3 ore e 53 minuti.

Completano la grande giornata per il team la 13ª posizione di Gabriella Emaldi nel percoso lungo e la 8ª posizione di Romina Mari, nel percorso corto.

Altra domenica altra vittoria per il Team MG.K Vis Somec LGL, che arriva così a sei vittorie stagionaliDomenica 26 marzo, a regalare l’ennisa gioia al team, è stata Odette Bertolin che, alla Granfondo di Sant’Angelo Lodigiano, conquista la terza vittoria personale in stagione. Come spesso le capita, la sua gara diventerà una lunga cavalcata solitaria che, si consumerà attraverso le colline dell’Oltrepò Pavese. La Bertolin giungerà sul traguardo di Viale Europa a Sant’Angelo Lodigiano dopo 4 ore e 39 minuti

Una domenica “stellare”. Così si può definire la prima domenica di aprile del Team MG.K Vis Somec LGL. Il team rosa, impegnato nella Granfondo Val di Cecina e nella Granfondo Via del Sale, ottiene la settima vittoria stagionale con Odette Bertolin in Toscana e un secondo e un terzo posto con la Lancioni e la Bugli, nell’importante manifestazione di Cervia.

Il 9 aprile, si chiude con una vittoria, due terzi posti e tanti piazzamenti nei primi dieci la domenica del Team MG.K Vis Somec LGL. Il risultato pieno arriva dalla Granfondo Città di Riccione con lo splendido trionfo di Barbara Lancioni, coronato dal terzo posto di Manuela Bugli, dal nono posto di Alexia Pantieri e dal decimo di Gabriella Emaldi. L’altro terzo gradino del podio invece è stato conquistato da Odette Bertolin alla Lake Garda Cycling Marathon.

Altra grandissima vittoria per il Team MG.K Vis Somec che, con Barbara Lancioni, nel giorno di Pasquetta, il 17 aprile, conquista la Granfondo Città di Porto Sant’Elpidio. Con questa affermazione salgono così ad otto i successi in stagione per la forte compagnine rosa.

Un’altra bella vittoria per la compagine bianco rossa del Team MG.K Vis Somec capitanata dall’anconetana Barbara Lancioni, che domenica 23 aprile, ha colto un nuovo alloro stagionale.

Sono le ore 9.00 quando dalla piazza degli Scacchi della vicentina Marostica parte la Granfondo Città di Marostica. Un percorso tosto quello della granfondo che, con i suoi 172 chilometri e 3700 metri di dislivello non regala certo nulla a nessuno.

Ma l’alfiere biancorosso non si spaventa di certo e impone il suo ritmo fin dalle prime pedalate, tanto che giunge all’arrivo con nove minuti di vantaggio sulla compagna di squadra, la veneziana Odette Bertolin.

Maglia del Team MG.K Vis Somec in bella vista anche sul podio assoluto femminile del percorso di mediofondo con la trevigiana Federica Giacometti, che guadagna la medaglia di bronzo.

Terzo posto di categoria a Firenze, alla Granfondo Firenze De Rosa, per la romagnola Gabriella Emaldi, che l’ha vista impegnata sul percorso di granfondo, mentre su quello di mediofondo ha preso parte Maria Enrica Dazzi.

Domenica 30 aprile, in terra veneta, ha preso il via da Vicenza la Granfondo Liotto. Nessuna gara aperta in ambito femminile con le varie contendenti al podio con passi troppo diversi tra loro, tanto da fare ognuna gara a sè. Il terzo posto assoluto, e la vittoria della propria categoria, vanno alla veneziana Odette BertolinQuarta piazza assoluta e terza di categoria Federica Giacometti. Termina la propria prova anche Barbara Zambotti.

Lunedì 1° maggio, Festa dei Lavoratori, non ha certo risparmiato la fatica alle atlete del Team MG.K Vis Somec, tanto da vederle presenti in due manifestazioni.

A Bologna, alla Granfondo Dieci Colli, è stata la marchigiana Barbara Lancioni a cogliere la seconda posizione assoluta dietro alla parmense Ilaria Lombardo. Quarta piazza per la romagnola Manuela Bugli. Quinta piazza di categoria per la lughese Gabriella Emaldi.

A qualche centinaio di chilometri di distanza e più precisamenta a Verona, la città degli innamorati, andava in scena la Granfondo Luca Avesani. Livello altissimo tra la quota rosa, dove Odette Bartolinriesce a concludere la gara in seconda posizione assoluta, così come di categoria.

Alle sue spalle giunge Romina Mari, che guadagna il terzo gradino del podio di categoria.

Epilogo anche del Giro di Sardegna, la più famosa gara a tappe italiana. La romagnola Alexia Pantieri chiude il suo “giro” in quinta posizione nella classifica generale dei percorsi di mediofondo.

Ha aperto il gas e ha fatto gara a sé; come spesso accade, anche domenica 14 maggio alla Granfondo degli Squali, che ha visto la partenza da Cattolica (Rn) e l’arrivo a Gabicce Monte (Pu), la marchigiana Barbara Lancioni è salita sul gradino più alto del podio.

Una vittoria che porta a sei le palme stagionali della mamma ciclista, sempre presente ai vertici della classifica, in una gara senza storia, condotta in testa sin dai primi colpi di pedale.

A festeggiare con lei anche la lughese Gabriella Emaldi, giunta 5a donna assoluta e seconda nella sua categoria.

Secondo gradino del podio di categoria sul percorso di mediofondo per la giovane Alexia Pantieri, figlia d’arte della coriacea mamma Gabriella.

Contemporaneamente,a Desenzano del Garda (Bs), sulle rive dell’omonimo lago, la veneziana Odette Bertolin andava a conquistare la medaglia d’argento assoluta, così come di categoria, alla Granfondo Colnago.

Nemmeno la bronchite ferma l’atleta marchigiana Barbara Lancioni, che domenica 28 maggio ha vinto alla Granfondo San Benedetto del Tronto, una delle più partecipate del Centro Italia.

Qualche centinaio di chilometri più a Nord, a Valdagno (Vi), la veneziana Odette Bertolin e la romagnola lughese Alexia Pantieri, prendevano il via alla Granfondo WHYsport.

Un ottimo terzo posto assoluto, e altrettanto di categoria, per la veneta Bertolin, che porta così a casa un altro podio da aggiungere al suo palmarès.

Scende invece dal podio assoluto, ma sale su quello della sua giovane categoria, la Pantieri, che con il 4° posto sul percorso di mediofondo, guadagna la medaglia di bronzo tra le WA.

Sabato 3 giugno si è svolta ad Auronzo di Cadore (BL) la 3Epic Cycling Road, granfondo con arrivo al Rifugio Auronzo Tre cime di Lavaredo.

Per il Team MG.K Vis Somec ha preso parte Barbara Zambotti, che, registrando il 4° miglior tempo assoluto sul percorso da 80 chilometri, ha vinto la gara femminile.

Primo successo stagionale per la trevigiana Federica Giacometti, che domenica 4 giugno, ad Asolo (TV), ha preso parte alla durissima Granfondo Segafredo Città di Asolo.

Un percorso veramente impegnativo con i suoi 163 chilometri e ben 3700 metri di dislivello da scalare, che la Giacometti ha saputo ben interpretare riuscendo così a salire sul primo gradino del podio femminile.

Contemporaneamente a Predazzo (Tn), si è svolta la Marcialonga Cycling, dove le portacolori del team biancorosso sono state ancora la Zambotti e Romina Mari.

Ottimo risultato per la Zambotti che, chiudendo 5a assoluta sul percorso di mediofondo, ha occupato il secondo gradino del podio di categoria. Quinto posto della stessa categoria per la Mari.

Ancora una vittoria importante per la marchigiana di Filottrano (An) Barbara Lancioni, che indomita si impone sulla salita delle Torricelle, durante la Granfondo Alè la Merckx, andata in scena domenica 11 giugno a Verona.

Ottava piazza per la veneziana Odette Bertolin sempre sul percorso di granfondo, mentre sul percorso di mediofondo si è lanciata Maria Enrica Dazzi (12a ass. 6° W2).

Domenica 2 luglio, a Corvara, in Alta Badia, in Alto Adige, ai piedi dei Monti Pallidi, è andata in scena la 31a Maratona dles Dolomites, un appuntamento fisso nel calendario di ogni granfondista.

Si presentano così ai nastri di partenza la veneziana Odette Bertolin, la romagnola Gabriella Emaldi e la marchigiana Barbara Lancioni.

La più veloce sul percorso lungo è Odette Bertolin, che in 5 ore 49′ 25″, chiude in 5a posizione assoluta. Diciasettesima posizione assoluta, che però è valsa la vittoria di categoria, per la Emaldi, che sale così sul podio della Maratona.

A Cernadoi, invece, Barbara Lancioni ha scelto di svoltare verso il percorso di mediofondo, chiudendo la sua prova in 6a posizione assoluta.

Domenica 16 luglio, in una calda Treviso, è andata in scena la 21a edizione della Granfondo Pinarello.

Un successo di partecipazione a cui la manifestazione veneta è ormai abituata. Ben quattro le portacolori del Team MG.K Vis Somec LGL presenti alla partenza.

La vittoria femminile del percorso lungo di 151 chilometri è andata alla veneziana Odette Bertolin, seguita a ruota dalla marchigiana Barbara Lancioni. Una doppietta di prestigio sul podio trevigiano.

Sul percorso corto di 101 chilometri si è invece distinta la giovane Alexia Pantieri, che è salita sul podio di categoria occupandone il terzo gradino.

Un podio femminile colorato di bianco e di rosso quello che si è visto domenica 30 luglio a San Quirino (Pn) in occasione della Granfondo dei Templari.

A salire sul gradino più alto del podio del percorso di granfondo è la marchigiana Barbara Lancioni, che dopo un testa a testa con la romagnola Billi, vince la volata del gruppo raccogliendo così la ennesima vittoria stagionale.

Terzo gradino del podio, così come nella passata edizione, per la trevigiana Federica Giacometti, che chiude la lista delle vincitrici del percorso di granfondo.

Sul percorso di mediofondo è invece la giovane romagnola Alexia Pantieri a dettare legge vincendo la volata sulla Bergozza, forte ciclofondista veneta.

Mercoledì 16 agosto a Capodarco (FM), si è svolto il consueto Gran Premio Capodcarco, giunto alla sua 46a edizione. E’ qui che la marchigiana Barbara Lancioni coglie la sua ennesima vittoria, su strade che ben conosce e che percorre usualmente.

Sabato 19 agosto, a Sarentino (Bz) è andato in scena il Gran Premio Passo Pennes, la gara su strada che prevede la scalata di 26 chilometri al Passo Pennes. Tra le donne, la trentina Barbara Zambotti, è riuscita a cogliere un ottimo secondo tempo assoluto, che le ha permesso di salire sul podio.

Domenica 20 agosto è ancora la salita assoluta ad essere al centro dell’attenzione, con il Campionato Nazionale Cronoscalata Cagli Montepetrano.

Non sono certo mancate le due maglie di Campione Nazionale ACSI di Cronoscalata di categoria, che sono andare a Barbara Lancioni, nella categoria Donne A e alla romagnola Gabriella Emaldi, per la categoria Donne B.

A Tolmezzo (Ud), domenica 27 agosto, è andata in scena la granfondo Carnia Classic, sul cui percorso di granfondo da 136 chilometri e 3100 metri di dislivello si doveva affrontare il “mostro” Zoncolan, con le sue pendenze, spesso prossime al 20%.

Al via si presenta la veneziana Odette Bertolin, che non delude certamente. Dopo un mese di training è arrivata all’appuntamento con la giusta forma per “spianare” il monte e vincere la gara femminile.

Da venerdì 25 a domenica 27 agosto si è svolto il Piccolo Giro di Romagna, corsa su strada di tre tappe attraverso la Romagna. La giovane Alexia Pantieri non ha perso l’occasione di lasciare il segnoapponendo la propria firma sulla classifica finale, vincendo la gara femminile.

Domenica 3 settembre, sul versante orientale è la marchigiana Barbara Lancioni a lasciare il segno, dominando la gara femminile sul percorso lungo della Granfondo La Pantanissima. Una gara senza storia quella della marchigiana che, in testa fin dai primi colpi di pedale, giunge al traguardo con dodici minuti di vantaggio sulla diretta avversaria.

Più a occidente, per la precisione a Piacenza, contemporaneamente andava in scena la Granfondo Scott Piacenza, a cui hanno preso parte la veneziana Odette Bertolin e la trevigiana Federica Giacometti.

Ottimo secondo posto assoluto per la veneziana, ancora affaticata dalla vittoria sullo Zoncolan, che le assegna la vittoria di categoria, seguita a pochi minuti dalla Giacometti, che, chiudendo in quarta posizione, sale sul terzo gradino del podio.

Con la Marcialonga Running si è anche conclusa la speciale Combinata, che vedeva la somma dei tempi della Marcialonga Skiing, della Marcialonga Cycling e della Marcialonga Running. La trentina Barbara Zambotti,che ha disputato la frazione ciclistica a Giugno, ha ottenuto, con le sue compagne, il secondo posto.

Una domenica bagnata quella del 10 settembre, tanto da obbligare gli organizzatori della Granfondo Leopardiana a eliminare il tracciato più lungo.

Ma la giovane mamma di Filottrano non si è lasciata intimorire da uno dei tanti temporali presi nella sua lunga carriera e, come sempre, ha stretto i denti e ha dato il massimo, chiudendo i 95 chilometri in 2 ore 42′ 46”, con un vantaggio di tre minuti sulla diretta avversaria.

Una stagione veramente ricca di vittorie e di podi, che incoronano il Team MG.K Vis Somec LGLcome migliore compagine femminile nazionale.

Click to comment

La Vuelta di Gimondi e i colori della Spagna nella maglia della Granfondo

1968, 2018. Sono passati ormai cinquant’anni, ma i ricordi del trionfo di Felice Gimondi alla Vuelta a Espana sono ancora intensi, come i colori della maglia ufficiale della 22a Granfondo Internazionale Felice Gimondi Bianchi (Bergamo, 6 maggio 2018),intitolata appunto per l’occasione “Remembering the Vuelta”.

Appositamente studiata dal comitato organizzatore, confezionata da Santini Maglificio Sportivo – Made in Italy la nuova casacca racconta l’impresa compiuta a 25 anni dal campione di Sedrina, che vincendo la Vuelta fu il secondo atleta nella storia (dopo Jacques Anquetil) a conquistare la “tripla corona”, avendo già trionfato al Tour de France (1965) e al Giro d’Italia (1967). Un en-plein che in seguito sarebbe stato emulato solo da altri cinque grandi corridori.

Interamente rossa nella metà inferiore, la maglia utilizza i colori nazionali della Spagna, giallo e rosso, nella parte anteriore che al centro, all’altezza del petto, presenta in sovrapposizione le scritte 1968 e 2018, a celebrare il 50° anniversario della Vuelta vinta da Gimondi. Al di sotto delle due date sovrapposte, sulla destra il logo della GF Bianchi Gimondi, a sinistra su sfondo nero la scritta “Remembering the Vuelta”; più in alto, il logo Santini, che torna sulla manica destra, dove sono ricordate la data, il luogo e il numero 22, che caratterizzano la prossima edizione della granfondo. Sulle spalle, il logo della Vuelta Ciclistica a España del 1968, che si corse dal 25 aprile al 12 maggio, mentre all’altezza della schiena, sulla tasca centrale, tornano le due date 1968 e 2018.

Maglia 2018 retro
La maglia della 22sima GF Felice Gimondi Bianchi ha maniche e zip corte, è realizzata in tessuto Energy Microsense, leggero e traspirante, con tripla tasca posteriore e design esclusivo. Disponibile in sei taglie (S, M, L, XL, XXL e la novità XXXL), può essere ordinata sul sito della Granfondo Felice Gimondi Bianchi, sia da quanti hanno la volontà di partecipare all’evento del 2018, sia dai semplici appassionati e collezionisti. Il prezzo è invariato rispetto alla passata edizione: 33 euro per la sola maglia ufficiale “Remembering the Vuelta”, 68 euro per la combinazione “maglia + iscrizione alla gara”. L’avvento del Natale può essere anche l’occasione per pensare a un regalo speciale per amici e parenti che desiderano partecipare alla regina delle granfondo italiane, o semplicemente indossare un pezzo di storia del ciclismo.
Come acquistare la maglia dell’edizione 2017
  • Per acquistare esclusivamente la maglia (euro 33,00) inviare una e-mail al comitato organizzatore info@felicegimondi.it
  • Per procedere contestualmente all’iscrizione e all’acquisto della maglia cliccare qui (euro 68,00)
  • Per un’esatta scelta della taglia clicca su www.santinisms.it
Click to comment

Granfondo dell’Amore: approfitta delle quote festive!

Terni – Perché attendere oltre e non approfittare delle quote festive messe a dispozione sino al 7 gennaio dagli organizzatori della 9ª Granfondo dell’Amore – Città di Terni?

Infatti sino a questa data sarà possibile iscriversi (CLICCA QUI) con 25 euro (amatori uomini e donne) o con 20 euro (ciclosportivi, cicloturisti e partenti alla francese) alla manifestazione in programma domenica 25 febbraio 2018 a Terni. Quote che poi avranno una maggiorazione di cinque euro sino al 23 febbraio e di 10 euro il 24 e il 25 febbraio in loco. Per i diversamente abili, invece, quota fissa di 15 euro.

Conviene, quindi, non indugiare oltre e approfittare subito di queste promozioni per iscriversi alla manifestazione umbra, che offrirà due percorsi agonistici(granfondo e mediofondo) e uno cicloturistico, che saranno svelati nei prossimi giorni.

Come ogni anno l’evento sarà organizzato con la massima cura, offrendo anzitutto un altissimo livello in termini di sicurezza. Riconfermata la logistica in via Italo Ferri, così come la partenza e l’arrivo in via del Centenario, che si trova a pochi metri dal quartier generale.

La granfondo sarà prova d’apertura del Circuito dei due mari dal Tirreno all’Adriatico e del Salice Bike Challenge.

Click to comment

Granfondo Teramo 2018: sabato 16 e domenica 17 iscrizione promozionale a quota 15 euro

Teramo – La storia di ogni giorni per comprendere la storia di ogni edizione dell’ottava edizione della Granfondo Città di Teramo, in programma domenica 9 settembre. Mancano ormai poco meno di due settimane al Natale e il comitato organizzatore dell’evento, guidato da Raffaele Di Giovanni, ha deciso di offrire l’opportunità regalare e regalarsi la partecipazione alla manifestazione sottoscrivendo soltanto nei giorni di sabato 16 (giorno di apertura delle adesioni) e domenica 17 dicembre, l’iscrizione con quota promozionale a 15 euro. L’iscrizione può essere effettuata attraversi il sito della manifestazione o il portale del timing Kronoservice.

Da lunedì 18 dicembre e sino al 10 aprile la quota d’iscrizione salirà a venti euro.

La manifestazione teramana offrirà l’opportunità di confrontarsi su due entusiasmanti tracciati. La prova regina, la granfondo, porterà i ciclisti ad effettuare il Giro del Gran Sasso d’Italia percorrendo ben 160 chilometri (2600 metri di dislivello totale), attraversando Rigopiano, in cui sono ancora ben visibili le tracce della slavina che in pochi secondi investì l’albergo Rigopiano Gran Resort Village causando ventinove vittime, lambendo Castel del Monte, il Rifugio Duca degli Abruzzi, i 1780 metri di Fossa Paganica (Cima Coppi). Ma la salita più impegnativa sarà affrontata nella prima parte, dopo soli 29 chilometri di gara inizierà infatti l’ascesa; diciannove chilometri, verso Passo Garavone (pendenza media 4,8%, massima 14%). Mentre per coloro che opteranno per la Medio Fondo lungo i novantadue chilometri di gara (1100 metri di dislivello) dovranno affrontare la salita che da Bivio Castelli conduce a Bivio Colledoro, tredici chilometri con pendenza media del 4,8% e massima del 14%.

Il video promo della manifestazione

Click to comment

Marche Marathon: il 15 luglio si pedalerà tra i Monti Sibillini

Domenica 15 luglio il Marche Marathon – Ciclo Promo Components – Trofeo Namedsport 2018 farà tappa a Caldarola (Mc) per la penultima prova, la 28ª Granfondo dei Sibillini – La Cicloturistica. La gara in omaggio dell’abbonamento.

Riconfermata la formula cicloturistica con partenza alla francese, che tanto successo ha avuto nella passata edizione.

Però, per rendere ancora più interessante l’evento, gli organizzatori hanno deciso di introdurre dei tratti cronometrati sul percorso lungo di 126 chilometri (2141 metri di dislivello) e su quello medio di 110 chilometri (1450 metri di dislivello). Previsto, comunque, anche un tracciato corto di 90 chilometri (1100 metri di dislivello). Alla fine saranno stilate sia una classifica di società per somma di iscritti su tutti e tre i tracciati sia una individuale solo per il percorso lungo e per quello medio.

Per conoscere tutti i dettagli e le novità della manifestazione basterà collegarsi al sito internet ufficiale.

Sarà questa, dunque, la penultima prova del circuito marchigiano, a cui sarà possibile abbonarsi sino al 31 dicembre 2017 con una quota di 160 euro, che poi sarà di 190 euro dal 1° gennaio al 24 febbraio.

CALENDARIO 2018
11 marzo – Granfondo Città di Ancona – Ancona
22 aprile – Granfondo Michele Scarponi – Filottrano (An)
13 maggio – Granfondo Squali – Carrera – Cattolica & Gabicce Mare – Cattolica (Rn)
27 maggio – Granfondo San Benedetto del Tronto – San Benedetto del Tronto (Ap)
3 giugno – Granfondo Terre dei Varano – Camerino (Mc)
24 giugno – Granfondo Straducale – Urbino (Pu)
15 luglio – Granfondo Sibillini-La Cicloturistica – Caldarola (Mc) PROVA IN OMAGGIO
16 settembre – Granfondo Leopardiana – Recanati (Mc)

 

Click to comment

Zero Wind Show: una festa finale ricca di emozioni

Si è conclusa sabato 9 dicembre 2017 a Riccione, presso l’incantevole location dell’Hotel Corallo, fra gli applausi di oltre trecento appassionati accorsi da tutta Italia, l’Edizione 2017 dello Zero Wind Show, circuito che premia la passione di ogni singolo partecipante, perché in questa festosa serata sono stati insigniti di targhe e cadeaux tecnici di ogni genere tutti, ma proprio tutti i presenti che hanno scelto di essere parte dello Zero Wind Show.

La prima tranche della serata è stata dedicata alla ricca presentazione del Calendario ZWS2018 che ha visto i singoli organizzatori descrivere con passione e grande accuratezza le manifestazioni del circuito 2018. Dopo una breve introduzione del responsabile nazionale ACSI Ciclismo Emiliano Borgna, la parola è passata a Vittorio Mevio, patron delle Granfondo Laigueglia (prima prova del Calendario ZWS2018 – 25 febbraio 2018) e della Granfondo Gavia e Mortirolo (ottava prova – 24 giugno 2018) che ha sottolineato l’assoluta supremazia del fattore sicurezza come punto fermo nell’operato di un’organizzazione seria, concetto che è stato più volte ribadito e ripreso da tutti gli organizzatori presenti.

Successivamente ha sfilato Luigina Liotto, in rappresentanza della Gran Fondo Liotto città di Vicenza, new entry 2018 di scena il 22 aprile (terza prova del circuito) che ha raccontato, con voce commossa, la storia della sua famiglia, appassionata da generazioni di ciclismo e di biciclette, e il grandissimo impegno profuso per realizzare una manifestazione bella e sicura come la gf Liotto nel cuore della città vicentina.

Terzo intervento, quello di Tazio Palvarini, nella doppia veste di organizzatore del Colnago Cycling Festival (seconda prova – Desenzano del Garda: 6/7/8 aprile 2018) e della Granfondo Bike Division Peschiera del Garda (nona prova – 23 settembre 2018) promotore da sempre di eventi di altissimo profilo, dove lo sport si intreccia in armonia con il territorio, l’intrattenimento, la Storia e l’Arte, per offrire a tutti uno spettacolo completo e variegato che possa soddisfare qualsiasi palato.

E’ la volta della giovane, ma in grande ascesa granfondo L. Avesani Verona Cycling Marathon, quarta prova del circuito, che, attraverso la voce di Marino Martini, è stata introdotta con tutte le sue novità, a partire dalle presenze eccellenti, come Paolo Savoldelli e Paola Pezzo, le iniziative eno-gastronomiche volte a valorizzare le eccellenze del territorio e infine il fascino imbattibile della partenza /arrivo in Piazza Bra al cospetto di uno dei monumenti simbolo dell’arte italiana nel mondo, l’Arena, che è solo uno dei fiori all’occhiello offerti ai partecipanti, senza dimenticare la Valpolicella e la Lessinia.

La parola passa a un’altra Lady delle Granfondo, ovvero Gloria Trettel, volto ed energia viva di Marcialonga, sesta tappa dello ZWS2018 prevista per il 27 maggio a Predazzo. Partendo da una gara di sci di fondo, con il tempo è maturata la scelta di sviluppare Marcialonga in direzione di altre discipline come running e ciclismo. Panorami mozzafiato, organizzazione scrupolosissima, testimonial di eccellenza in campo sportivo fanno ogni anno la differenza, premiando con una crescita costante chi ha creduto in una formula così innovativa.

A chiudere gli interventi degli organizzatori un’altra new entry di grande appeal, la Granfondo del Capitano, sesta prova del calendario ZWS2018, una Wild Edition, come l’ha voluta definite Massimo Bardi, che ha sottolineato i valori dello sport pulito e sano, della valorizzazione del territorio  – natura, gastronomia e wellness – invitando tutti a scoprire le bellezze di Bagno di Romagna e lo straordinario tracciato della gf del Capitano, considerato uno dei più belli nel panorama delle granfondo italiane.

Finiti gli interventi, finalmente si è giunti alle premiazioni, partendo dai brevettati per giungere a tutti i vincitori di categoria, accompagnati dagli applausi e dai flash dei fotografi.

Fra le premiazioni, si fa menzione dei 4 team che si sono conquistati, oltre che il podio, un ricco premio in denaro e splendide biciclette messe in palio.

Precisamente il team KTM ASD Scatenati, vincitori di un premio del valore di euro 1000,00 (primo posto), il team ASD Nuovo Parco dei Ciliegi, a cui sono andati euro 750,00 (secondo posto), il Gianluca Faenza Team, vincitore del premio del valore di euro 500,00 (terzo posto) ed infine Biemme Garda Sport Team, piazzato al quarto posto con un premio di euro 250,00.

Fra i tanti doni distribuiti: i guanti invernali firmati Zero Wind, gli accessori tecnici a compressione graduata Biotex, magliette, attestati e tanto ancora.

La serata si è poi conclusa con la prelibata cena a buffet per tutti i presenti che si sono congratulati con gli organizzatori, esprimendo grande entusiasmo e soddisfazione per quanto è stato loro offerto, non solo durante la serata, ma attraverso il messaggio stesso del Circuito: qualità autentica, sicurezza al primo posto e tanta passione condivisa insieme.

Si ricorda infine che, dopo il raggiungimento del tetto dei 500 abbonamenti, il comitato organizzatore dello Zero Wind Show, per rispondere alle tante richieste pervenute, riapre le iscrizioni per gli ultimi 100 abbonamenti.

Per informazioni e iscrizioni consultare il sito ufficiale del circuito: www.zerowindshow.com

Click to comment

Il Falco plana sulla Granfondo Avesani

Il comitato organizzatore della granfondo Avesani aveva promesso grandi sorprese per l’edizione 2018 ed è stato di parola, a partire dal super ospite che domenica Primo Maggio si schiererà in griglia al fianco dei ciclisti accorsi per vivere una delle manifestazioni più in ascesa nel panorama delle granfondo italiane.

Stiamo parlando del campione Paolo Savoldelli, il cui palmares brilla per i tanti successi coronati in carriera, come le vittorie al Giro d’Italia del 2002 e 2005 solo per citarne le prime due che vengono in mente. Straordinario discesista, al punto da meritare il soprannome de Il Falco, Paolo ha accolto con entusiasmo la proposta di partecipare non solo come ospite alla kermesse di domenica Primo Maggio in Piazza Bra e le ragioni sono più di una:

“La cosa sicuramente che mi ha colpito di più della granfondo Avesani è il fascino indiscutibile di Verona e delle zone che vengono toccate dalla gara, oltre al fatto che l’organizzazione non lascia nulla al caso e sta cercando di migliorare anno dopo anno, con risultati tangibili che fanno concretamente il bene della manifestazione”.

Se gli chiediamo se intende fare solo il superospite o vivere la gara in prima persona, ci ha risposto così: “Certo che pedalerò al fianco di tutti gli appassionati che saranno al via della gran fondo, mi piace fare sport e mantenermi in forma e soprattutto mi piace andare in bicicletta e quindi non mancherò in mezzo al gruppo”.

Siamo curiosi di sapere cosa ne pensa dei percorsi proposti: “ Niente di impossibile, 126 km 2300 m di dislivello per il lungo, 86 km e 1450 m di dislivello per il medio, distanza accettabile quindi tutti possono trovare il tracciato adatto. Le salite sono accessibili, con il giusto allenamento si prevedono performance sportive di grande soddisfazione”.

Chiudiamo questa breve chiacchierata, chiedendogli cosa si sente di consigliare a tutti i partecipanti :

“ I consigli che posso dare sono, prima di tutto, non correre dei rischi inutili, pensare che in corsa ci sono tante altre persone e bisogna rispettare tutti, scegliere il percorso adatto alla propria preparazione, cercare di individuare il gruppetto giusto, non provare a strafare all’inizio della corsa perché se si sbaglia a gestire le proprie forze, si compromette tutta la giornata. Di tempo ce n’è nell’ultimo quarto di gara per darci dentro alla grande…quindi buon divertimento a tutti!”

E noi ci uniamo alle sue parole per augurare a tutti di vivere un’esperienza intensa e carica di emozioni, le iscrizioni sono aperte…Verona vi aspetta a braccia aperte! Non perdete questa grande occasione!

Ricordiamo la promozione “Avesani in Love” dedicata alle coppie, con tariffe agevolate (fino al 31/12/2017)

 Iscrizioni on line sul sito www.granfondoavesaniluca.com

Per informazioni: info@granfondoavesaniluca.com

Per essere sempre aggiornati, seguite tutte le news sulla pagina ufficiale facebook: Avesani Luca, Verona Cycling Marathon

La Granfondo Avesani fa parte per il secondo anno consecutivo di ZeroWindShow, il circuito nazionale che premia la passione – www.zerowindshow.com

Click to comment

Marche Marathon: il 24 giugno appuntamento nella bella Urbino

Domenica 24 giugno la bellissima città di Urbino ospiterà la sesta prova del Marche Marathon – Ciclo Promo Components – Trofeo Namedsport 2018, cioè la Granfondo Straducale.

Una manifestazione che nel tempo è diventata un appuntamento imperdibile del calendario sia per lo stupendo scenario in cui si svolge sia per l’alto livello organizzativo. Senza dimenticare gli affascinanti percorsi, che anche nel 2018 saranno impegnativi ma comunque alla portata di tutti: quello lungo di 136 chilometri e il corto di 90 chilometri.

Insomma anche il prossimo anno prendere parte alla granfondo urbinate vorrà dire trascorrere un fine settimana ricco di sport e divertimento, visitando una città, Urbino, che è uno dei grandi capolavori artistici a cielo aperto che offre l’Italia.

Per conoscere tutti i dettagli e le novità della manifestazione basterà collegarsi nelle prossime settimane al sito internet ufficiale.

Sarà questa, dunque, la sesta prova del circuito marchigiano, a cui sarà possibile abbonarsi sino al 31 dicembre 2017 con una quota di 160 euro, che poi sarà di 190 euro dal 1° gennaio al 24 febbraio.

CALENDARIO 2018
11 marzo – Granfondo Città di Ancona – Ancona
22 aprile – Granfondo Michele Scarponi – Filottrano (An)
13 maggio – Granfondo Squali – Carrera – Cattolica & Gabicce Mare – Cattolica (Rn)
27 maggio – Granfondo San Benedetto del Tronto – San Benedetto del Tronto (Ap)
3 giugno – Granfondo Terre dei Varano – Camerino (Mc)
24 giugno – Granfondo Straducale – Urbino (Pu)
15 luglio – Granfondo Sibillini-La Cicloturistica – Caldarola (Mc) PROVA IN OMAGGIO
16 settembre – Granfondo Leopardiana – Recanati (Mc)

Click to comment

Scott Team Granfondo: che stagione!

Albino (BG) – Una stagione da incorniciare quella del 2017 per il Scott Team Granfondo, nel suo primo anno di vita. Era il 15 febbraio quando presso la sede di Scott Italia, ad Albino (Bg), veniva ufficializzata la nascita del Team Scott Granfondo, la compagine che avrebbe portato il marchio Scott nel mondo delle granfondo.

A fare parte del team un parterre di eccellenza. L’uomo di punta della formazione sarebbe stato il corridore veneto, vincitore di 25 granfondo negli ultimi tre anni e numero uno del ranking granfondistico delle ultime due stagioni, il veneziano Igor Zanetti. L’atleta proveniente dal Team Cannondale Gobbi FSA, nella stagione 2016 ha saputo cogliere ben nove successi, tra cui la prestigiosa Granfondo Nove Colli, bissando il successo del 2015, e per la terza volta consecutiva la Granfondo Scott Piacenza.

Il team, oltre al forte corridore veneto, sapeva di contare su Federico Dal Pont, vera e propria scommessa per la stagione, che si affaccia al mondo delle granfondo dopo un trascorso nei circuiti, e sull’esperienza di Simone Boscaini e Fabio Laghi, veterani del mondo granfondistico, con quest’ultimo vincitore già di una Granfondo Felice Gimondi, di una Southgardaroad, una Granfondo La Pantanissima e una Granfondo Città di Riccione.

Gli altri atleti che avrebbero difeso i colori del Team Scott Granfondo sarebbero stati Luca BartolucciGuido Dracone e Andrea Molini.

E’ partita sicuramente in positivo, la prima stagione del nuovo Scott Team Granfondo iniziando il 19 febbraio alla Granfondo Città di Loano.

Sceso in gara con quattro atleti, il Team Scott Granfondo, ha visto i suoi corridori capeggiare le prime posizioni del gruppo fin dal primo chilometro. Lungo il percorso, tutt’altro che semplice per la stagione, i più in evidenza sono stati il giovane Andrea Molini e l’imprenditore Guido Dracone.

I due alfieri del team, dimostrando già una bella condizione di forma, giungono sull’arrivo di Loano nel gruppo a ridosso della coppia al comando, disputando un’ottima volata che gli ha permesso di ottenerel’ottava posizione per Molini e la nona per Dracone.

Di livello anche la prova di Fabio Laghi e Federico Dal Pont, giunti rispettivamente 45° e 72°.

Una settimana più tardi, il 26 febbraio, i corridori gialli e neri, scendono nuovamente in corsa nella bella terra ligure e più precisamente alla Granfondo Laigueglia Alè. A prendere il via in questa prestigiosa manifestazione sono stati Andrea Molini, Federico Dal Pont, Guido Dracone e Luca Bartolucci. In una giornata dai tratti primaverili e con più di 2700 partenti, i corridori del Team Scott Granfondo hanno messo su strada un’altra prestazione di rilievo, con il giovane Molini, nuovamente migliori dei suoi, che sull’arrivo di Colla Micheri si aggiudica la 17ª posizione. Poco più indietro giungeranno il magazziniereDal Pont in 28ª posizione, Dracone in 38ª posizione e più staccato, ma pur sempre ottimo, l’operaio Bartolucci in 104ª posizione.

Cambia gara, ma non la regione, per vedere nuovamente in corsa un’atleta dello Scott Team GranfondoDomenica 5 marzo, nella bella cittadina di Andora, è andata in scena la Granfondo della Riviera la Specialissima di Andora. Qui a scendere in gara è stato Guido Dracone, che ancora una volta, sul duro percorso caratterizzato principalmente da salite e discese, ha conquistato una performante 8ª posizione.

Lo Scott Team Granfondo resta in attesa del momento in cui il suo uomo più rappresentativo, Igor Zanetti, si attacchi il numero sulla schiena, regalando come sa fare solo lui tante soddisfazioni al neonato team.

Subito protagonista il veneziano che, al suo rientro alle competizioni, domenica 2 aprile nella Granfondo Via del Sale, ha conquistato una quinta posizione di assoluto valore che, ancora una volta, lo lancia nell’élite delle granfondo.

La prima gioia per il team giallo nero in una granfondo arriva grazie al forte corridore veneto, che si aggiudica la Lake Garda Cycling Marathon. Il migliore granfondista italiano delle ultime stagione, porta così la prima tanto attesa vittoria in casa dello Scott Team Granfondo.

Sabata 8 aprile è arrivata la prima vittoria in assoluto per il team bergamasco che, nella Krono Race Città di Teolo, con Andrea Molini, conquista la vittoria.

Zanetti concede il bis una settimana più tardi dalla sua prima vittoria stagionale. Nel giorno di Pasquetta, il 17 aprile, il veneto conquista la Granfondo Internazionale di Porto Sant’Elpidio. La manifestazione marchigiana ha visto l’arrivo a due del corridore dello Scott Team Granfondo insieme a Christian Barchi.

Domenica 23 aprile, il veneziano dà spettacolo alla Granfondo La Rosina 1917 Città di Marostica con un’azione sul finale che lo porta a guadagnare la sua terza vittoria. Ottimo il supporto di Dal Pontlanciato in avanscoperta.

Un’altra freccia scoccata dal veneziano Igor Zanetti, che va a segno a Vicenza alla Granfondo Liottodello scorso 30 aprile.

Sono passati circa sessanta chilometri dalla partenza e il vento è la difficoltà più insidiosa della giornata, quando evade la fuga “buona” di giornata.

Il battistrada conta una quindicina di elementi, ma quando si punta la salita che precede il bivio dei percorsi, Igor Zanetti lancia il suo attacco.

Si giunge all’ultima salita, quando Zanetti decide di definire le sorti della corsa e di scaricare il compagno di fuga, lanciandosi verso l’arrivo dove giunge vittorioso con ben 1’20” di margine su Busbani e quasi 8′ sul gruppo inseguitore.

Dall’altra parte del Nord Italia, in Piemonte e più precisamente nella cittadina cuneese di Bra, andava in scena la Granfondo Bra Bra, dove il portacolori del team bergamasco era il cuneese Guido Dracone, che ha terminato la sua prova in quinta posizione assoluta vincendo la propria categoria.

Lunedì 1° Maggio è ancora giornata di corse, con due importanti appuntamenti del calendario granfondistico: a Verona va in scena la Granfondo Luca Avesani, mentre a Bologna si ripropone la Granfondo Dieci Colli.

All’evento veronese si presentano Simone Boscaini, che chiude in 16a posizione guadagnando il quarto posto della propria categoria, e Denis Stecca in 67a posizione.

All’evento bolognese la partecipazione è risicata con i soli Luca Bartolucci e Massimo Marchettiimpegnati sul percorso di granfondo e Fabio Laghi su quello di mediofondo.

Il veneziano Igor Zanetti, ad ogni gara, dà la perfetta dimostrazione di tenere sotto controllo la corsain ogni momento e, quando decide che deve essere sua, trasforma la situazione e giunge al traguardo a braccia alzate.

Così è accaduto anche 14 maggio a Desenzano del Garda (Bs) in occasione dell’apprezzatissima Granfondo Colgano, alla quale hanno preso parte oltre 3000 ciclisti proveniente da tutta Italia.

Nel frattempo a Novara andava in scena la 2a Granfondo Novara, che con i suoi 1700 iscritti riconferma i numeri della passata edizione.

Qui ha preso il via il cuneese Guido Dracone, che ha chiuso il percorso lungo di 170 chilometri al 7° posto assoluto, salendo sul terzo gradino del podio di categoria.

Si sono presentati in otto sul lungo rettilineo di arrivo a Cesenatico (FC), il 21 maggio, alla Granfondo Nove Colli, e tutti hanno provato a cercare la vittoria, ma solo il veneziano Igor Zanetti, grazie alle sue doti da velocista, ha regolato la volata finale confermando il risultato delle due edizioni passate.

Una gara tiratissima, tanto che in 6 ore e 53 minuti, vengono coperti i 205 chilometri del percorso principe della granfondo più longeva del panorama fondistico.

Come è ormai d’abitudine è il nono colle, il Gorolo, con le sue terribili rampe, che determina le sorti della corsa. Una decina i contendenti che si presentano all’attacco delle dure erte dell’ultimo colle che, impietoso, fa le sue vittime. A Borghi sono in otto al comando e provano di tutto per potere prendere un minimo margine per evitare la volata finale, ma tutti vogliono vincere e nessuno si arrende.

Mancano 500 metri al traguardo, ci prova il lucchese Stefano Cecchini, ma il veneziano Igor Zanettinon ha nessuna intenzione di regalare niente a nessuno e tira fuori le sue capacità da velocista, che da giovane gli permisero di vincere corse importanti da dilettante battendo anche Franco Pellizzotti, riuscendo a passare per il primo il traguardo portando a tre le vittorie consecutive alla classica romagnola.

Domenica 25 giugno, a Courmayeur (Ao), è stato il cuneese Guido Dracone a portare i colori del Team Scott Granfondo alla Granfondo La Montblanc. Giungendo sull’arrivo in quarta posizione assoluta, ha vinto la propria categoria. Una vittoria che gli ha permesso di aggiudicarsi la leadership della Coppa Piemonte.

Siamo al 2 luglio e a Corvara (Bz) va in scena la Maratona dles Dolomites. Ha resistito sulle dure e lunghe rampe del Giau, si è lanciato il discesa come un falco e alla fine il veneziano Igor Zanetti, capitano del Scott Team Granfondo, ha colto la quarta posizione assoluta nella prestigiosa granfondo altoatesina.

Sono oltre 3700 i partenti alla 21a edizione della Granfondo Pinarello, che domenica 16 luglio ha preso il via dal centro di Treviso.

Grande prestazione per il ragazzi del Team Scott Granfondo, che non hanno certo lasciato nulla al caso.

La corsa prende subito un buon ritmo e sulla prima salita il forcing porta in testa alla corsa un gruppettodi una decina di atleti. Un gruppetto che resterà compatto fino ad un chilometro dall’arrivo dove il veneziano Igor Zanetti tenta l’azione personale da finisseur. Guadagnata una manciata di metri, il gruppo reagisce e annulla l’azione sul rettilineo d’arrivo, dove ancora Zanetti si lancia nella volata, che lo vede passare sul traguardo in seconda posizione.

Domenica 6 agosto ha visto l’epilogo di due competizioni a tappe per amatori tra le più famose (e longeve) d’Italia.

Prima, in ordine di anzianità, il Giro del Friuli Venezia Giulia, giunto alla sua 44esima edizione, che ha messo in campo cinque tappe, che hanno toccato le località di Tavagnacco (Ud), Capriva nel Friuli(Go), Sedegliano (Ud), Forgaria nel Friuli (Ud) e Forni di Sopra (Ud).

Una settantina i partecipanti che hanno animato queste cinque giornate, percorrendo 405 chilometri tra le province di Udine e Gorizia. Tra i partenti anche il veneziano Igor Zanetti, che non è certo stato alla finestra a guardare, anzi!

Zanetti, aggiudicandosi la tappa di Sedegliano (la 3a) e la tappa di Forni (la 5a) ha messo il proprio sigillo sulla classifica generale, andando così ad apporre la firma nell’albo d’oro della manifestazione.

Non da meno Andrea Molini e Federico Dal Pont, che colgono la medaglia di bronzo, rispettivamente nella 3a e 4a tappa.

Dall’altra parte dell’Italia, a oltre 600 chilometri di distanza, in provincia di Cuneodal 2 al 6 agosto, andava in scena l’8a edizione del Giro della Provincia Granda, sotto l’egida della Libertas.

Sei tappe in cinque giornate (sabato 5 agosto ha visto la messa in pista di due semitappe), che hanno toccato le località cuneesi di Cuneo, Savigliano, Passatore, Rocca de’ Baldi, Trinità e Frabosa Soprana.

Ben 100 gli iscritti, di cui 96 i partenti alla cronoprologo di Cuneo. Tra questi anche il cuneese Guido Dracone. Fin dalle prime battute, l’alfiere dello Scott Team Granfondo è apparso in cima alla classifica generale con la vittoria del cronoprologo di Cuneo e la vittoria della 4a semitappa, il cuneese ha chiuso il Giro della Provincia Granda in testa alla classifica generale.

Una prima stagione veramente scoppiettante, che dà un ottimo impulso per il futuro.

La squadra ha anche un sito ufficiale dove si possono trovare tutte le informazioni del team e i risultati costantemente aggiornati.

Click to comment

Mediofondo Primavera 2018: al lavoro verso la data del 22 aprile

Dopo il successo della prima edizione, la macchina organizzativa della Mediofondo Primavera ha preso il via per l’allestimento della seconda edizione ad Ariano Irpino, domenica 22 aprile 2018 per la regia della Speedarrow Ciclismo e per la validità di prova del Centro Italia Tour.
Lo scopo degli organizzatori è quello di riproporre quanto fatto di buono nell’edizione passata sul piano organizzativo e promozionale stimolando la partecipazione dei ciclisti e degli accompagnatori.

Si gareggia su un percorso rinnovato di circa 100 chilometri con dislivello di 1700 metri a cavallo tra i confini di Campania e Puglia e il coinvolgimento dei territori comunali di Ariano Irpino, Montaguto, Orsara di Puglia e Savignano Irpino. Rincofermata Ariano Irpino, sede di partenza (campo sportivo) e di arrivo (Piazza Plebiscito) con il cuore pulsante della manifestazione nei pressi del centro cittadino e della panoramica e spaziosa villa comunale .

Una bella occasione per essere presenti all’ombra della città del Tricolle (il Calvario, il Castello e il San Bartolomeo, i quali vanno a formare un rilievo montuoso a forma di sella) e per non mancare alla Mediofondo Primavera che vuole rimanere stabilmente collocato tra gli appuntamenti di richiamo del ciclismo amatoriale del Sud Italia.

Click to comment

Anche nel 2018 l’InBici Top Challenge sarà “targato” Acsi

Anche nel 2018 l’InBici Top Challenge sarà “targato” Acsi. Il più importante ente di promozione sportiva del ciclismo amatoriale ha infatti deciso di rinnovare l’accordo con il circuito granfondistico che, quest’anno, celebra la sua terza edizione.

Il marchio Acsi, dunque, accompagnerà l’InBici Top Challenge per tutte le otto tappe del circuito, dalla Gf Laigueglia del 25 febbraio alla Leggendaria Charly Gaul dell’8 luglio: “Con il responsabile nazionale di Acsi Ciclismo Emiliano Borgna – spiega Maurizio Rocchi – ci lega, oltre che una profonda amicizia, anche una grande sintonia sui principali valori dello sport. Le tappe del nostro circuito, infatti, anche quest’anno sono state selezionate in base a criteri legati, in primis, alla bellezza dei territori, alle opportunità di soggiorno e alla divulgazione di quei principi etici che, anche per noi di InBici, devono ispirare ogni appuntamento amatoriale. Rinnovare l’accordo con Acsi – conclude il coordinatore del circuito – è stato un approdo quasi naturale dopo anni di progetti condivisi e di entusiasmante collaborazione”.

Click to comment

Gran Fondo Leopardiana: giovedì 7 dicembre si aprono le iscrizioni. Condividi anche tu la tua passione

Recanati (Macerata) – Quando grandi tradizioni diventano fonte d’ispirazione, si scrive una pagina di storia. E se questa trasformazione si realizza sulla cresta tortuosa di un colle tra le valli dei fiumi Potenza e Musone, la narrazione della storia ciclistica della Gran Fondo Leopardiana, diventa poesia. Versi che ammaliano e conquistano, anche chi solitamente non è abituato ad apprezzare questo tipo di sport, ma che al seguito di un familiare può godersi le numerose testimonianze storico artistiche della città del buon vivere e del buon canto.

Giovedì 7 dicembre si aprono le iscrizioni alla ventunesima edizione della Gran Fondo Leopardiana, una delle regine del circuito Marche Marathon, che lo scorso anno riuscì a conquistare anche i Prestigiosi, ciclisti nati nel segno di un’iperbole concettuale e di uno sguardo proiettato tra passato e futuro, che si sono lasciati rapire dalla bellezza del paesaggio collinare che digrada verso il mare all’ombra del Monte Conero.

Il concept della nuova edizione dell’evento recanatese, in programma domenica 16 settembre, è la #condivisione. Il comitato organizzatore per raggiungere il massimo grado di condivisione con gli appassionati del ciclismo, ha deciso di assegnare i primi duecento dorsali ad una quota di adesione promozionale a 25 euro, che sarà possibile sottoscrivere soltanto sino a domenica 7 gennaio.

Un’opportunità unica per regalare e regalarti, in occasione delle feste natalizie, la partecipazione ad una delle più affascinanti manifestazione del panorama granfondistico nazionale.

Le iscrizioni si effettuano attraverso il portale del timing Kronoservice 

 

Click to comment

Granfondo Colnago: mercoledì 6 dicembre il terzo round iscrizioni

Con i sold out delle prime due date – 4 ottobre e 2 novembre 2017 – 1500 dorsali sono già stati aggiudicati per la nuova edizione della Granfondo Colnago, la regina degli eventi del Colnago Cycling Festival, in programma a Desenzano del Garda il 6/7/8 aprile 2018.
Mercoledì 6 dicembre, a partire dalle ore 21:00, ci sarà il terzo appuntamento telematico per la corsa alle iscrizioni: 500 dorsaliverranno messi a disposizione di tutto coloro che ancora non sono riusciti ad accaparrarsi il tanto ambito numero di gara di una delle manifestazioni ciclo-amatoriali italiane più blasonate a livello internazionale.

La preziosa partnership fra il prestigioso marchio di Cambiago e la Capitale del Garda, siglata fino al 2021, continua la sua inarrestabile ascesa al podio delle granfondo più amate e partecipate in Italia, grazie anche ad un’organizzazione impeccabile che pone la sicurezza al primo posto, schierando oltre mille addetti al presidio della gara per consentire fino all’ultimo ciclista il rientro in sicurezza.

Ricordiamo i due favolosi percorsi, che condurranno i partecipanti a pedalare in mezzo alle bellezze paesaggistiche del Garda e del suo entroterra, immersi fra ulivi e vigneti, fra la Grande Arte del Vittoriale degli Italiani e i panorami mozzafiato delle 3 salite previste:

Percorso medio: Lunghezza totale 110Km – Altimetria totale 1.384m
Percorso lungo: Lunghezza totale 159Km – Altimetria totale 2.044m

La granfondo Colnago fa parte per il secondo anno consecutivo del Prestigio di Cicloturismo e dello Zero Wind Show, il circuito che premia la passione (www.zerowindshow.com).

Click to comment

Gf Michele Scarponi: vuoi partire con il dorsale personalizzato?

Filottrano (An) – Un ricordo indelebile della propria partecipazione alla prima edizione della Granfondo Michele Scarponi, che sarà organizzata il 22 aprile 2018 a Filottrano (An) in ricordo del grande campione marchigiano, tragicamente scomparso il 22 aprile 2017.

Infatti tutti coloro che aderiranno alla manifestazione entro il 31 marzo, partiranno con un pettorale personalizzato con il proprio nome. Un ricordo con cui poter affermare: “Io c’ero alla prima edizione“.

Si ricorda che la granfondo offrirà due tracciati: uno di 130 chilometri e un altro di 90 chilometri. Percorsi che si snoderanno tra le province di Ancona e Macerata e che, per rispettare un’idea avuta qualche anno fa proprio da Scarponi, avranno dei tratti di strade bianche.

Ecco le quote per le iscrizioni (CLICCA QUI), che chiuderanno comunque al raggiungimento di quota 2000:
– 25 euro sino al 31 dicembre 2017 € 25,00
– 30 euro dal 1° gennaio 2018 al 28 febbraio 2018
– 35 euro dal 1° marzo 2018 al 31 marzo 2018
– 40 euro dal 1° aprile 2018 alle ore 19 del 21 aprile 2018
– Non sarà possibile iscriversi la mattina del 22 aprile

Click to comment

Fantabici cresce! Nel 2018 salgono a sei le prove ed arriva una nuova classifica

Nel 2018 saliranno a le prove di Fantabici, grazie all’inserimento della Fondo dei Colli Amerini (Amelia, 17 giugno) ,che affiancherà le confermate ed ormai “storiche” GF del Circuito. Si partirà come tradizione dal mare, con la gara di Cerveteri ( 4 marzo), per poi proseguire con la GF del Velodromo (Forano, 8 aprile), la Garibaldina (Mentana, 29 Aprile), la Terminillo Marathon (Rieti, 3 giugno), la new entry Colli Amerini (17 giugno), e la GF Valle del Tevere (Fiano Romano, 9 settembre).

A confermare il fatto che Fantabici è sempre più apprezzato dai ciclisti del Centro Italia sono anche altri numeri: la pagina Facebook del Circuito ha superato i 4000 amici; i video inerenti il circuito raggiungono agevolmente migliaia di visualizzazioni. Anche il numero di abbonati, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è in forte crescita.

Sempre attenti ad inserire novità e fornire nuovi stimoli, gli organizzatori di Fantabici hanno deciso di aggiungere quest’anno una nuova classifica del Circuito, per somma dei tempi. “Ci piace testare nuove soluzioni ed introdurre ogni anno qualcosa di nuovo – spiega Giuseppe Costantini, coordinatore del Circuito Fantabici – già nel corso delle precedenti edizioni abbiamo inventato ed inserito soluzioni inedite, come la classifica riservata agli over 90 kg o ai gruppi compatti (i tema più numerosi che arrivano insieme al traguardo); soluzioni che hanno avuto grande successo ed hanno favorito la partecipazione anche dei ciclisti fautori di un agonismo meno esasperato”.

Abbonamenti ed iscrizioni

Come ogni anno, anche per il 2018 sarà possibile partecipare (ed iscriversi) ad ogni singola granfondo oppure optare per l’abbonamento (lo scorso anno gli abbonati hanno superato quota 460).

L’abbonamento al Circuito Fantabici dà diritto a

  • Quota ridotta per singola GF
  • Regalo riservato ai soli abbonati
  • Partenza in prima griglia
  • Partecipazione alle speciali classifiche del Circuito Fantabici

Per info, iscrizioni ed Abbonamenti

www.fantabici.it

www.kronoservice.com

Click to comment

To Top